**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

22.12.2014

Pericolo leishmaniosi

Salve dottor Minetti, ho scelto un cane tra i mille annunci di adozione che circolano in rete.
Ho letto che la sua specializzazione sono le malattie parassitarie.
Il cane è affetto da leismaniosi, ma attualmente ha finito la terapia e i volontari lo sottoporranno nuovamente ad analisi per il controllo.
Le domando se la malattia sè trasmissibile dal cane all'uomo e se è cosi, cosa si può fare per evitarlo.
Firmato Annamaria. A Questa mail, arrivata alla pagina del veterinario, risponde il dottor Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano:
"Buongiorno Annamaria, la possibilità di trasmissione diretta della Leishmaniosi dal cane all'uomo è praticamente ridotta a zero in condizioni normali ed in persone sane non immunocompromesse (caso nel quale sconsiglierei per pura precauzione l'adozione con conseguente convivenza).
Il problema è invece che lei sappia che il nuovo cane non guarirà realmente mai, pur se magari lo sarà apparentemente, che dovrà regolarmente eseguire controlli ed analisi con relativi costi ed impegno di tempo, e che se mal curato potrà diventare un problema per altri cani, ovviamente se è presente il vettore della Leishmaniosi - il papataccio - che vivono nella sua zona.
Si faccia dare subito tutti documenti possibili ed immaginabili dello stato di salute del cane: chiami i veterinari curanti e ne parli con loro o meglio li metta in contatto con il suo medico veterinario di fiducia che deve poter accedere alla documentazione clinica originale, per stabilire da subito una eventuale strategia clinica.
Non sottovaluti il fatto che lei deve essere pienamente informata di ogni anche più piccola cosa che riguardi la salute del cane perchè la sua scelta finale sia totalmente consapevole e serena, senza inutili allarmismi ma anche senza brutte sorprese. Emanuele Minetti Medico veterinario."

19.12.2014

Ha 3 mesi e mi mordicchia

All'indirizzo prontofido@prontofido.net è arrivata questa mail di Olga che chiede lumi sui fiori di bach. Io ho una cagnolina di 3 mesi 1/2 che quando mi siedo sul divano o sul letto lei puntualmente mi salta in testa incomincia a mordermi i capelli le orecchie e le mani. Preciso che anche con mio marito lo fa ma appena la sgrida smette, con me oltre a mordicchiarmi abbaia a non la smette fino a che non mi alzo. I fiori di bach possono servire anche nel mio caso? Grazie mille Olga. Sentiamo che ne pansa la Dottoressa Pieroni Medico Veterinario ed esperta in Fiori di bach. Buongiorno dottoressa ad Olga sono consigliati i fiori di bach??
"Si Olga,i Fiori di Bach possono servire anche nel suo caso, ma prima dei Fiori e' necessario che lei corregga il suo comportamento nei confronti del suo cucciolo che a tre mesi sta cercando di capire qual' e' il suo ruolo nella famiglia. Per i cani il concetto di branco e' essenziale e sembra aver capito che suo marito non si lascia comandare,quindi e' il capobranco,,mentre verso di lei sta' cercando di... addestrarla,quindi prendere il suo posto e comandare a sua volta. Questo atteggiamento e' dovuto a segnali permissivi che ,lei Olga ,in buona fede, sta' inviando alla cucciola che agisce di conseguenza.
Pertanto prima di tutto lei deve assumere,come suo marito,il ruolo del capobranco e per far questo ci sono tanti gesti,come mangiare prima,uscire prima dalla porta e tanti altri che puo' trovare su libri che trattano l' argomento o farsi aiutare da una figura esperta.
Vedra' che questo suo cambiamento,se corretto, verra' recepito subito dalla cucciola e solo allora si potra'

18.12.2014

Ghepardo: animale in estinzione

Oggi ospite del magazine è il ghepardo. Sì perché è allarme estinzione per il più veloce tra i mammiferi che vivono sulla terraferma e che una volta popolava Asia e Africa. Oggi, sono 100 gli individui che resistono all'estinzione in Asia mentre in Africa, i territori in cui vivono si sono ridotti al 23% del totale. A lanciare un Sos è Laurie Marker, fondatrice e direttore del Cheetah Conservation Fund in Namibia,
«Se le nuove generazioni non si prenderanno cura di questa affascinate specie, il ghepardo scomparirà in meno di 20 anni - dichiara Laurie Marker - Per la conservazione della biodiversità e per la salute del pianeta, è necessario che zoo e scuole di tutto il mondo ci aiutino a suscitare interesse in bambini e ragazzi».
A febbraio 2015, la Marker sarà in Italia, ospitata presso il Parco Natura Viva di Bussolengo che ospita Teo, Duma e Mookane, tre giovani maschi di ghepardo. Il Parco fa parte del Programma Europeo di Conservazione delle Specie Minacciate e collabora e sostiene da anni il Cheetah Conservation Fund. L'incontro di febbraio sarà l'occasione per discutere dell'opportunità di istituire una banca per la conservazione genetica di mammiferi in pericolo estinzione.
Vi ricordo che se volete riascoltare il magazine degli animali www.prontofido.net

17.12.2014

Pellicce tossiche per bimbi

«Sostanze tossiche pericolose» e «possibili agenti cancerogeni» nella pelliccia di alcuni capi d'abbigliamento per bambini anche inferiori a 36 mesi. Lo denuncia Lav, che ha commissionato una analisi di laboratorio denominata `Toxic Fur 2´. I capi analizzati fanno riferimento a famosi brand «Ancora una volta la Lav ha dimostrato che le pellicce animali sono sofferenza sia per gli animali sia per l'ambiente e che possono essere dannose anche per chi le indossa - afferma Simone Pavesi, responsabile Lav Campagna Pellicce - La lavorazione delle pellicce prevede infatti l'impiego di sostanze chimiche classificate come tossiche e cancerogene e che, inevitabilmente, in alcuni casi possono essere presenti in forma residua anche nel prodotto finito immesso sul mercato e indossato da adulti e bambini, con diversi gradi di rischio per la salute. I consumatori possono limitare l'esposizione a queste sostanze pericolose evitando di indossare e acquistare per sé e i propri figli, prodotti contenenti anche piccole parti in pelliccia animale».
La Lav sollecita il ministero della Salute «a effettuare una valutazione della pericolosità per la salute dei consumatori, vietare l'uso di pelliccia animale almeno nei prodotti di abbigliamento e non, destinati ai minori, o comunque ai bambini». L'associazione lancia infine un appello «a tutte le aziende di moda: basta usare pellicce animali. Sono causa di sofferenza per gli animali, l'ambiente e anche un possibile rischio per la salute delle persone, siano lavoratori della filiera produttiva o consumatori finali».Anche il magazine degli animali dice no alle pellicce
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.