**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

29.5.2014

Cane o gatto: chi è il più intelligente?

Adesso è ufficiale e certificato scientificamente: i cani sono più intelligenti dei gatti. Questo è il risultato di una ricerca di un gruppo di studiosi dell'Università di Oxford, e in questa “speciale” classifica al numero 1 ci sono le scimmie, seguite dai cavalli, dai delfini e dai cammelli. E subito dopo arrivano i cani. I gatti a seguire.
Per stilare la classifica dello sviluppo cerebrale dei mammiferi gli studiosi inglesi hanno studiato 500 specie viventi e fossili scoprendo che esiste una relazione tra la dimensione del cervello e la sua capacità di avere «relazioni sociali». Maggiori sono le interazioni con l'uomo maggiore è lo sviluppo. I cani hanno queste relazioni mentre i gatti le evitano.
Il professor Robin Dunbar, dell'Istituto Cognitivo e di Evoluzione Antropologica dell'Università di Oxford afferma che «E' la prima volta che viene realizzato uno studio di questo genere. La mancanza di socialità determina con chiarezza uno sviluppo cerebrale minore. Il coordinamento e la collaborazione che servono per stare in mezzo agli altri sviluppano capacità specifiche. E' un fatto».
Ma non è tutto: Carloyn Menteith, sostiene che cani e gatti hanno due modi diametralmente opposti di ragionare. Che lei spiega così. «Un gatto pensa: oggi vado a fare quello che ho voglia di fare. Il cane pensa: come posso spingere qualcuno a fare qualcosa per me?».

28.5.2014

Il tuo cane è felice di vederti?

Ti sei mai chiesto se il tuo cane è felice di vederti? Basta guardare le sue sopracciglia. I cani, infatti, utilizzano specifiche espressioni facciali per dimostrare quanto sono entusiasti di rivedere i propri proprietari, questo secondo una nuova ricerca condotta dall'Azabu University in Giappone.
Le emozioni degli animali sarebbero visibili da riconoscibili smorfie del viso che possono rivelare se il cane è davvero contento di trovarsi accanto al suo migliore amico oppure no.
Utilizzando telecamere ad alta velocità, i ricercatori hanno monitorato i cambiamenti nelle facce dei cani nei momenti in cui hanno incrociato estranei e proprietari. Risultato? I cani tendono a spostare il sopracciglio sinistro circa mezzo secondo dopo aver incontrato il padrone se sono contenti mentre quando incontrano una persona mai vista prima spostano leggermente all'indietro l'orecchio sinistro. Quando non gradiscono un oggetto proposto tendono, invece, a muovere l'orecchio destro. I sottili cambiamenti del volto sono il riflesso di attività in regioni chiave del cervello che controllano le emozioni.
Da oggi sapete se siete simpatici al vostro amico. Ed è tutto

27.5.2014

Anche i gatti sono mancini

Anche tra i gatti ci sono dei mancini. I felini domestici, quando devono compiere mosse complicate con le zampe, mostrano la preferenza per l'una o per l'altra zampa. Le femmine sono quasi sempre destrorse, i maschi invece usano la sinistra.
Lo dimostra uno studio pubblicato della Queen's University di Belfast e riportato da New Scientist.
Se è vero che gli esseri umani sono i soli che mostrano una spiccata preferenza per una mano o per l'altra, c'é però da dire che prove dell'asimmetria cerebrale sono presenti anche nel mondo animale; per esempio, gli scimpanzé compiono parecchie azioni preferibilmente con la zampa destra.
I gatti non sono da meno. Infatti, quando gli psicologi irlandesi hanno dato ad un gruppo di 42 gatti scatolette di tonno molto piccole e quindi difficili da mangiare, gli animali si sono aiutati sempre con una sola delle due zampe: tutte le femmine meno una, con la zampina destra, tutti i maschi con la sinistra.
Ma questa preferenza per l'una o l'altra zampa non si riscontra quando i gatti giocano normalmente. In passato alcuni studi hanno collegato il mancinismo ai livelli di testosterone in utero. E' possibile, dunque, che per questo motivo i gatti maschi siano spesso mancini.


26.5.2014

Politica e animali domestici

Come mai ultimamente in politica si parla tanto di animali domestici? Cosa ne pensa Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano?
In questa ultima campagna elettorale sono fioccate molte promesse di cure gratis per gli animali da compagnia da parte di tutti gli schieramenti politici.
Ed è stata una rincorsa al consenso popolare facendo leva sul rapporto affettivo di13 milioni di famiglie con cani e gatti.
Ma barattando la cura degli animali animali con un voto si rende un pessimo servizio, sia agli animali sia ai loro proprietari, che rimangono sempre a bocca asciutta perchè i tanti proclami si rivelano solo chiacchere senza progetto.
L'esigenza di garantire cure di base agli animali da compagnia dei proprietari in difficoltà economica è però un'esigenza reale.
Come reale è l'esigenza di eliminare la piaga del randagismo che in un Paese in agonia finanziaria come il nostro moltiplica la spesa pubblica.
L'Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani, anticipando chiunque, nell'ultimo decennio ha proposto a tutti i Governi, nazionali e locali, un progetto serio che riguarda anche la medicina veterinaria sociale, attraverso il coinvolgimento di una rete di strutture veterinarie private in grado di offrire - in regime di semi convenzione con le Pubbliche Amministrazioni - prestazioni veterinarie di base, nell'interesse sanitario degli animali e della società umana e dei meno abbienti.
Questo progetto è serio, verificato e realizzabile anche economicamente, facendo risparmiare sugli attuali costi spesso fuori controllo.
Forse per questo non interessa, od interessa solo sotto elezioni, per scaldare le piazze e raccattare consensi raccontando bugie.
Dr Emanuele Minetti
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.