**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

12.5.2018

Palloncini killer

Avete mai pensato che i palloncini lanciati in cielo possono uccidere gli uccelli e altri animali? Gli attivisti inglesi dicono di si visto che migliaia di palloncini sgonfiati sono sparsi sulle spiagge di tutta l'Europa settentrionale e stanno avendo un effetto devastante sull'ecosistema. Ma non è tutto: i tappi di plastica e le corde attaccate sono un altro esempio dell'incuria umana nell'inquinare gli oceani con i detriti tossici. Ad esempio sulla costa olandese ogni settimana vengono raccolti circa 13 mila palloncini, molti dei quali arrivano dal Regno Unito spinti dalle correnti d'aria verso est che uccelli, pesci e altri animali marini scambiano per cibo e, nel tentativo di ingerirli, muoio di fame perché i loro tratti digestivi rimangono ostruiti.
La brutta notizia è che se entro il 2050, a meno che non agiamo ora, potrebbe esserci più plastica nel mare che pesce.
Julian Kirby, attivista per la plastica di “Friends of the Earth”, ha concluso: «Se le persone vogliono usare i palloncini, dovrebbero fare attenzione a fissarli o trattenerli saldamente in modo che non galleggino via, per poi essere smaltiti correttamente».

6.5.2018

Grande amore

La loro è una storia d'amore che supera ogni distanza e ha vinto ogni ostacolo. I due innamorati sono Klepetan e Malena, due cicogne la cui favola continua a sciogliere i cuori di tanti romantici in giro per il mondo.
I due uccelli si sono conosciuti più di 20 anni fa, in Croazia, quando Stjepan Vokic ha trovato una povera cicogna femmina ferita quasi a morte dai cacciatori. L'ha curata amorevolmente, nella speranza di poterle dare una seconda opportunità nella vita. Durante la sua convalescenza, però, la cicogna Malena ha incontrato Klepetan, che si riposava sul tetto della casa.
Il loro amore è sbocciato anche se Malena non era in grado di migrare insieme al compagno alla fine dell'estate. Invece l'amore ha prevalso.
Infatti Ogni anno, Klepetan lascia Malena e migra nelle calde terre del Sud Africa, ma appena arriva marzo torna puntuale a casa dal suo amore, percorrendo 13mila chilometri. Tutti gli anni, infatti, i media croati aspettano che Klepetan arrivi: nessuno mette più in discussione il suo amore per Malena, ma la traversata è lunga e pericolosa. Fino ad oggi, comunque, la cicogna è sempre riuscita a ritrovare la strada di casa, dimostrando il detto che il vero amore ritorna ogni primavera.

5.5.2018

Gatti e bimbi autistici

Amate i gatti? Allora sappiate che oltre a fusa e coccole, La presenza di un gatto in casa è benefica per i bambini con disturbi dello spettro autistico, lo dice un recente studio americano.
I risultati indicano che il tanto amato gatto domestico può essere di sostegno soprattutto per i piccoli con forme da lievi a moderate. I ricercatori delle università della California-Davis e del Missouri hanno intervistato 64 genitori con un figlio con disturbi dello spettro autistico moderati.
Successivamente hanno coinvolto altri 44 genitori con figli con disturbi moderati o gravi. In tutti i casi le interazioni tra i gatti e i bambini sono risultate simili, così come gli effetti. Anche se i felini apparivano più affettuosi con i piccoli con malattia moderata rispetto a quelli con forme più severe. La presenza dell'animale, nella pratica, sembra in grado di calmare il bambino e di farlo sentire protetto.
Il carattere del gatto, in ogni caso, non va sottovalutato perché può fare la differenza, viene consigliando ai genitori di scegliere l'animale candidato a far compagnia al bambino autistico proprio in funzione del suo carattere e non in base ad altre caratteristiche, come la bellezza ad esempio.

29.4.2018

Viva le api

Avete mai pensato che le api sono un simbolo di socialità? Producono dolcezza (e cera) e poi le vere protagoniste dell'alveare sono operaie, e questo ce le rende ancora più preziose. Di loro non si parla mai abbastanza, soprattutto perché sono un formidabile bioindicatore della salute ambientale. È arcinota la profezia attribuita ad Einstein secondo cui, «se l'ape scomparisse dalla faccia della Terra, all'uomo non resterebbero più di quattro anni di vita». Da anni studiosi di tutto il mondo osservano gli alveari per misurare il grado di inquinamento di città e campagne: Le api di un alveare perlustrano un territorio abbastanza ampio, anche di tre chilometri e, portano a casa sostanze inquinanti; molti veleni si rivelano analizzando il miele. Nei loro corpi si trovano residui di pesticidi, nel polline metalli pesanti, residui di fitofarmaci irrorati sulle piante. Ma non è tutto: le api non sono esseri «inferiori»: il loro occhio, come quello delle mosche, è più acuto del nostro, può percepire oltre 200 impressioni ottiche al secondo, il nostro a malapena 20. Sono sul pianeta da milioni di anni, «sensori viaggianti», sentinelle ecologiche per eccellenza.
Viva le api!
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655656657658659660661662663664665666667

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.