**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

22.11.2013

Giochi anti noia

Oggi rispondiamo a Micaela che ci scrive perché non vuole far annoiare il suo Benny durante le lunghe giornate di pioggia. Ci chiede qualche consiglio. Microfono a Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila:
“Cara Micaela, quando piove uscire con il nostro amico a 4 zampe diventa fastidioso sia per noi che per lui. Ci sono addirittura cani che non amano per nulla la pioggia e passeggiare o anche solo uscire per i bisogni diventa un peso. Allora spesso quello che facciamo è andare fuori al volo per sporcare e poi, via… di corsa in casa. Questo è quello che il nostro cane vuole e che a noi sotto sotto fa anche un po' piacere.. certo è che se ci aspetta una settimana piovosa il nostro amico a 4 zampe si annoierà tantissimo e la noia non è amica ne nostra ne sua e quello che il cane potrebbe inventarsi per trascorrere il tempo potrebbe non farci molto piacere, e allora come fare per evitare questo? Ecco alcuni consigli che renderanno felice e meno annoiato il vostro amico:
- esistono dei giochi molto carini come ad esempio quelle palle o cubi in plastica o stoffa che hanno delle fessure nelle quali poter infilare dei bocconcini che il cane dovrà cercare di tirare fuori... il bello sta nel doversi ingegnare per recuperare gli ambiti premi;
- un altro gioco può essere il famoso Kong. Spalmate una bella sottiletta su tutte le pareti, lo riempite di bocconcini e lo mettete in freezer per una mezz'oretta, così per un po' il cane sarà impegnato nel disperato tentativo di svuotarlo il prima possibile... cosa molto difficile visto che avendolo messo in freezer ci metterà il doppio del tempo .
- è possibile rendere ancora più interessanti tutti questi giochi nascondendoli in giro per la casa o per il giardino e sempre in posti diversi! Magari per le prime 2 volte fate in modo che il cane vi veda e poi per le volte successive rendetegli ancora più interessante il gioco non facendovi vedere.
- un altro bel modo per fargli passare il tempo è quello di creare delle piste con dei bocconcini che portano ad un gioco che avete precedentemente nascosto. Questo serve al cane per usare e sviluppare l'olfatto ma anche per aumentare la sua capacità di ragionare. Una grande gratificazione sta anche nel cercare e trovare qualcosa usando il proprio istinto.
Vedrete che così non vi annoierete più neanche voi.
RENDIAMO LE GIORNATE PIOVOSE MENO NOIOSE!!!”
Grazie Daniela, scrivete anche voi a pronto fido per i consigli sull'educazione del vostro amico. E tutto

21.11.2013

India: pillola anticoncezionale per le scimmie

L'India ha deciso d'introdurre un nuovo piano d'intervento contro «l'invasione» delle scimmie nelle città. Indovinate di che si tratta: somministrazione massiccia di pillole anticoncezionali attraverso il cibo.
Non sto scherzando: secondo quanto scrive “ The Indian Express”, un programma pilota partirà molto presto nello stato himalayano dove questi animali rappresentano una piaga per la popolazione locale. Se l'esperimento funziona, potrebbe essere esteso anche in altre località, tra cui New Delhi dove finora è fallito ogni tentativo di eliminare le migliaia di macachi che infestano i ministeri e i palazzi governativi con grossi rischi per i dipendenti pubblici.
L'idea è stata suggerita dal Centro nazionale per la ricerca sui primati della California che all'inizio dell'anno ha stretto un accordo con l'Istituto indiano della fauna selvatica per trovare una soluzione alla sovrappopolazione delle scimmie, un animale «sacro» per gli induisti che le venerano nei templi.
Di fronte all'emergenza e alle aggressioni di macachi, in passato l'amministrazione di New Delhi era corsa ai ripari assumendo ronde di “acchiappa-scimmie” ovvero degli addomesticatori di un tipo di babbuino che ha il potere di spaventare gli altri primati. Ma il programma è stato sospeso dopo che le autorità indiane hanno proibito l'uso dei langur in quanto specie protetta.
E dall'India è tutto per oggi.

20.11.2013

Tutti in piazza per il no alle pellicce

La Lega Anti Vivisezione scenderà nelle principali piazze italiane sabato 30 novembre e domenica primo dicembre, con replica il 7 e l'8 dicembre per sostenere la proposta di legge che chiede di vietare l'allevamento, la cattura e l'uccisione di animali per la finalità di ottenere pellicce.
I cittadini saranno invitati a firmare le cartoline dirette ai 25 senatori e 43 deputati membri rispettivamente della commissione Sanità al Senato e della Commissione Agricoltura alla Camera, che per primi dovranno esprimersi sulla proposta di legge.
«In Europa sono aumentati i Paesi che hanno definitivamente vietato questa attività», dice Simone Pavesi, responsabile Lav campagna Pellicce. Il risultato più importante è stato raggiunto in Olanda, secondo produttore europeo e terzo al mondo di pelli di visone, dove lo scorso dicembre il Senato ha approvato la legge che dal 2024 farà chiudere i quasi 200 allevamenti.
In Italia invece «l'associazione di categoria degli allevatori ha concentrato le sue forze sulla promozione di questo primitivo business, che oggi vede attivi 20 allevamenti e altri due prossimi all'apertura, per un totale di circa 200mila animali all'anno
Allora carta e penna per segnarvi l'appuntamento del 30 novembre e primo dicembre, replicato il 7 e l'8 dicembre nella principali piazze italiane.
E al grido abbasso le pellicce è tutto….

19.11.2013

Il cane è nato in Europa

Il cane domestico è “nato” in Europa: è qui che fra 19.000 e 32.000 anni fa è avvenuto il passaggio che ha portato i lupi ad adattarsi alla vita domestica. Questa `trasformazione´ sarebbe avvenuta al seguito delle popolazioni nomadi di cacciatori-raccoglitori. Uno studio realizzato da un gruppo internazionale di ricercatori coordinato dall'università finlandese di Turku e pubblicato su Science ne ha ricostruito il percorso evolutivo, analizzando sezioni di Dna. Comparando frammenti di Dna di decine di resti fossili di lupi e di cani moderni i ricercatori sono infatti riusciti a tornare indietro nel tempo, ricomponendo le piccole variazioni genetiche che si sono succedute nel corso dei millenni. Come dicevamo l'analisi dimostra che i moderni cani deriverebbero tutti dalla graduale domesticazione di lupi vissuti tra 19 e 32 mila anni fa in Europa e probabilmente al seguito di popolazioni nomadi di cacciatori-raccoglitori.
Il dato però contrasta con quanto supposto finora secondo cui la domesticazione sarebbe invece avvenuta in Asia e in un periodo storico più tardo nei pressi di villaggi di popolazioni stanziali. Lo studio rivela inoltre come la domesticazione sia avvenuta, anche in altri luoghi ma che questi episodi non sono sopravvissuti al tempo, tanto che i cani moderni derivano tutti dalla stessa regione.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.