**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

18.1.2017

Freddo: strage degli innocenti

“Sono stati abbandonati due volte: prima dai proprietari in cui avevano fiducia, poi dalle amministrazioni pubbliche, che li hanno lasciati al gelo di questi giorni. Moltissimi cani sono morti, soprattutto al sud, nei canili sommersi dalla neve, tra l'indifferenza delle autorità che avrebbero dovuto attivarsi per salvarli. Solo la generosità dei volontari – che hanno spalato neve, donato cibo, portato cucce e coperte – ha contribuito a prevenire perdite ancora più gravi”.
Lo ricorda l'on. Michela Vittoria Brambilla, che invita i sindaci e le asl, e tutti i responsabili a qualunque livello, “ad intervenire prontamente per evitare altre stragi di innocenti”. Dal centro – sud, infatti, continuano ad arrivare veri e propri bollettini di guerra. “La distanza tra la sollecitudine dei cittadini e il menefreghismo di chi dovrebbe provvedere è davvero abissale. All'inerzia di troppi amministratori fa da contrappeso il grande dinamismo dei volontari delle associazioni animaliste. Con le sezioni della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente, per esempio, abbiamo organizzato raccolte di cibo e coperte destinate ai canili in maggiore difficoltà e continueremo ad impegnarci per salvare animali a rischio finché l'ondata di freddo non sarà passata. Se tutte le autorità facessero lo stesso, e magari desse notizia di sé anche il ministero della Salute, sarebbe una gran bella cosa”.

17.1.2017

Cani, gatti e .... il gelo

Fa davvero bene ai cani e gatti uscire col freddo di questi giorni? Un pericolo c'è e ha un nome: lo sbalzo di temperatura. Ed è valido sia per gli animali abituati a vivere in casa, che per quelli che vivono all'aperto. Ecco perché la regola numero , «è evitare questo tipo di situazioni, soprattutto con i nostri cani, che devono sempre e comunque uscire per i loro bisogni fisiologici». A spiegarlo all'Adnkronos Salute è il dottor Andrea Rettagliati, che è convinto che è un errore portare dentro casa i cani abituati a vivere all'aperto. Per loro è sufficiente creare un ambiente riparato dalla pioggia e dal vento, come una cuccia coperta». Accoglierli nel caldo della nostra abitazione potrebbe infatti creare degli scompensi e provocare, in primis, problemi gastrointestinali e respiratori. «Per i cani "di casa" invece - aggiunge il veterinario - quando si esce è bene stazionare per qualche minuto in un ambiente "di passaggio", come l'androne del palazzo, per evitare il brusco cambiamento di temperatura. Particolare attenzione per i cuccioli, i cani anziani e per quelli con particolari patologie». E se si ha un cane a pelo raso sì al cappottino.
Ma non è tutto: per quanto riguarda la neve, «nessun problema per le zampe dei cani basta fare le cose in modo graduale. Esistono in commercio anche speciali creme indurenti per i cuscinetti plantari». E i gatti? «Questi sono animali molto più autonomi dei cani dunque, se non desiderano uscire al freddo, non lo faranno. E in questo senso è bene evitare prima di tutto che stazionino direttamente sui caloriferi di casa, creando delle "alternative" altrettanto calde e allettanti, e mettere la lettiera per i bisogni dentro casa, se di solito la si tiene fuori».
Tutto chiaro? Se volete rileggere e riascoltare questo magazine www.prontofido.net è tutto per oggi

16.1.2017

Gattino adottato: che fare?

"Ho adottato un gatto maschio di 8 mesi, è stato sverminato ma non è stato vaccinato perchè stava in casa, le chiedo se è vero che un gatto che sta in casa può anche non essere vaccinato? considerando che ho una bimba di 6 anni, e poi quando vanno in calore i maschi? e che problematiche possono dare?"
Risponde il dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano:
"Buongiorno, credo sia molto meglio che lei inizi un percorso di informazione e formazione su come si gestisce un gatto domestico andando da un bravo ed esperto medico veterinario, che deve diventare il vostro "secondo medico di famiglia".
Le informazioni in questi casi sono moltissime, quindi darle in una sola mail è davvero impossibile.
Può per curiosità scorrere le centinaia di risposte che ho dato qui in 10 anni di Prontofido, ma la medicina si fa comunque dal vivo, con visite vere e medici e pazienti in carne ed ossa in un ambulatorio.
Comunque le vaccinazioni di base è bene farle, ogni quanto farle dipende dalla vita del gatto e quindi dai rischi che corre quotidianamente per le malattie infettive, mentre la sterilizzazione è una sorta di inevitabile obbligo per convivere serenamente tutti nello stesso ambiente.
Per quanto riguarda invece eventuali problemi sanitari per sua figlia può stare molto serena se il gatto è clinicamente sano, ma anche di ciò è bene parlarne sempre con il proprio veterinario curante.
Cari saluti ed auguri di buon anno."
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

13.1.2017

Yorkshire anziana

"Salve Dottoressa, la mia yorkyshire di 14 anni abituata fin da piccola a 'sporcare' sul pannolone quando è in casa, da qualche tempo però fa la pipì sul pavimento.
Io la sgrido ma non è la prima volta , ogni tanto capita, ma ultimamente + spesso. Non so che pensare....ha qualche suggerimento? Grazie Fiorenza". Risponde la Dottoressa Sabrina Giussani Medico Veterinario Esperta in comportamento animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. Un comportamento appreso in giovane età e mantenuto per molti anni può modificarsi a causa di un evento traumatico, una forma di demenza senile o un malessere fisico. La cagnolina della Sig.ra Fiorenza è entrata nella terza età e, a volte, si dimentica di usare la traversina assorbente. È possibile che questo sintomo sia la spia di un'iniziale forma di demenza senile: il cane, così come accade alle persone, dimentica ciò che ha imparato, è confuso e disorientato. Consiglio alla Sig.ra Fiorenza di consultare il proprio medico veterinario di fiducia così da realizzare dapprima una visita clinica, un esame del sangue e delle urine. È necessario, infatti, accertarsi che la cagnolina stia bene prima di affrontare una visita comportamentale e definire la presenza di una demenza senile. Consiglio all'ascoltatrice di non sgridare il cane: le punizioni peggiorano sempre le cose. Arrivederci alla prossima settimana."

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.