**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

19.1.2015

Il mio gatto si lecca troppo

Stefania ci ha scritto perché il suo gatto di 8 anni quando arriva la primavera si lecca insistentemente il pelo e lo stacca a ciuffi. Potrebbe essere stress? C'è un rimedio per curarlo? Risponde il dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano in via Monteceneri 64.
"Se il prurito si presenta regolarmente e stagionalmente è possibile che non sia quello che viene definito "stress" (in modo non molto corretto) ma che sia invece una forma di allergia stagionale. Voglio in questa occasione sottolineare che come la primavera è l'inizio di una stagione di allergie per noi uomini (con molti sintomi diversi possibili, dalle riniti, alle congiuntiviti, alle dermatiti...) lo è anche per i nostri animali domestici, in particolare per il cane, il cavallo ed il gatto.
Quindi è facile che il suo gatto sia diventato "atopico vero" negli anni, ed in presenza di un determinato polline (od altro, cosa da indagare) manifesti un intenso prurito che lo porta a leccarsi con foga ed a autotrumatizzarsi.
Sparita la causa sparisce il sintomo prurito e lui torna normale.
Sarebbe pertanto meglio rivolgersi ad un veterinario che si occupa di dermatologia e sottoporre l'animale ad esami per le allergie, oggi molto validi ed utili per mettere a punto una vera terapia mirata con la desensibilizzazione. Cari saluti"

16.1.2015

E' arrivato un secondo cane!

Oggi qui al magazine degli animali rispondiamo alla mail di Elena che ci ha scritto perché il suo cane ha iniziato a sporcare in casa da quando la famiglia si è allargata, ovvero, quando un nuovo cucciolo è stato adottato. La linea a Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila:
Cara Elena, devi sapere che i cani sono molto abitudinari e di conseguenza molto sensibili ai cambiamenti.
Il tuo cane era l'unico animale all'interno della famiglia e non ha mai avuto motivo di mettersi in competizione con altri. Da qualche tempo però, è arrivato un nuovo amico a 4 zampe, e questo ha portato il cane “anziano” (chiamiamolo così….),a dover cambiare il suo modo di pensare.
Sicuramente la compagnia di un suo simile lo sta rendendo felice sotto l'aspetto più semplice, ovvero quello del divertimento, ma quando poi i giochi finiscono ci si ritrova in due a dover condividere gli stessi spazi e le stesse attenzioni. E questo per il cane Anziano risulta essere difficile da accettare.. la condivisione.. Questa sconosciuta..
La nuova condizione lo porta quindi a sentire il bisogno di riaffermare la propria presenza all'interno della famiglia. E come fa ad imporre la sua presenza? Marcando qua e la, facendo in modo che il suo odore sia sempre a portata di naso.
Farlo abituare ai cambiamenti e cercare di mantenere un equilibrio nel dosare le attenzioni, potrebbe essere una soluzione. Ma un educatore cinofilo in carne ed ossa potrebbe capire con certezza se la situazione è proprio quella ipotizzata da me o meno ed intervenire nel modo corretto.

15.1.2015

Cucciola aggressiva

"Ho tre cani una di 1 anno, uno di 9 e l'ultima di ben 13 anni. La "Cucciolotta" ultimamete è diventata aggressiva ed ha aggredito tre volte il cane più vecchio, è nata in cattività e io l'ho presa dal canile all'età di 4 mesi, non è strerilizzata. Come mai ha questi comportamenti aggressivi? Ho paura di dovermene separare per questo problema, ma può esserci possibilità che cambi? Come devo fare? mi piange il cuore" Risponde la dottoressa Sabrina Giussani Medico veterinario esperto in comportamento animale:
Buongiorno Loredana. Buon anno a te e a tutti gli ascoltatori. Le dinamiche comunicative all'interno di un gruppo di cani non sono facili da interpretare. Il gruppo descritto dall'ascoltatrice è misto poiché composto da una famiglia (una mamma anziana con il proprio figlio) e una giovane adolescente non imparentata con gli altri. L'ultima arrivata potrebbe aggredire la femmina più anziana per molti motivi differenti. Può essere che l'anziana abbia tenuto la cucciola sempre a distanza minacciandola e ringhiandole. Così facendo le ha fatto apprendere uno stile comunicativo di tipo autoritario e ora, la cucciola diventata adolescente, restituisce tutte le sgridate che ha ricevuto. Oppure il cane anziano mostra un'alterazione del comportamento legata per esempio a una demenza senile: non rispetta le distanze sociali, calpesta la giovane, le ruba il cibo dalla ciotola o i giocattoli. Il calore, inoltre, peggiora la situazione favorendo un'instabilità emozionale. Consiglio all'ascoltatrice di realizzare una visita presso un medico veterinario esperto in comportamento così che sia possibile conoscere il gruppo di cani e comprendere le loro dinamiche comunicative. Separarsi dalla cucciola potrebbe non essere necessario.
Alla prossima settimana, arrivederci a tutti!



15.1.2015

Pet therapy in aeroporto

La paura del volo si combatte con la pet therapy, ovvero con l'aiuto degli animali. Ma ecco i fatti: è partita per la prima volta in Italia all'aeroporto di Genova Cristoforo Colombo un'iniziativa già sperimentata in Canada e in Usa: cani addestrati, accompagnati da volontari dell'associazione Archi (psicologi, educatori cinofili, infermieri, operatori sociosanitari) andranno a scodinzolare allegramente tra quanti stanno per partire ma anche tra chi aspetta i passeggeri con il compito di ridurre lo stress da paura e da attesa. Il progetto «Pet Therapy in Aeroporto», prevede la presenza di sedici animali a turno due volte la settimana, martedì dalle 8 alle 11 e domenica dalle 16 alle 19, per un periodo di tre mesi.
Ricordiamo che il fenomeno dell'aerofobia è diffuso anche tra le persone abituate a utilizzare regolarmente l'aereo come mezzo di trasporto. Questa fobia risulta più comune tra le donne che tra gli uomini. Il 33% di chi ha volato almeno una volta dichiara di avere avuto paura, mentre il 10% delle persone dichiara che non salirà più su un aereo».
Aspettiamo la pet therapy anche negli altri aeroporti italiani. È tutto
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.