**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2018

Domanda del 16.10.2018

Buonasera, scrivo a voi per avere un consiglio, un conforto in quanto al cagnolino barboncino femmina di età 10 anni, abbiamo notato un rigonfiamento che in 10 gg si è allargato molto ed un veterinario a cui spesso ci affidiamo ha diagnosticato un carcinoma, dicendo che potrebbe scoppiare da un momento all'altro, e che sarebbe forse il caso di sopprimerla per non farla soffrire ma noi vogliamo provare il possibile per tenerla con noi il più possibile. Diceva che in caso di intervento x asporto della massa, dopo pochi gg si riformerebbe. Posso inviare delle foto per vedere i dettagli. Ringrazio tantissimo. Cristiano

Buongiorno, se un veterinario non da diverse possibilità di cura anche per un paziente oncologico cerchi di cambiare subito medico e trovi un collega esperto in oncologia.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 17.10.2018

Buongiorno, ho un barboncino di 10 mesi al quale fino a qualche mese fa, venivano degli attacchi improvvisi e iniziava a rotolare su se stesso, abbaiando contro i suoi testicoli e leccandosi in continuazione. Poi per un paio di mesi non è successo più, ma ha ricominciato ieri pomeriggio abbaiando per tantissimo tempo senza sosta, sempre contro i testicoli. L'unico modo con il quale terminava, per riprendere poi dopo, era prenderlo in braccio.
Oltre questa cosa che fa ogni tanto, è un cagnolino molo attivo e giocoso.
Grazie per l'attenzione.

Buongiorno, può essere una forma, sembra leggera, di male epilettico o di crisi lipotimiche: deve farlo subito visitare e poi stabilire una serie di indagini precise per arrivare ad una diagnosi certa, magari con uno specialista in neurologia. Non si allarmi ma agisca subito che prima lo cura e meglio è per lui.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com