**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

26.9.2013

Salviamo i delfini!

La LAV ha rivolto il seguente appello all'ambasciatore del Giappone in Italia: “Salviamo i delfini dalla terribile mattanza compiuta ogni anno a Taiji", cittadina giapponese a circa 500 chilometri a Sud-Ovest di Tokyo, che si trova in corrispondenza di una delle grandi rotte di migrazione di questi meravigliosi cetacei.”
Ma non è tutto: sempre all'ambasciatore la Lav ha proposto di farsi portavoce presso il Governo Giapponese di quanto orrore provi la popolazione italiana nei confronti di questa strage che si ripete ogni anno e che mette ulteriormente a rischio questa specie, una specie, ricordiamolo, universalmente protetta perché considerata gravemente in via di estinzione.
Quasi il 65% dei delfini detenuti nei parchi divertimento proviene da catture in mare e quest'attività è praticata soprattutto in Giappone, dove si cacciano i cetacei sia per soddisfare le richieste dei delfinari ma anche per scopi alimentari.
Ma il Giappone non è il solo a compiere queste crudeltà, anche Senegal, Russia, Isole Solomon e Cuba sono alcuni dei paesi coinvolti nella cattura e nel traffico, spesso illegale, di questi meravigliosi mammiferi marini.
E con questo è tutto

25.9.2013

Separazione: a chi va il cane o il gatto

Oggi parliamo di un tema di grande attualità e interesse generale: quando due coniugi si separano a chi verrà affidato il cane o il gatto di famiglia? L'onorevole Michela Vittoria Brambilla ha presentato una proposta di legge, ascoltiamo di che si tratta:
La proposta di legge AC 795, d'iniziativa dell'ex ministro Michela Vittoria Brambilla, primo firmatario, mira a tutelare la salute e il benessere dell'animale d'affezione che vive in famiglia, quando una coppia si separa, in analogia, mutatis mutandis, con quanto è previsto per i minori. La pdl prevede che, se non c'è un accordo tra le parti, sulla “destinazione” di un animale domestico in caso di separazione, decida il giudice, anche a prescindere dal regime scelto dai coniugi e dai documenti dell'animale: l'affido sarà attribuito, in forma esclusiva o condivisa, alla parte in grado di assicurare meglio il benessere dell'animale. Il giudice potrà sentire i figli della coppia o esperti di comportamento animale. Se l'affido sarà condiviso, salvo diversi accordi liberamente sottoscritti dalle parti, ciascuno dei detentori provvederà al mantenimento dell'animale da compagnia in misura proporzionale al proprio reddito. Se l'affido sarà esclusivo, l'onere sarà solo dell'affidatario.

24.9.2013

Il vostro gatto è una tigre

Una ricerca dell'Istituto di genomica della Corea del sud, ha dimostrato che i gatti domestici hanno in comune con le tigri la gran parte del Dna. Ergo il vostro gatto è per il 95,6 per cento una tigre.
La scoperta, pubblicata sul giornale Nature Communications, è avvenuta dopo che i ricercatori sudcoreani sono riusciti a sequenziare i genomi di tigri, leopardi della neve e leoni.
Pensate almeno 11 milioni di anni fa il micio indifeso che adesso dorme sul divano era una “tigre”. Le nuove ricerche mostrano che gli antenati comuni di queste due specie di felini hanno avuto nel corso del tempo delle mutazioni generiche, tra cui quella che ha permesso alle tigri di essere quasi carnivore e di avere muscoli scattanti che le rendessero in grado di catturare le prede in ambienti selvatici.
Idem per i leopardi delle nevi, che grazie a dei cambiamenti nel genoma, sono adesso in grado di sopravvivere a grandi altitudini, in carenza di ossigeno. Lo studio del genoma potrebbe aiutare, secondo il parere degli esperti, a selezionare esemplari da introdurre in tali riserve per favorire un accoppiamento che garantisca l'incremento della variabilità genetica e ridurre il rischio estinzione.

23.9.2013

Rischio rialzo spese veterinarie

Oggi qui al magazine degli animali parliamo di cose molto serie. E più precisamente cerchiamo di capire cosa sta succedendo in campo fiscale per i proprietari dei nostri amici animali.
Ci spiega tutto il dottor Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano.
"Con una lettera al Ministro Saccomanni l'ANMVI ha chiesto di valutare lo spostamento delle spese veterinarie dalla fascia ad aliquota ordinaria ( a rischio rialzo al 22% dal 1 ottobre) a quella dell'IVA agevolata (10%) nella quale sono già compresi i medicinali veterinari.
Infatti al momento resta confermata l'intenzione di Letta e Saccomanni di procedere per il 2014 a una mini-riforma delle aliquote Iva con la prossima legge di stabilità.
Dobbiamo pertanto ricordare a tutti che le cure veterinarie non sono banali consumi ma spese indispensabili (ed obbligatorie per legge nella prevenzione per la sanità animale) per la tutela della salute pubblica.
Invece, per un'assurda logica fiscale le prestazioni relative alla medicina veterinaria sono tassata come fossero un bene voluttuario, di lusso, come un gioiello, una borsa di coccodrillo, una pelliccia di visone.
Poi se volessimo essere in linea con le norme che riguardano la salute umana andrebbero invece del tutto esentate da IVA le prestazioni che costituiscono obbligo di legge (es. microchip, antirabbica, ecc.) e quelle essenziali (profilassi per le zoonosi) che tutelano direttamente la salute dell'uomo nell'ambiente in cui vive.
L'IVA sulle cure veterinarie infatti non produce maggiori entrate, ma costi per la collettività e per le pubbliche finanze.
Se le cure veterinarie continueranno a gravare fiscalmente sui cittadini quanto i beni di lusso voluttuari, ci saranno altre conseguenze di spesa pubblica in termini di randagismo e sovraffollamento dei canili e dei gattili.
Emanuele Minetti
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.