**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

23.9.2014

Gatti trattati come cani

Sapevate che i gatti domestici sono stressati perché li trattiamo come cani? Questa è la conclusione a cui è giunto John Bradshaw, direttore del dipartimento di Antropologia all'Università di Bristol. Ci aspettiamo che i mici siano completamente a loro agio condividendo gli spazi, che siano del tutto addomesticati e che vogliano passare ore ad essere coccolati. Ma ricoprendo letteralmente il gatto di affetto, si rischia di non fare il suo bene. “Diversamente dal cane – spiega Bradshaw – il gatto si trova ancora a metà strada fra un animale domestico ed uno selvatico e non ama la vita del ventunesimo secolo”. I proprietari si aspettano troppo dai loro gatti e patologie come dermatiti e cistiti da stress sono in continuo aumento.
Il gatto stressato vive ritirato, più del solito. Fa i bisognini in giro per casa, ha le zampette sudate e segna eccessivamente il territorio con l'urina.
Da animale fiero ed indipendente, il gatto domestico è diventato negli anni un elegante animale da compagnia, uno status symbol e, per alcuni, quasi un ornamento casalingo. “Se i proprietari di gatti capissero meglio i loro animali si renderebbero conto dell'assurdità di alcune richieste che facciamo loro quotidianamente”.

22.9.2014

Curare una dermatite

Sto curando da più di un mese con prodotti naturali il mio cane che per la prima volta presenta una forma di dermatite.
Il cane dall'ultima visita di fine febbraio sta bene nonostante i sui 10 anni, segue una dieta bilanciata ed è un cane molto buono e tranquillo. le chiedo quindi se a questo punto dopo aver tentato con spray secchi e gocce inserite sul cibo non sia il caso di passare a medicinali più incisivi, mi fa male vederlo continuamente grattarsi e leccarsi con insistenza. Firmato Kelly.
Risponde il dottor Emanuele Minetti Medico veterinario a Milano
"Buongiorno, il problema è che il suo cane non ha solo un SINTOMO (prurito) ma quasi sicuramente ha anche una MALATTIA SISTEMICA.
Per poterla curare bisogna seguire un iter preciso:
Portarlo in Visita-> Eseguire Esami diagnostici mirati (se necessari)-> Ottenere una Diagnosi precisa-> Prescrivere una Terapia mirata-> portarlo a controlli frequenti sino alla guarigione completa.
Se lei non segue l'iter medico corretto in questo preciso ordine fisso non modificabile (MAI!!!!) portando il cane da un bravo medico veterinario, magari esperto in dermatologia, non curerà il suo animale ma andrà solo a tentativi facendolo soffrire inutilmente, e pure tanto.
Senza contare che più passa il tempo e più difficle sarà risolvere il problema con la guarigione. Non esiste la medicina-fai-da-te, mi spiace, e non esiste la medicina da discount perchè la qualità ha dei costi molto alti che non consentono compromessi. Essa è una vera scienza che è già difficilissima per chi la ha studiata per decenni con fatica ed impegno, si figuri per un profano! Senza competenze serie non si va da nessuna parte ed infatti il suo cane sta male da mesi.
Questo atteggiamento non è giusto per il benessere dell'animale, mi spiace stigmatizzare così.
Cambi strategia e veda di fare quindi le cose come vanno fatte, mi dia retta."

19.9.2014

Si rotola su schifezze

Oggi rispondiamo a Lorenza che ci scrive perché il suo Stan, Labrador Retriver di 4 mesi, si rotola spesso su cadaveri di animali o altre cose per noi molto disgustose. Ci chiede il perché?
Cara Lorenza, sono moltissimi i possessori di cani che si trovano nella tua stessa situazione e devo dire che le facce di tutti quelli che raccontano e mi domandano il perché, sembrano ogni volta deformate, tanto forte è il disgusto di quello di cui stanno parlando.
La consolazione è che, come appena detto, non si tratta di una caratteristica particolare del tuo cane ma anzi sei in ottima compagni.. meno consolatorio è il doverti dire che ai cani piace tutto ciò che è puzzolente! Si rotolano su animali morti perché questi per loro hanno un odore veramente molto molto attrattivo.

Ci sono poi diverse ipotesi su questo comportamento: c'è chi pensa che il cane lo faccia per istinto di sopravvivenza e quindi ricoprendosi dell'odore di un animale morto diventi meno preda; c'è chi pensa che il cane da caccia lo faccia perché assumendo l'odore della preda questa diventerebbe facilmente catturabile; c'è infine chi dice che il cane lo faccia per attirare l'attenzione…

Io, come già detto, sono semplicemente convinta che lo facciano perché amano quel tipo di odore che, anche se a noi risulta sgradevole, invece per loro è Chanel n.5… d'altronde anche a noi piace andare in giro profumati no?
Ovvio è che, come in ogni cosa, ci sono sfaccettature anche per questo, potrebbero essere motivi legati all'origine della specie, alla razza, al metodo educativo, etc.. etc..
Quello che comunque ti consiglio, cara Lorenza, è di ignorare quel comportamento. Capisco che sia molto difficile farlo ma se tu durante la passeggiata vedi che Stan si allontana per andare a rotolarsi continua a proseguire per la tua strada, a quel punto lo metterai davanti ad una scelta: vado con la mia mamma o mi

18.9.2014

Appello di Jovanotti

Oggi lanciamo un appello per un'adozione, veramente a farlo è Jovanotti, che lo ha pubblicato attraverso il suo account Instagram. Il cantante ha pubblicato la foto di un cagnolino e un breve messaggio, che invita i suoi fans a prendersi cura dell'animale. «Lui è Biagio, lo abbiamo trovato abbandonato, è buono e sta bene. Cerca una casa. Io lo prenderei ma ne abbiamo già altri tre. Se qualcuno lo vuole è qui dal mio veterinario di fiducia...» Jovanotti pubblica anche il nome e il numero di telefono del professionista, e qualche altra sommaria informazione sul trovatello: «Ha circa un anno di età, sta bene in salute, ed è parecchio affettuoso. Ciao a tutti».
La passione animalista del cantautore è nota (è vegetariano). E non è la prima volta che Jovanotti usa il web per lanciare appelli di questo tipo o messaggi a favore degli animali. A luglio, ad esempio, sempre su Instagram aveva pubblicato la foto del recupero di un merlo caduto dal nido: prima e dopo il salvataggio.
Se Jovanotti è in ascolta allora sappia che qui al magazine degli animali abbiamo appoggiato il suo appello con l'augurio che vada a buon fine. Se volete vedere la foto del trovatello www.prontofido.net
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.