**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

16.4.2014

Come scoprire se Micio è malato

Se il vostro amico peloso è un gatto sappiate che riconoscere l'eventuale presenza di una malattia può essere più complicato perché micio tende a mascherare il dolore.
Per questo Mary Fuller, famosa veterinaria, ha elencato 10 regole fondamentali per essere certi che il proprio gatto sia in perfetta salute.
1. Se smettono di curare la propria igiene personale, probabilmente c'è qualcosa che non va;
2. Sono animali molto attivi, , se non saltano più da una parte all'altra della casa potrebbe esserci un problema di salute;
3. Se il proprio gatto smette di fare le fusa e tende a stare in disparte, è possibile che non sia a suo agio per una questione di salute;
4. Se si nota che il proprio micio passa troppo tempo sotto un mobile senza cercare le coccole, sarebbe meglio protarlo a visitare;
5. Scarso appetito e perdita di peso potrebbero essere altri segnali d'allarme;
6. L'aggressività in risposta ad un tentativo di carezza è un altro atteggiamento che può significare malessere;
7. Se fa i suoi bisogni fuori dalla lettiera dovrebbe farci pensare che sia indisposto;
8. Miagolii particolari, vocalizzi notturni e altri rumori che il gatto non emetteva in precedenza possono essere tentativi di comunicare dolore;
9. Se si notano affanno o battito cardiaco eccessivamente veloce conviene portarlo dal veterinario;
10. Infine, le pupille dilatate sono un ultimo segnale che sarebbe meglio cogliere per accorgersi della sua malattia.
Speriamo di esservi stati utili. Ecco perché vi consiglio di visitare il nostro sito www.pronto fido.net per prendere nota delle dieci regole. Si sa prevenire è meglio che curare anche per Micio

15.4.2014

Pasqua senza cuccioli nel piatto

“Mangiare carne è una crudeltà inaccettabile, mangiare i piccoli è una barbarie. Scegli di essere Veg, comincia risparmiando la vita dei cuccioli". Così l'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente ha depositato un bel progetto di legge alla Camera che vieta la macellazione e la commercializzazione a fini alimentari di animali di
età inferiore a sei mesi. Un video-verità, realizzato da La Coscienza degli Animali-Leidaa , racconta in meno di due minuti tutta la crudeltà dell'uomo verso agnelli, capretti, vitelli, maialini e intende risvegliare le coscienze collettive
(https://www.youtube.com/watch?v=xjc07CGtaJk&feature=youtu.be - scaricabile al link
http://storage.flexvideo.it/f/brambilla/aprile2014/MVBrambilla_Pasqua.mp4.zip).
“La vigilia delle festività pasquali è il momento più adatto per riflettere sul consumo di carne e in particolare sulla strage dei cuccioli sacrificati alle esigenze dell'industria alimentare che sono vittime, letteralmente, della crudeltà e dell'ingordigia dell'uomo, che non si accontenta di togliere la vita agli animali che mangia, ma la vuole togliere agli individui più piccoli e più indifesi, solo perché hanno la carne più tenera o perché lo impone la tradizione.
Il costante declino, da alcuni anni a questa parte, della domanda di agnelli per Pasqua ne è un'indicazione
importante.
“Gli animali nascono uguali davanti alla vita ed è proprio quello alla vita il loro primo diritto. Ci sono tante alternative vegetariane, altrettanto gustose, che non richiedono la macellazione di neonati
No ai cuccioli nel piatto sì alle uova di cioccolato.

14.4.2014

Passaporto obbligatorio per Fido

Ombretta ha scritto a prontofido@prontofido.net per avere chiarimenti sui documenti necessari per poter circolare in Europa con il suo cane. Giro la domanda al Dottor Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano. "Dal lontano 2004 è previsto per legge che cani, gatti e furetti che si spostano al di fuori dei confini italiani siano accompagnati da un vero e proprio passaporto, come da disposizione comunitaria.
Il rilascio di tale documento necessita di due passaggi fondamentali:
1- identificare con microchip l'animale iscrivendolo nella apposita anagrafe ufficiale della regione di residenza
2- portare l'animale identificato presso gli uffici dedicati del servizio di sanità Animale della ASL di competenza e, dietro il pagamento di una cifra compresa tra circa 13 e 20 €, richiedere il passaporto.
Il passaporto NON è il classico libretto sanitario rilasciato dai veterinari liberi professionisti, ma un ulteriore documento ufficiale la cui validità per l'espatrio è determinata dall'esecuzione corretta della vaccinazione antirabbica.
La prima vaccinazione deve essere stata eseguita da almeno 21 giorni in soggetti di adeguata età e le successive per mantenerlo in validità eseguite entro la scadenza determinata dal vaccino inoculato in precedenza.
E' quindi fondamentale l'assoluto controllo delle date perchè se non rispettate l'animale non può assolutamente espatriare.

Ciò ovviamente è anche compito del medico veterinario libero professionista che segue l'animale, in concerto con il proprietario, il quale potrà certificare sul passaporto altre vaccinazioni, terapie antiparassitarie (richieste per alcuni paesi come il test anticopale per la rabbia), lo stato di buona salute del paziente, e quanto richiesto di volta in volta dalle norme in corso di validità italiane e dei singoli paesi in cui si intende transitare o sostare.
Quindi poichè sembra che molti cadano dalle nuvole a sentire ancora oggi parlare di passaporto e microchip e vaccinazioni è fondamentale che da subito il viaggio con il vostro animale sia programmato bene tanto quanto i nostri sia preparando per tempo i documenti sia ogni prevenzione richiesta dalla burocrazia e per la sua salute.

12.4.2014

Porta il sacchetto

L'ANMVI aderisce anche quest'anno alla campagna sociale “ Porta il Sacchetto ” , che aiuta i parchi cittadini a essere più puliti ed igienicamente più sicuri. Ci racconta tutto il dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano.
"L'igiene urbana è particolarmente incoraggiata dai medici veterinari per la sua evidente valenza di prevenzione sanitaria.
Studi scientifici hanno dimostrato che la presenza nei territori urbani di parassiti di origine gastrointestinale è la conseguenza diretta di una mancata raccolta delle deiezioni con il risultato che a Milano il 75% dei parchi risulta contaminato ed a Roma adirittura il 100%. A Firenze, ove le regole invece da tempo sono più rigide, solo il 25% delle aree verdi risulta contaminato.
Si tratta quindi di un problema igienico-sanitario per i cani e per gli stessi cittadini, facilmente superabile con una operazione di sensibilità civica che unisca in un circolo virtuoso i cittadini in primis, i medici veterinari e le amministrazioni locali.
Molti proprietari frequentano le aree verdi aperte oltre a quelle dedicate (in particolare nelle grandi città) ed accompagnano il proprio cane durante i momenti della cosiddetta "sgambatura" giornaliera: anche in queste occasioni devono adottare lo stesso comportamento virtuoso che vale per i marciapiedi raccogliendo le feci sempre.
ANMVI ringrazia Marca Sociale e Bayer per avere esteso quest'anno l'iniziativa da Milano a Roma, Bari e Firenze, contribuendo ad una vasta operazione di corretta convivenza uomo-animale.
Tutte le date del'iniziativa si possono trovare sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/portailsacchetto2014."

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.