**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

5.1.2015

I vegetariani sono più sensibili alle sofferenze

Oggi qui al Magazine parliamo di alimentazione: dieta onnivora e dieta vegetariana o vegana.
Sembra che chi mangia solo verdure ed evita la carne e i prodotti derivati da animali, è maggiormente sensibile verso la sofferenza umana e animale rispetto a chi invece mangia di tutto. Lo hanno dimostrato recentemente i ricercatori del San Raffaele di Milano, in collaborazione con l' Università di Ginevra e Maastricht.
Secondo lo studio, coordinato da Massimo Filippi e da Mara Rocca, «l'attività encefalica degli individui che hanno deciso di escludere dalla loro dieta anche in parte l'utilizzo di derivati animali per ragioni etiche, coinvolge differenti circuiti neurali in seguito all'osservazione di scene di sofferenza umana o animale rispetto a quanto accade in chi non ha compiuto tale scelta».
Gli scienziati hanno evidenziato, tramite risonanza magnetica funzionale, che rispetto a soggetti onnivori «i vegetariani e i vegani presentano una maggiore attivazione di aree del lobo frontale del cervello associate allo sviluppo e alla percezione di sentimenti empatici.
E' una cosa che fa pensare.

2.1.2015

Perchè Fido da la zampa?

Giacomo di Pavia ci ha inviato la seguente domanda “Perché alcuni cani danno la zampa?”
I nostri esperti ci hanno spiegato che questo atteggiamento deriva da una motivazione etologica infantile caratteristica dei cuccioli che, per favorire l'erogazione del latte dalle mammelle materne, devono premere alternativamente con le zampe anteriori, questo movimento rimane poi impresso nella loro memoria per tutta la vita.
In particolari momenti questa particolare reminiscenza torna a galla esibendola nell'atto apparente di dare la zampa.
E' un gesto rivolto non solo agli esseri umani ma anche ai propri simili, il cui significato è una manifestazione di dipendenza, una richiesta d'aiuto, la richiesta di conforto psichico e, in senso lato un segno di sottomissione in situazioni di disagio o difficoltà.

31.12.2014

No ai botti se ci sono animali

La tradizione dei fuochi per festeggiare la fine dell'anno, provoca gravi danni agli animali che sono soggetti a crisi di panico e a tentativi di fuga per il terrore generato dai botti. Sentiamo qualche consiglio su come fare per tentare di tranquillizzarli da Daniela Lisi:
Ecco alcuni consigli pratici per le diverse situazioni:
Se il vostro cane vive in giardino:
- assicuratevi che non possa fuggire dalla recinzione e che non ci siano buchi nei quali possa rimanere incastrato;
- non legatelo per paura che scappi, potrebbe strozzarsi;
- se potete lasciatelo in una stanza della casa o comunque in un posto protetto.. il box, la cantina etc.. magari lasciando la luce accesa.
Se il vostro cane vive in casa e anche voi resterete con lui:
- durante tutta la serata tenete musica o televisore accesi;
- non lasciate il cane da solo in una stanza ma fate in modo che vi veda e che sappia che voi ci siete in caso di necessità;
- quando vedete che inizia ad andare in ansia, quindi, respira a bocca aperta, sbava, trema, fissa il muro etc.. non consolatelo con voce e carezze, fategli solo sentire la vostra presenza, mostrate la vostra indifferenza ai botti ma se il cane cerca il vostro sguardo concedeteglielo mi raccomando!
- cercate di assecondarlo nella ricerca di un luogo nel quale si senta sicuro e protetto. Il mio cane ad esempio in questi momenti fa di tutto per infilarsi sotto il lavandino della cucina..;
Se il vostro cane vive in casa ma a mezzanotte sarà solo:
- cercate di chiudere bene finestre e balconi;
- lasciate televisione o radio accese ad alto volume;
- se conoscete un posto dove si sente al sicuro lasciate che questo sia accessibile;
Due consigli in generale:
- se avete un cane particolarmente fobico o con problemi di cuore consultate il vostro veterinario che all'occorrenza vi prescriverà dei tranquillanti da dare qualche ora prima della mezzanotte.
- quando uscite con il cane, anche nei prossimi giorni, tenetelo sempre al guinzaglio.. perché sarà più sensibile a qualsiasi rumore per qualche giorno..
Da tutto lo staff del Magazine auguri di un anno migliore per noi e per i nostri amici animali.

30.12.2014

I nostri amici

Sappiamo benissimo, e l'abbiamo ripetuto più volte qui al Magazine degli animali, che un cane è un autentico toccasana per un single. Se a qualcuno può sembrare troppo impegnativo Spartia Piccino, presidente dell'associazione Pet Therapy suggerisce altre compagnie di piccoli animali meno faticose.
Il coniglio per esempio calma l'ansia. Indifeso e tenero non provoca reazioni di paura e accudirlo favorisce il senso di responsabilità. Gli studi hanno visto che quando lo si accarezza la pressione scende.
Passiamo al pappagallo vero e proprio antidepressivo. Il suo carattere socievole favorisce il buonumore. In più stimola l'attenzione e la capacità di concentrazione del padrone.
I pesci invece combattono lo stress. Pare infatti che osservare un acquario e i suoi abitanti aiuta a sviluppare nell'organismo sostanze antistress che abbassano il battito cardiaco, riducendo tachicardie e tensioni muscolari.
Tutto chiaro? Non ci sono più scuse per non adottare subito un animale. E tutto
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.