**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

11.6.2015

Hope rinoceronte salvata

Dopo averla trovata gravemente ferita ma ancora viva nella riserva in Sudafrica l'hanno chiamata Hope, «Speranza». Oggi il rinoceronte femmina di quattro anni si sta riprendendo, accudita dai veterinari.
Il suo caso è in assoluto il più grave mai trattato dal team della riserva: una ferita di 50 centimetri sul muso dell'animale, in coincidenza di dove prima c'erano le corna. Hope ha dovuto subire un'operazione per rimuovere i tessuti morti, poi i veterinari le hanno fissato una copertura in fibra di vetro sulla ferita.
Per strapparle il corno - merce preziosa soprattutto in Asia perchè si ritiene abbia proprietà curative - i bracconieri la hanno probabilmente sedata con del tranquillante.
«Speriamo di essere riusciti a salvare Hope e che lei possa tornare in natura. Se la rinoceronte riuscirà a partorire anche dei piccoli, potrà dare un contributo importante per la sopravvivenza della sua specie». Hanno detto i medici dell'università di Pretoria.
Adesso Hope è stata trasferita in un'altra riserva, ma non è ancora fuori pericolo. Secondo i veterinari, ci vorrà almeno un altro anno prima che guarisca definitivamente. Se volete vedere Hope www.prontofido.net

10.6.2015

Nel Quebec gli animali sono "esseri senzienti"

Oggi il magazine si sposta nel Quebec dove gli animali sono considerati «esseri senzienti» a tutti gli effetti, non più proprietà privata.
Il testo della legge approvata dall'assemblea nazionale dice che «gli animali non sono cose. Sono esseri senzienti e hanno bisogni biologici» e si applica a tutti gli animali domestici e da allevamento, ma anche ad alcuni animali selvatici.
«Gli allevatori devono prendersi più cura dei loro animali e accertarsi che vengano trattati con dignità, dal momento in cui nascono al momento in cui muoiono», ha detto il Ministro dell'agricoltura Pierre Paradis. La legge dà agli ispettori il potere di obbligare chiunque a mostrare loro gli animali, nel caso in cui ci siano «ragionevoli indizi» per sospettare che siano maltrattati.
Per quanto riguarda le pene per i cattivi padroni, la legge prevede multe fino ai 250 mila dollari, che possono essere duplicate o triplicate per chi commette più volte il crimine. Il giudice, a sua discrezione, potrà anche decidere per la galera fino a 18 mesi per i recidivi.
Prendiamo esempio!!!

9.6.2015

Anche loro sono invidiosi

Anche i cani provano invidia. Un'equipe di ricercatori viennesi è riuscita a dimostrare che i cani sono in grado di provare questo sentimento, finora riscontrato soltanto negli esseri umani e nei primati, con un semplice esperimento. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista dell'Accademia americana delle Scienze, Pnas, ed ha avuto ampio spazio sulla stampa inglese.
Ecco come si è svolto il test: Gli studiosi hanno preso diverse coppie di cani alle quali hanno chiesto di «dare la zampa». Dapprima ambedue i cani venivano premiati con un pezzo di cibo dopo aver «stretto la mano» al ricercatore, poi soltanto uno riceveva il cibo e l'altro no. Quello che non veniva premiato, presto smetteva di dare la zampa ed era infastidito tutte le volte che invece al compagno veniva dato del cibo. In assenza del cane che continuava ad essere premiato però, il cane «invidioso» continuava a dare la zampa al ricercatore

8.6.2015

Vaccinazione in ritardo

"Salve dott. Minetti Ho una cagnolina di 5 anni regolarmente vaccinata, a maggio ho il richiamo per la filaria posso ritardare di un mese o faccio correre un pericolo alla mia cagnolina?la ringrazio anticipatamente ALESSIA" Risponde il Dottor Emanuele Minetti Medico Veterinario a Milano
"Buongiorno Alessia, in effetti la domanda è molto pertinente perchè a seconda di dove il cane vive durante i mesi fra aprile e novembre (mediamente) ed a seconda della vita che conduce le strategie possone essere diverse.
Infatti la filariosi è una malattia che una volta era fondamentalmente confinata alla pianura padana ed alle zone particolarmnte umide e infestate dal vettore della malattia nel cane mentre ora essa riguarda aree una volta totalmente idenni.
Infatti la Dirofilaria immitis (così si chiama il patogeno pericoloso) non è un virus od un batterio ma un parassita, un verme, che da adulto vive nel cuore e nei vasi polmonari del cane e del gatto e viene trasmesso da cane malato a cane sano dalle zanzare che pungono il primo e poi vanno a pungere il secondo.
Sono disponibili da decenni farmaci che se ben somministrati consentono di impedire tale malattia quasi al 100%: non esiste un "vaccino" ma solo molecole come farmaci per via orale, per via transcutanea (spot on), per via iniettiva sottocutanea deposito.
In base al farmaco prescelto, a quanto detto sopra sulla epidemiologia (cartina/mappa del riscgio epidemiologico) il medico veterinario in accordo con il proprietario stabilisce una strategia adatta all'animale: come sempre quando si parla di prevenzione la raccolta attenta dei dati del paziente consente la scelta giusta, nè esagerata nè che lasci scoperto l'animale verso la malattia. E poichè combia il clima bisogna aggiornanrsi ogni anno su cosa dare e come darlo."
Cari saluti. Dr Emanuele Minetti - Viale Monetcenri 64 Milano www.biessea.com
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.