**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

3.7.2015

Gatto che ha paura dei rumori

"Oggi rispondiamo ad una mail di Silvana; Abbiamo una micina di cinque anni è curatissima e amatissima che da qualche tempo sembra sempre spaventata scatta ad ogni minimo rumore e da qualche giorno si accuccia in cucina fra le gambe del tavolo quasi a nascondersi. che devo pensare? GRAZIE Silvana". La parola alla dott. Sabrina Giussani Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. La paura dei rumori è un sintomo che può essere legato a molteplici situazioni. Dal punto di vista comportamentale quando una paura compare all'improvviso, è possibile ipotizzare la presenza di un evento traumatico. In questo caso, un rumore violento e protratto nel tempo, vissuto per esempio dalla micia quando i proprietari sono assenti, può aver originato il comportamento osservato dalla Signora Silvana. La micia, non trovando conforto e riparo presso i membri della famiglia, ha escogitato un modo per “difendersi” e si è nascosta sotto il tavolo della cucina. Oppure, il sintomo rilevato può essere legato alla presenza di una malattia organica. Per esempio, l'alterazione della funzione della tiroide, quando la malattia è nelle sue fasi iniziali, può provocare agitazione e paure immotivate. Consiglio alla Signora Silvana di rivolgersi a un Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale per realizzare una visita comportamentale. Così facendo sarà possibile realizzare specifici esami ed emettere una diagnosi che permetterà al Clinico di impostare un percorso riabilitativo per ridurre il disagio della gatta. Nel frattempo è necessario non disturbare la micia quando è nascosta ma farle sentire la nostra presenza parlandole o coccolandola. Arrivederci alla prossima settimana."

2.7.2015

Il ponte degli scoiattoli

Sapevate che esiste un ponte degli scoiattoli a Washington che è entrato nella classifica dei luoghi storici e tesori nazionali insieme all'Empire State Building? Proprio così è il ponte degli scoiattoli di Longview, costruito nel 1963 da un costruttore locale, Amos Peters, che l'ha realizzato per permettere ai piccoli animali di attraversare una strada molto trafficata senza rischiare di essere investiti dalle auto. Incidenti del genere purtroppo da quelle parti accedevano troppo spesso.
A differenza della maggior parte dei ponti per scoiattoli che hanno semplicemente un pezzo di corda legato agli alberi, questo ponte è una struttura progettata proprio per essere un ponte in miniatura. Per questo è costato circa mille dollari. Dopo vent'anni di utilizzo, nel 1983 Amos Peters ha riparato la sua creazione, mentre disegnatori e bambini si sono impegnati per ridipingerlo.
Un anno dopo il costruttore è morto, ma alla sua memoria è stato dedicato il monumento a forma di scoiattolo a pochi metri dal «Nutty Narrows». E oggi sono molti i visitatori che giungono Longview per osservare la struttura, o scattare foto agli scoiattoli che insegnano ai loro piccoli come percorrerla.

1.7.2015

Intossicazioni alimentari

Le intossicazioni alimentari non sono un problema solo umano: anche i nostri amici a quattro zampe sono a rischio, se mangiano cibi che sono contaminati da batteri. Due di questi, Salmonella e Listeria, sono particolarmente pericolosi sia per gli uomini che per cani e gatti. E il principale fattore di rischio è mangiare alimenti crudi.
A lanciare l'allerta sono gli esperti della Food and Drug Administration (Fda) statunitense. Il cibo crudo, per i “pet”, «è rappresentato principalmente da carne, ossa e organi crudi – che possomo contenere microrganismi a rischio infezioni. Non solo, il cibo crudo può far stare male i nostri animali anche se non viene manipolato correttamente. Gli esperti non credono che l'alimentazione con cibi crudi per gli animali domestici sia coerente con l'obiettivo di proteggere il pubblico dai rischi significativi per la salute». Ecco perchè l'agenzia raccomanda la cottura di carne e pollame per uccidere i batteri nocivi prima di dare la “pappa” al cane o al gatto.
Gli esperti ricordano inoltre i sintomi di salmonellosi negli animali, che sono: vomito, diarrea, febbre, perdita di appetito, diminuzione del livello di attività. Mentre i sintomi della listeriosi sono nausea, diarrea, febbre, a volte disturbi neurologici. E ricordano: «Anche se il cane o il gatto non si ammalano, possono diventare portatori di Salmonella e trasferire i batteri nell'ambiente, e quindi le persone possono ammalarsi dal contatto con l'ambiente infetto».
Ricordiamolo quando prepariamo loro la pappa

30.6.2015

Trippa per gatti

Sapevate che il modo di dire “Non c'è trippa per gatti” usato per sottolineare una totale mancanza di fondi economici, fu coniato dal sindaco di Roma Ernesto Nathan che, nel corso di un suo intervento, faceva notare che per problemi economici era stato perfino soppresso il modesto contributo con cui il Comune manteneva le colonie feline che abitavano gli scavi archeologici?
Ma oggi possiamo finalmente dire che la trippa per gatti è tornata, ad annunciarlo è stato il sovrintendente ai Beni Archeologici che ha affermato: Sì, nel nostro bilancio abbiamo una modesta voce in cui prevediamo anche un piccolo aiuto per i gatti delle nostre aree archeologiche. Anche se il futuro di queste colonie feline dipende soprattutto dall'impegno e dalla buona volontà delle cosiddette “gattare”.
Pensate che i gatti che vivono a Roma sono 300.000, di cui 180.000 vivono in casa, 120.000 sono randagi e 4.000 nelle colonie feline.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.