**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

15.10.2014

Il significato di Bau

Un gruppo di scienziati ungheresi ha elaborato un programma di computer in grado di “tradurre” l'abbaiare dei cani.
I diversi modi di abbaiare sono stati registrati sul computer e un software ne ha poi analizzato le differenze. Il computer ha identificato correttamente le diverse situazioni nel 43 per cento dei casi.
Il software ha analizzato più di 6.000 abbaiamenti in sei diverse situazioni: lotta, sconosciuto, cammino, solo, palla e gioco.
Lo studio ipotizza quindi che i cani abbaino in modo diverso a seconda del diverso stato emozionale. In un secondo test, al computer si chiedeva di riconoscere i singoli cani dal diverso tipo di abbaiare, anche qui il computer ha identificato il cane nel 52 per cento dei casi.
I ricercatori vogliono adesso mettere a confronto il diverso abbaiare delle differenti specie per capire cosa abbiano in comune.

14.10.2014

No un secondo Excalibur

Non ci sarà un secondo caso Excalibur il cane abbattuto dalle autorità spagnole di proprietà dell'infermiera Teresa Romero, primo caso di persona contagiata in Europa. La vita invece è salva per il cane di uno degli operatori sanitari risultati positivi al virus Ebola dopo essere entrato in contatto con Thomas Duncan, il paziente zero. Il sindaco Mike Rawlings, ha deciso di mettere al sicuro il quattrozampe per un'eventuale ed auspicabile reunion con il suo proprietario: «Il cane è molto importante per il suo proprietario e vogliamo che stia al sicuro».
Il cane, di cui non è stato diffuso il nome e razza, era rimasto nell'appartamento dell'uomo contagiato. Ora gli operatori sanitari che dovranno provvedere a decontaminare l'abitazione lavoreranno a stretto contatto con i funzionari della Society for the Prevention of Cruelty to Animals per mettere in sicurezza il cane.
Vi terremo informati

13.10.2014

Cucciolo con petto piatto

Ecco la mail per il veterinario: Buongiorno dottor Minetti, il mio cucciolo di pastore tedesco di circa tre mesi presenta le zampe anteriori che si allargano quando cammina su pavimenti un po' scivolosi. Un mio amico mi ha detto che si tratta di petto piatto e di non preoccuparmi Chiedo se posso stare tranquillo per il futuro del cucciolo.
"Buongiorno, tutto è possibile, sia che il suo cane NON abbia proprio nulla sia che abbia invece una patologia da diagnosticare e poi curare.
Come detto milioni di volte però le visite e le diagnosi non si fanno nè a chiacchere, nè ai giardinetti nè via mail ma SOLO ED ESCLUSIVAMENTE portando l'animale da un bravo medico veterinario, nel caso specifico meglio se esperto di ortopedia.
Quindi lei saprà cosa e come fare per il suo cucciolo non sentendo i pareri di terze persone (non certamente preparate e competenti ed abilitate dopo anni ed anni di studio pesante) ma solo seguendo un veterinario: questo solo ed esclusivamente per il bene del cane sulla cui salute non abbiamo diritto di fare nulla se non essere dei bravi "papà". Spero mi abbia compreso bene, senza alcuna polemica.
Cari salutiDr Emanuele Minetti Milano"

10.10.2014

Levrieri: cani senza speranza?

Il 12 ottobre si terrà a Chiuduno pr. Bergamo IL DOG SHOW DEL BASTARDINO, dove sarà possibile adottare i levrieri spagnoli, cani sfortunati. Ma vogliamo saperne di più da D.Lisi la nostra educatrice cinofila.
"Buongiorno Loredana, cerco di darvi alcune informazioni su questa stupenda razza che io personalmente conosco e adoro.. infatti la mia famiglia è composta da un galgo, un podenco ed un whippet.
La storia dei Galgos è molto triste tanto quanto quella dei Greyhounds e dei Podencos.
Nello specifico i Galgos sono tra i più comuni cani da caccia utilizzati in alcune regioni spagnole da settembre a gennaio, come “strumento” per la cattura della lepre. Hanno una speranza di vita mediamente di tre, cinque anni, dopodiché la fine non è delle migliori. I più dotati vengono utilizzati per la riproduzione.
La selezione dei cani inizia sin da cuccioli con l'eliminazione di tutti quei soggetti che appaiono non adatti a svolgere il compito per il quale sono stati allevati. I cani delicati, timidi, che hanno paura dei colpi di arma da fuoco o quelli troppo aggressivi che tendono a mangiare la preda, vengono uccisi subito o abbandonati al loro destino. Quelli che si mostrano adatti alla caccia, invece, avranno una vita comunque non facile, perché spesso tenuti rinchiusi in luoghi ristretti e bui senza essere nutriti, così da essere affamati una volta al lavoro. Duro lavoro, durante il quale spesso subiscono ferite dovute a frustate o spari.
Come anticipato prima, alla fine della loro carriera i più fortunati vengono utilizzati per la riproduzione o abbandonati, mentre altri purtroppo subiscono una morte atroce: vengono gettati vivi nei pozzi, impiccati agli alberi o legati alla macchina e trascinati… Nelle regioni più arretrate, invece, in nome di una vecchia tradizione, alla fine della stagione di caccia il cacciatore deve eliminare, il più perfidamente possibile, il galgo che non lo ha ingrassato a sufficienza o che ormai è troppo vecchio.
Concludendo, forse alcuni di voi penseranno che anche in italia ci sono tantissimi cani sfortunati che hanno diritto di far conoscere la loro storia ma credo che per una volta possiamo non generalizzare e dedicare questo spazio a dei meravigliosi compagni di vita: i Levrieri."

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.