**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

27.5.2014

Anche i gatti sono mancini

Anche tra i gatti ci sono dei mancini. I felini domestici, quando devono compiere mosse complicate con le zampe, mostrano la preferenza per l'una o per l'altra zampa. Le femmine sono quasi sempre destrorse, i maschi invece usano la sinistra.
Lo dimostra uno studio pubblicato della Queen's University di Belfast e riportato da New Scientist.
Se è vero che gli esseri umani sono i soli che mostrano una spiccata preferenza per una mano o per l'altra, c'é però da dire che prove dell'asimmetria cerebrale sono presenti anche nel mondo animale; per esempio, gli scimpanzé compiono parecchie azioni preferibilmente con la zampa destra.
I gatti non sono da meno. Infatti, quando gli psicologi irlandesi hanno dato ad un gruppo di 42 gatti scatolette di tonno molto piccole e quindi difficili da mangiare, gli animali si sono aiutati sempre con una sola delle due zampe: tutte le femmine meno una, con la zampina destra, tutti i maschi con la sinistra.
Ma questa preferenza per l'una o l'altra zampa non si riscontra quando i gatti giocano normalmente. In passato alcuni studi hanno collegato il mancinismo ai livelli di testosterone in utero. E' possibile, dunque, che per questo motivo i gatti maschi siano spesso mancini.


26.5.2014

Politica e animali domestici

Come mai ultimamente in politica si parla tanto di animali domestici? Cosa ne pensa Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano?
In questa ultima campagna elettorale sono fioccate molte promesse di cure gratis per gli animali da compagnia da parte di tutti gli schieramenti politici.
Ed è stata una rincorsa al consenso popolare facendo leva sul rapporto affettivo di13 milioni di famiglie con cani e gatti.
Ma barattando la cura degli animali animali con un voto si rende un pessimo servizio, sia agli animali sia ai loro proprietari, che rimangono sempre a bocca asciutta perchè i tanti proclami si rivelano solo chiacchere senza progetto.
L'esigenza di garantire cure di base agli animali da compagnia dei proprietari in difficoltà economica è però un'esigenza reale.
Come reale è l'esigenza di eliminare la piaga del randagismo che in un Paese in agonia finanziaria come il nostro moltiplica la spesa pubblica.
L'Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani, anticipando chiunque, nell'ultimo decennio ha proposto a tutti i Governi, nazionali e locali, un progetto serio che riguarda anche la medicina veterinaria sociale, attraverso il coinvolgimento di una rete di strutture veterinarie private in grado di offrire - in regime di semi convenzione con le Pubbliche Amministrazioni - prestazioni veterinarie di base, nell'interesse sanitario degli animali e della società umana e dei meno abbienti.
Questo progetto è serio, verificato e realizzabile anche economicamente, facendo risparmiare sugli attuali costi spesso fuori controllo.
Forse per questo non interessa, od interessa solo sotto elezioni, per scaldare le piazze e raccattare consensi raccontando bugie.
Dr Emanuele Minetti

23.5.2014

Trilly si rifiuta di passeggiare

Oggi rispondiamo ad Elisabetta che ci scrive perché la sua Trilly, bassotto di un anno e mezzo a volte durante la passeggiata si blocca e tira verso casa.. sembra non voglia stare con lei… ci chiede aiuto. Risponde Daniela Lisi educatore e presidente del centro cinofilo Dandidogs.
"Cara Elisabetta, nella tua mail mi dai altri dettagli utili, ovvero, che Trilly è un cane molto seguito, che sta raramente solo, che esce più volte al giorno e che le sue passeggiate sono fondamentalmente in giro per il paese perché purtroppo non esistono aree sicure dove potarla a giocare in libertà con gli altri cani.
Allora, quello che mi viene subito in mente è che forse Trilly si annoi un po' durante le vostre uscite. Effettivamente per una giovane cagnolina girare per il paese senza socializzare con i suoi simili o vivere esperienze divertenti diventa con il tempo un po' noioso…
Se inoltre teniamo conto del fatto che la piccola Trilly è un bassotto, quindi un cane dalla forte personalità e molto indipendente… bisogna impegnarsi parecchio per far si che una volta fuori casa non metta la retromarcia per tornare indietro.
Come prima cosa ti dico che se le passeggiate quotidiane sono molte e qualche volta Trilly non desidera venire con te, magari puoi non forzarla e lasciarla a casa tranquilla.
Se invece già dalla prima passeggiata della giornata noti che non ha voglia di seguirti allora bisogna inventarsi qualcosa per aumentare il suo interesse.
ome prima cosa, ti consiglio di trovare qualcuno che porti il cane a passeggio nel tuo stesso orario, in modo che Trilly possa avere un suo simile con il quale condividere esperienze. Poi cercherei di interessarla con dei giochetti, tipo spargere dei bocconcini in un prato e farglieli cercare, creare una pista di bocconcini su un muretto sul quale poi Trilly salterà, farla salire e scendere da una panchina… e così via.
Dovrai attivare la mente, la tua, e rendere il giro in città divertente sia per Trilly che per te. Dedicare almeno una passeggiata al giorno solo ed esclusivamente a lei con giochi e nuove esperienze.
Capisco che non sia facile, non tutti siamo mentalmente predisposti a vedere dei possibili giochi da fare con una panchina o con un muretto, per questo l'aiuto di un educatore cinofilo potrà esserti sicuramente d'aiuto.

22.5.2014

Le eccezionalità dei cani

Oggi qui al magazine degli animali parliamo di cani e della loro eccezionale abilità di seguire il dito o lo sguardo di un essere umano per indirizzarsi verso un obiettivo. Una capacità che non è presente neanche nei lupi - i parenti più prossimi degli amici a quattro zampe – e neanche negli scimpanzé - i «cugini» prossimi dell'uomo. Adesso un nuovo studio del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology aggiunge un tassello in più alle straordinarie e uniche abilità canine: i cani riescono meglio di qualunque altro animale a comprendere e sfruttare i suoni prodotti dall'uomo.
I ricercatori hanno sottoposto a test uditivi cani adulti e cuccioli da otto a quattordici settimane di vita. La sfida consisteva nel trovare un pasto gustoso all'interno di alcune scatole. Dagli esperimenti è emerso che tutti i cani, cuccioli inclusi, hanno utilizzato gli spunti offerti dalle voci dei ricercatori per scovare il premio nel posto giusto. I cani che avevano trascorso maggior tempo con l'uomo sono quelli risultati più abili nello sfruttamento dei suoni umani per avere qualche indizio in più. Viva i nostri amici cani. E' tutto
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.