**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Novembre 2018

Domanda del 6.11.2018

Buongiorno,
Le scrivo per avere un suo cortese parere.
Da qualche giorno il mio cane, meticcio femmina di 6 anni e mezzo, ha iniziato a bere molto di piú e di conseguenza ad urinare molto piú frequentemente e piú a lungo.
Alimentazione sempre uguale, per il resto mangia, corre, gioca, non sembra aver nessun tipo di problema.
Ho fatto fare esame sangue biochimico e urine. L'emocromo è ok ed anche le urine
Dai risultati non è diabete, mio primo sospetto, nessun morbo strano, no infezioni, i reni lavorano.
C'è un valore che mi allarma un pò ed è LDH che è 700 anzichè 40-130.
Ho letto un pò su internet e potrebbe essere tutto o niente.
Come lo devo interpretare? Mi consiglia di fare un'ecografia all'addome per un controllo degli organi?
Grazie mille in anticipo
Angela

Buongiorno, deve fare tutte le indagini e non leggere su internet ma affidarsi ad un medico veterinario internista esperto vicino alla sua abitazione per comodità, infatti servono controlli frequenti almeno i primi tempi.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
www.biessea.com

Domanda del 17.11.2018

Salve, volevo chiedere come risolvere un problema che ho con la mia cagnolina.
E uno schnauzer nano bianco di 1 anno e mezzo.
L'ho presa che aveva 5 mesi, e da subito ho sentito l'odore delle ghiandole perianali.

Adesso succede molto spesso, anche due volte di seguito oppure un giorno si e uno no, circa.
Anche quando stiamo sul divano ed è lì tranquilla, oppure in macchina o a letto.
Espelle del liquido bianco sporco e si lecca subito per pulirsi.

Ho visto la veterinaria schiacciarle e ho provato anche io ma solo una volta ci sono riuscita, le altre volte non sento le ghiandole e gli do fastidio e un po si gira per mordere.

Non ha gonfiori all'ano, e non si trascina a terra, penso non sia infiammata.
Anche quando l'ha vista la mia veterinaria mi ha detto che non c'e infiammazione e che andrebbero svuotate ogni tanto, ma qui mi sembra che quasi tutti i giorni gli esce qualcosa.
I croccantini che gli do sono di marca Acana.

Le feci sono consistenti e migliori da quando gli do pesce bianco della Acana. E si svuota circa 2 volte al giorno.
Facciamo spesso passeggiate, anche escursioni in montagna. Fa molto movimento.

La ringrazio moltissimo per la disponibilità, a presto.

Giusy

Buongiorno, provate a fare comunque un esame batteriologico del materiale che esce dalle ghiandole. Se positivo terapia mirata antibiotica.
Comunque devono seguirla direttamente i colleghi, io altre non posso consigliare da lontano.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
www.biessea.com

Domanda del 22.11.2018

Buonasera Dottore,
abbiamo per la nostra cagnolina Betty, bolognese di 12 anni, a cui è stato diagnosticato oggi un importante eritrocitosi il seguente referto:
il dosaggio di EPO ( 0.48 ) seppure con valori normali è del tutto anomalo visto l'importante eritrocitosi presente.
Considerando che non si è potuto procedere al salasso per problemi di trovare la vena giugulare, è stato prescritto il farmaco ONCOCARBIDE.
I VALORI ALTI DELL'ULTIMO PRELIEVO EMATICO PIU' VOLTE RIPETUTO SONO:
RBC 9.61 HCT 63.8 HGB 21.9 RETIC 130.7

Premettiamo che sono arrivati alla diagnosi di eritrocitosi dopo aver effettuato anche tutti gli altri accertamenti di routine ( ecografia, radiografia etc) tutti risultanti negativi.
Anche le analisi inerenti all'ossigenazione andavano bene.
Si chiede se il farmaco prescritto è corretto come terapia e che effetti collaterali può causare al cagnolino e se detto farmaco può gestire per sempre la problematica a lungo termine. Ci scusi Dottore ma siamo molto ansiosi e preoccupati.
La ringraziamo anticipatamente per la Sua disponibilità.
Cordiali saluti.
Riccardo Sbano

Buongiorno, visto il quadro che descrive non posso darle aiuto via mail senza avere tutti gli esami e il paziente.
Credo quindi che se avete bisogno di una seconda opinione sia necessario trovare un clinico valido cui riferirsi nella sua città.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
www.biessea.com