**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

27.9.2013

La mia Arianna graffia i muri

Oggi rispondiamo a Carla che ci scrive perché Arianna, il suo Border Collie di 5 anni, quando rimane sola in casa graffia i muri. Specifichiamo che Arianna però non rimane completamente sola ma con Birillo, suo fratello acquisito. Risponde Daniela Lisi:
Cara Carla, ti anticipo subito che il problema non è risolvibile in questo minuto e mezzo ma occorre che un educatore cinofilo venga a casa tua a conoscere Arianna e capire da dove scaturisce il suo malessere. Perché graffiare il muro è un evidente segno di malessere del cane.
Mi mancano alcune informazione per capire bene cosa sta succedendo, come ad esempio: da quanto tempo emette questo comportamento? Da cucciola lo faceva? Qual è il rapporto con Birillo?
I motivi per cui Arianna graffia il muro possono essere diversi:
Primo: la noia. Anche se dubito visto che mi scrivi che le fai fare molto movimento e lunghe passeggiate;
Secondo: ansia da separazione… però il cane è già adulto, prima l'ha mai fatto?
Terzo: paura. C'è forse qualcosa che ultimamente l'ha spaventata e che quando tu non sei in casa le si ripropone?
Insomma.. come vedi è per me difficile darti una soluzione. Possono però consigliarti di usare un piccolo trucchetto per essere preparata alle domande che un eventuale educatore cinofilo ti farà. Quando esci di casa metti una videocamera che registri quello che il cane fa prima di iniziare a graffiare il muro.
E' molto importante conoscere i comportamenti che emette prima, per trovare una soluzione al problema.
Mi dispiace non poterti essere d'aiuto, ti consiglio però di consultare il sito www.ficss.it per trovare educatore cinofilo vicino casa.

26.9.2013

Salviamo i delfini!

La LAV ha rivolto il seguente appello all'ambasciatore del Giappone in Italia: “Salviamo i delfini dalla terribile mattanza compiuta ogni anno a Taiji", cittadina giapponese a circa 500 chilometri a Sud-Ovest di Tokyo, che si trova in corrispondenza di una delle grandi rotte di migrazione di questi meravigliosi cetacei.”
Ma non è tutto: sempre all'ambasciatore la Lav ha proposto di farsi portavoce presso il Governo Giapponese di quanto orrore provi la popolazione italiana nei confronti di questa strage che si ripete ogni anno e che mette ulteriormente a rischio questa specie, una specie, ricordiamolo, universalmente protetta perché considerata gravemente in via di estinzione.
Quasi il 65% dei delfini detenuti nei parchi divertimento proviene da catture in mare e quest'attività è praticata soprattutto in Giappone, dove si cacciano i cetacei sia per soddisfare le richieste dei delfinari ma anche per scopi alimentari.
Ma il Giappone non è il solo a compiere queste crudeltà, anche Senegal, Russia, Isole Solomon e Cuba sono alcuni dei paesi coinvolti nella cattura e nel traffico, spesso illegale, di questi meravigliosi mammiferi marini.
E con questo è tutto

25.9.2013

Separazione: a chi va il cane o il gatto

Oggi parliamo di un tema di grande attualità e interesse generale: quando due coniugi si separano a chi verrà affidato il cane o il gatto di famiglia? L'onorevole Michela Vittoria Brambilla ha presentato una proposta di legge, ascoltiamo di che si tratta:
La proposta di legge AC 795, d'iniziativa dell'ex ministro Michela Vittoria Brambilla, primo firmatario, mira a tutelare la salute e il benessere dell'animale d'affezione che vive in famiglia, quando una coppia si separa, in analogia, mutatis mutandis, con quanto è previsto per i minori. La pdl prevede che, se non c'è un accordo tra le parti, sulla “destinazione” di un animale domestico in caso di separazione, decida il giudice, anche a prescindere dal regime scelto dai coniugi e dai documenti dell'animale: l'affido sarà attribuito, in forma esclusiva o condivisa, alla parte in grado di assicurare meglio il benessere dell'animale. Il giudice potrà sentire i figli della coppia o esperti di comportamento animale. Se l'affido sarà condiviso, salvo diversi accordi liberamente sottoscritti dalle parti, ciascuno dei detentori provvederà al mantenimento dell'animale da compagnia in misura proporzionale al proprio reddito. Se l'affido sarà esclusivo, l'onere sarà solo dell'affidatario.

24.9.2013

Il vostro gatto è una tigre

Una ricerca dell'Istituto di genomica della Corea del sud, ha dimostrato che i gatti domestici hanno in comune con le tigri la gran parte del Dna. Ergo il vostro gatto è per il 95,6 per cento una tigre.
La scoperta, pubblicata sul giornale Nature Communications, è avvenuta dopo che i ricercatori sudcoreani sono riusciti a sequenziare i genomi di tigri, leopardi della neve e leoni.
Pensate almeno 11 milioni di anni fa il micio indifeso che adesso dorme sul divano era una “tigre”. Le nuove ricerche mostrano che gli antenati comuni di queste due specie di felini hanno avuto nel corso del tempo delle mutazioni generiche, tra cui quella che ha permesso alle tigri di essere quasi carnivore e di avere muscoli scattanti che le rendessero in grado di catturare le prede in ambienti selvatici.
Idem per i leopardi delle nevi, che grazie a dei cambiamenti nel genoma, sono adesso in grado di sopravvivere a grandi altitudini, in carenza di ossigeno. Lo studio del genoma potrebbe aiutare, secondo il parere degli esperti, a selezionare esemplari da introdurre in tali riserve per favorire un accoppiamento che garantisca l'incremento della variabilità genetica e ridurre il rischio estinzione.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.