**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

8.7.2015

I cani “pensionati” e la loro casa di riposo

Insieme ai cani sappiamo che invecchiano anche i padroni, che molto spesso non sono più in grado di accudire i loro amici a quattro zampe.
Per questa ragione un gruppo di volontarie del Maryland, in Usa, ha fondato una struttura che si occupa di accogliere proprio le bestiole che i loro padroni non sono più in grado di tenere in casa.
Sher Polvinale, la direttrice del rifugio per cani «in pensione», e il suo team riescono a prendersi cura di circa 25 cani contemporaneamente, assicurandosi che trascorrano i loro ultimi giorni felici e in un ambiente amorevole. «Accogliamo cani anziani, che provengono dai canili ma anche da privati. Li accudiamo nell'ultima fase della loro vita, assicurandoci che sia tranquilla e con tutte le cure necessarie».
I cani accuditi spesso sono malati, molti di loro hanno problemi di incontinenza, patologie cardiache e respiratorie, alcuni non sono più in grado di camminare e hanno bisogno di una sedia a rotelle su misura.
Molti hanno bisogno di cure, anche molto costose, che vengono finanziate grazie alle donazioni. Sher si occupa di tutto ed è sempre pronta a far fronte a ogni necessità dei suoi ospiti a quattro zampe, con l'aiuto di alcune volontarie che ormai sono diventate persone di famiglia.
Salutiamo i nostri vecchietti

7.7.2015

Estate: abbandono di pesci esotici e tartarughe

Non solo cani e gatti. Questo è il titolo del Magazine di oggi. Sto parlando ovviamente e ancora di abbandoni estivi, ma questa volta allarghiamo la cerchia delle vittime, e parliamo di pesci esotici e tartarughe d'acqua che vanno a popolare fiumi, laghi e torrenti. Sapete che il numero di questi animali lasciati al loro destino è in proporzione enorme rispetto ai cani e gatti che ogni anno vengono “mollati” dai loro padroni?
Pensate che solo lo scorso anno complessivamente sono stati oltre 16.000 le tartarughe d'acqua lasciate nei torrenti e nei laghetti dei parchi pubblici italiani e quest'anno secondo le prime stime il numero delle testuggini che lasceranno i terrari domestici per finire nei parchi pubblici sarà sensibilmente alto.
Non è tutto: stesso problema per quanto riguarda i pesci tropicali, ogni anno sono almeno 15.000 gli acquari che vengono versati nei mesi estivi nei corsi d'acqua e nei laghi italiani. L'orrore estivo come vedete è infinito.

6.7.2015

Il mio cane si gratta troppo

"Gentile Dottore Minetti,conformemente alle regole del sito, le chiedo un parere e non una diagnosi. Il mio cane è un meticcio di media taglia che ha 11 anni. Da circa un anno si gratta, si mordicchia agli arti ed emana un cattivo odore. Diversi veterinari hanno escluso funghi e patologie più serie come la leishmania. L'unico farmaco che ha un certo effetto è il cortisone. Negli ultimi giorni il cane accusa anche una strana stanchezza ed ha un pelo opaco." Risponde il dottor Emanuele Minetti Medico Veterinario a Milano:
"Buongiorno, nei cani anziani le patologie che possono portare a sintomi dermatologici come quelli descritti sono davvero molte, da quelle ormonali (tiroidee, surrenaliche, della sfera sessuale...), a quelle metaboliche (malattie renali, epatiche, eccetera) sino alle vere allergie, quindi alla
sfera delle malattie immunitarie (ed autoimmuni).
Se la situazione che lei descrive è responsiva al cortisone ritengo però abbastanza probabile che il cane abbia sviluppato una "atopia", cioè una allergia ad uno o più allergeni ambientali, quali pollini, acari, piante, eccetera .
E' necessario eseguire un iter diagnostico molto preciso, ed anche devo dire un poco costoso, onde arrivare ad una diagnosi precisa e per poter definire una terapia eziologica corretta.
Credo sia bene lei si rivolga ad un medico veterinario che abbia un college europeo, od un diploma equivalente, in dermatologia veterinaria.
Cari saluti".
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri 64, Milano
www.biessea.com

"

3.7.2015

Gatto che ha paura dei rumori

"Oggi rispondiamo ad una mail di Silvana; Abbiamo una micina di cinque anni è curatissima e amatissima che da qualche tempo sembra sempre spaventata scatta ad ogni minimo rumore e da qualche giorno si accuccia in cucina fra le gambe del tavolo quasi a nascondersi. che devo pensare? GRAZIE Silvana". La parola alla dott. Sabrina Giussani Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. La paura dei rumori è un sintomo che può essere legato a molteplici situazioni. Dal punto di vista comportamentale quando una paura compare all'improvviso, è possibile ipotizzare la presenza di un evento traumatico. In questo caso, un rumore violento e protratto nel tempo, vissuto per esempio dalla micia quando i proprietari sono assenti, può aver originato il comportamento osservato dalla Signora Silvana. La micia, non trovando conforto e riparo presso i membri della famiglia, ha escogitato un modo per “difendersi” e si è nascosta sotto il tavolo della cucina. Oppure, il sintomo rilevato può essere legato alla presenza di una malattia organica. Per esempio, l'alterazione della funzione della tiroide, quando la malattia è nelle sue fasi iniziali, può provocare agitazione e paure immotivate. Consiglio alla Signora Silvana di rivolgersi a un Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale per realizzare una visita comportamentale. Così facendo sarà possibile realizzare specifici esami ed emettere una diagnosi che permetterà al Clinico di impostare un percorso riabilitativo per ridurre il disagio della gatta. Nel frattempo è necessario non disturbare la micia quando è nascosta ma farle sentire la nostra presenza parlandole o coccolandola. Arrivederci alla prossima settimana."

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.