**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

4.11.2016

Fido intrattabile?

Spesso i cani vengono abbandonati perché impossibili da educare e non si sa a chi rivolgersi. Come fare?
Risponde Sabrina Giussani Medico Veterinario che si occupa di Medicina del Comportamento.
Secondo uno studio realizzato in Francia qualche anno fa la maggior parte degli abbandoni è legata a problemi comportamentali. Spesso il proprietario si trova solo di fronte ad un cane che morde, distrugge, non riesce a rimanere da solo, abbaia scappa … e non sa che cosa fare! La maggior parte delle malattie del comportamento sono legate ad una non corretta educazione madre – cucicolo. Per questo è bene condurre il piccolo fin subito dopo l'adozione presso un Medico Veterinario che si occupa di Medicina del Comportamento in modo da affrontare subito la situazione. Nel caso in cui i sintomi si presentassero in un cane adulto, una visita comportamentale effettuata da un Medico Veterinario consentirà di giungere ad una diagnosi ed impostare una terapia volta al miglioramento dei sintomi.

3.11.2016

Involuzione intelletuale di Fido

Lo studio è stato pubblicato dal quotidiano Telegraph e non è passato inosservato visto che quello che emerge dalla ricerca presentata da Kenth Svartberg, Studioso dell'Università di Stoccolma non è incoraggiante per chi ama i cani. Secondo questa analisi il cane sarebbe una specie animale che, negli ultimi anni, ha visto ridurre le proprie capacità intellettuali con grande velocità.
L'involuzione intellettuale, registrata dagli scienziati svedesi, sarebbe dovuta al moderno sistema di allevamento e selezione che privilegia le caratteristiche fisiche del cane.
Il cambiamento è avvenuto nel corso di poche generazioni e riguarda in maniera prevalente i cani da compagnia, quindi soprattutto le razze nane o quelle di taglia piccola.
Comunque questa drammatica involuzione è la conseguenza, soprattutto delle richieste dei padroni: l'agilità mentale, infatti, è stata, diciamo così, erosa proprio dalla domanda di mercato di chi, oggi, preferisce cani che sappiano adattarsi alla vita pigra e consumistica dei padroni, semplicemente eseguendo comandi semplici e ripetitivi, invece che svolgere, proprio come avveniva una volta, lavori o mansioni anche complessi e di responsabilità.
E allora fate come me: un bel bastardino preso dal canile. Intelligenza 10 e lode

2.11.2016

La fortuna di leggere con il cane

Si chiama «La fortuna di leggere con il cane» il nuovo progetto di pet therapy pensato per i bambini disabili, down, autistici e in generale per tutti i bimbi torinesi. Ad idearlo è stato il gruppo «LuckyLeo», composto da un'equipe di educatrici, veterinari, comportamentalisti e pediatri di Torino e provincia. In cosa consiste? In alcune biblioteche le educatrici leggono per un'ora ad alta voce favole e racconti ai piccoli. Accanto a loro c'è un cane - che per il momento è Lucky, un incrocio tra un labrador e un golden retriver che si lascia accarezzare dai bambini, interagisce dolcemente e gioca insieme a loro. I
Una volta, per esempio, è riuscito a far superare un po' la paura dei quattro zampe ad un bimbo, semplicemente invitandolo a giocare. Un'altra volta Lucky, mettendo la zampa sul braccio di Marco, 7 anni, è riuscito a calmare la sua agitazione per un po', lasciando la mamma a bocca aperta. Il progetto è dedicato ai bambini dai 2 mesi ai 10 anni, e anche i genitori sono invitati a partecipare, «Perché la pet therapy migliora il rapporto tra i figli e i genitori», dice Teresa Albergo, educatrice ed ideatrice dell'iniziativa.
Questo gruppo, unendo i benefici della lettura ad alta voce a quelli della pet therapy, ha già ottenuto grandi risultati: i piccoli sono più concentrati, attenti e rilassati. Stimolano l'immaginazione ed il pensiero, e per quelli più piccoli è un'occasione importantissima per la loro alfabetizzazione». Da alcune settimane nel team è entrato Nerino, un gatto nero: «Perché la pet therapy funziona moltissimo anche con i felini». Ed è probabile che in futuro a loro si aggiungerà pure un coniglio.

31.10.2016

Ha mangiato la lana del pupazzetto

"Buongiorno mi chiamo Barbara e vorrei un consiglio. La mia cagnolina di 14 mesi incrocio pinscher e chihuahua qualche giorno fà giocando con un suo pupazzetto è riuscita a romperlo e a mangiare un pochino di lanetta che conteneva. Vorrei sapere se può dare dei problemi o se la potrebbe già avere espulsa andando di corpo
Premetto che la cagnolina stà benissimo ma non sò se dovrei portarla comunque dal mio veterinario
Grazie per le informazioni che mi darete" risponde il Dottor Emanuele Minetti Medico Veterinario a Milano:
"Buongiorno, usualmente queste cose non comportano grossi problemi se le sostanze ingerite sono sia a prova di bambino, sia a prova di cane.
Infatti ci sono leggi per cui ogni parte dei giocattoli in commercio deve essere assolutamente atossica e non pericolosa e nociva per ingestione, in particolare per quanto riguarda i peluche/pupazzi di pezza, e simili. Questo ovviamente se i giochi sono marchiati con bollino CE vero e non falso come spesso invece capita.
Poi il rischio dipende dalla quantità di lanetta ingerita in relazione alle dimensioni del cane: se + relativamente poca si consiglia di provare a fare uno o due giorni di pasti a base di polenta con un poco di olio di paraffina (poco!) per sfruttarne "l'effetto scopa" a livello di lume gastroenterico.
Ovviamente ciò vale solo se non compare il vomito, oppure uno stato di evidente malessere con sintomi di male alla pancia (colica, addome acuto).
Se sono passati già 3-4 giorni dalla ingestione ed il cane sta benissimo, e defeca normalmente e non ha mai nemmeno vomitato, direi che oltre a controllare le feci non deve fare.
Se è in ansia comunque faccia almeno visitare il cane ed in caso di dubbio eseguire radiografia ed ecografia addominale. Ricordo che l'ingestione di corpi estranei pericolosi è spesso sottovalutata dai proprietari mentre può ingenerare danni anche gravissimi: meglio un controllo veterinario inutile che uno tardivo! Cari saluti."
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.