**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

1.4.2014

Mai più Green Hill

“Mai più Green Hill: era uno slogan, ora è una legge”. L'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente, lo ha ricordato al termine della "marcia" organizzata per festeggiare l'entrata in vigore della norma scritta dall'ex ministro e condotta in porto attraverso due legislature, che vieta l'allevamento sul territorio nazionale di cani, gatti e primati destinati alla vivisezione e mette importanti limitazioni a test sugli animali.
Il decreto non solo contiene alcuni importanti divieti oltre a quello di aprire nuove “Green Hill” l'odioso canile lager, ma per la prima volta promuove e incentiva anche economicamente l'adozione di metodi alternativi alla sperimentazione in vivo. “Questa legge
fortemente voluta e sentita dalla pubblica opinione – sottolinea l'ex ministro – è la testimonianza di una nuova cultura di amore e rispetto per
gli animali ed i loro diritti e ci colloca all'avanguardia in Europa sull'ancor lunghissima strada che porta all'abolizione definitiva della
vivisezione. Solo il sostegno a metodi sostitutivi garantisce una ricerca etica e veramente affidabile per l'uomo”.
“Il divieto di allevare cani, gatti e primati destinati ai laboratori – aggiunge l'on.Brambilla – è la realizzazione di una promessa che
avevo fatto a quei poveri cagnolini fin da quel giorno del 2011 in cui ho effettuato un blitz all'interno di Green Hill, e ho visto con i miei occhi in quale inferno vivevano, in attesa di morire tra atroci sofferenze nei laboratori di vivisezione di tutto il continente.
Oggi è stato un magazine da ricordare. Ed è tutto

31.3.2014

Tempo di vaccinazioni

E' tempo di vaccinazione: abbiamo in collegamento il Medico Veterinario Dott. Emanuele Minetti
Vice presidente dell'ANMVI:
“In questo periodo dell'anno i nostri cani e gatti devono essere accuditi con più attenzione del solito. Infatti in corrispondenza della bella stagione nascono esigenze diverse, ed anche se esse sono sempre le medesime di anno in anno, è bene ricordarle. Il primo problema è la gestione e profilassi delle cosidette malattie trasmesse da vettori.
Fra esse ricordiamo la Filariosi cardiopolmonare, trasmessa dalle zanzare, e presente soprattutto nelle regioni pianeggianti del nord Italia che, pur essendo da anni sotto controllo medico-veterinario, bisogna sempre prevenire con le consuete terapie da modulare soggetto per soggetto, sotto prescrizione veterinaria.
Un'altra delle malattie da vettore emergente è la Leishmaniosi, trasmessa dai papatacci, diffusa in particolare in tutte le zone del sud Italia ma ormai che si sta presentando in molte zone del Nord.
Usare adeguati prodotti repellenti ed antiparassitari aiuta molto nella gestione di tale patologia, così come per altre importanti malattie veicolate dalle zecche. Trovare sulla base del rischio epidemiologico i prodotti più adatti sarà compito del medico veterinario curante in accordo con il proprietario dell'animale.
Non esiste una unica ricetta adatta a tutti i cani e gatti: esiste sempre e comunque una assoluta personalizzazione dei protocolli.
Questo ovviamente vale anche per le vaccinazioni che devono essere gestite come un vero e proprio "abito su misura" ed il veterinario in questi casi si comporta come un "sarto" nel confezionare ciò che realmente è utile all'animale in visita”.
La prossima settimana parleremo della vaccinazione del gatto.


28.3.2014

Delfini Liberi

Nei prossimi w.e. del 29/30 marzo e del 5/6 aprile in centinaia di piazze italiane verrà chiesto di firmare la petizione della LAV “ Delfini Liberi”. Di cosa si tratta esattamente? Per saperne di più ci colleghiamo con Gaia Angelini Responsabile Animali Selvatici in cattività della LAV.
"Questo sabato e domenica ( 29 e 30 marzo) e il prossimo ( 5 e 6 aprile) la LAV sarà presente in circa 300 piazze italiane con degli stand per illustrare la campagna contro lo sfruttamento commerciale dei delfini a fini di spettacolo e intrattenimento circense nei delfinari, acquari e parchi di divertimento in Italia. Negli stand sarà possibile acquistare delle uova di pasqua eco-solidali e scoprire perché #LAVeralibertà dei delfini può avvenire solo in natura, nel mare e negli oceani e non in delle piscine.
Negli stand sarà possibile firmare la petizione di LAV e MAREVIVO a favore dell' introduzione di una legislazione che metta fine allo sfruttamento dei delfini. I delfini sono mammiferi marini intelligentissimi che percorrono fino a 100 km al giorno; vivono in una comunità con decine di animali e parlano una loro lingua e hanno una loro cultura. Questi animali sono catturati in acque di paesi lontani ( perché è vietato catturarli in acque europee) come Cuba, Messico, Giappone per essere rinchiusi in delle piscine a fare il circo, oppure sono nati direttamente in piscina, anche grazie a tecniche di inseminazione artificiale. Già 13 paesi su 28 dell' Unione Europea hanno proibito i delfinari o non li autorizzano, la Svizzera ha anche recentemente chiuso il suo ultimo delfinario.
Vogliamo anche invitare i cittadini a non farsi ingannare dal ‘ falso sorriso' dei delfini, che non è altro che la forma della loro mandibola; hanno quel ‘ falso sorriso' quando nascono e anche dopo la morte. Dietro quel falso sorriso si nasconde molta sofferenza; Siamo nel 21emo secolo, è tempo di introdurre uno stop allo sfruttamento di questi magnifici animali e trasferire i 26 delfini che sono nei delfinari italiani in un rifugio di delfini a mare dove potranno essere riabilitati alla vita libera nel mare, o, nel caso non fosse possibile, comunque ospitati in un area marina semi-confinata dove potranno vivere in condizioni più simile possibile alla vita libera in natura, quindi a mare e non in una piscina con il cloro.
Per saperne di più vi invitiamo a visitare il nostro sito www.lav.it dove nei prossimi giorni sarà possibile firmare la petizione online; colgo quindi l'occasione per invitare i radio-ascoltatori a sostenere il progetto del rifugio dei delfini a mare, perché #LAVeralibertà é solo in natura."

27.3.2014

Ritratto del proprietario del gatto

Ieri qui al magazine degli animali abbiamo parlato del ritratto psicologico del proprietario del cane secondo un sondaggio inglese. Oggi come promesso parliamo dell'amico di micio
Innanzitutto il proprietario di gatto è soprattutto femmina, single, giovane, disordinata e svampita, nottambula e pigra: La caratteristica più ricorrente è l'introversione, seguita dal disordine e dalla dipendenza dalla televisione. Secondo quanto emerge chi vive con un gatto insomma tende a condurre una vita più contemplativa, più rivolta all'introspezione, solitaria e riflessiva, oltre ad avere una predilezione per il caos.
Chiaramente da questo questo sondaggio di padroni di animali domestici non emerge nulla di scientifico, ma piuttosto ricorrono statisticamente alcune tipologie che evocano come padrone tipico del cane un uomo un po' bucolico e preferibilmente ammogliato e come classica padrona di gatto un tipo alla Audrey Hepurn in Colazione da Tiffany. Talmente libera, confusa e sognatrice da non voler attribuire neppure un nome al proprio adorato micio.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.