**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

7.8.2013

Estate: abbandono di pesci esotici e tartarughe

Non solo cani e gatti. Questo è il titolo del Magazine di oggi. Sto parlando ovviamente e ancora di abbandoni estivi, ma questa volta allarghiamo la cerchia delle vittime, e parliamo di pesci esotici e tartarughe d'acqua che vanno a popolare fiumi, laghi e torrenti. Sapete che il numero di questi animali lasciati al loro destino è in proporzione enorme rispetto ai cani e gatti che ogni anno vengono “mollati” dai loro padroni?
Pensate che solo lo scorso anno complessivamente sono stati oltre 16.000 le tartarughe d'acqua lasciate nei torrenti e nei laghetti dei parchi pubblici italiani e quest'anno secondo le prime stime il numero delle testuggini che lasceranno i terrari domestici per finire nei parchi pubblici sarà sensibilmente alto.
Non è tutto: stesso problema per quanto riguarda i pesci tropicali, ogni anno sono almeno 15.000 gli acquari che vengono versati nei mesi estivi nei corsi d'acqua e nei laghi italiani. L'orrore estivo come vedete è infinito.

6.8.2013

800 specie in estinzione per colpa dell'uomo

Nel 2006 un rapporto delle Nazioni Unite ha rivelato che nel corso degli ultimi 500 anni l'uomo ha causato l'estinzione di oltre 800 specie, tra animali e vegetali. Ma adesso è la Zooligical Society di Londra a tornare sull'argomento, pubblicando un elenco che illustra quale e quanta parte della fauna marina e terrestre è sparita dalla faccia della terra dal 1970 al 2005.
Negli ultimi 35 anni è scomparso circa un terzo delle specie animali del pianeta e questo è avvenuto per responsabilità dell'essere umano, che ogni anno cancella circa l'1 per cento degli esemplari della fauna: scarso rispetto dell'ambiente, urbanizzazione, pesca e caccia sono le cause principali di questo vero e proprio disastro.
Le creature che preoccupano maggiormente gli esperti ci sono l'antilope africana, il pesce spada e lo squalo martello.
Il WWF ritiene che nei prossimi 30 anni i cambiamenti del clima comprometteranno seriamente e irrimediabilmente la biodiversità con gravi pericoli per la salute del pianeta e dei suoi abitanti

5.8.2013

Vacanze di micio: meglio a casa

Se si va in vacanza per periodi brevi è meglio lasciare il gatto in casa PROPRIA con una persona di fiducia addetta al cibo ed alla cassetta, in grado di capire eventuali problemi.di salute e di toccarlo per carezze e coccole e per pettinarlo. Per cani e gatti, non prenotare all' ultimo minuto e scegliere sia su consiglio del veterinario e/o informandosi anche da conoscenti fidati; è meglio fare prima di lasciare l'animale per lunghi periodi almeno due giorni di prova. E' importante portare il proprio animale direttamente alla struttura prescelta in precedenza visitata, senza intermediari, perché occorre sapere in quali condizioni verrà tenuto. La pensione piu' affidabile e' quella dove si puo' entrare senza preavviso per fare visita all'animale. Evitare “appartamenti pensione” dove e' impossibile una disinfezione accurata. Anche per il gatto è meglio una gabbia di 1,5 metri quadri, con possibili saliscendi e area separata per la toilette, per il rischio contagio: e' una questione di sicurezza sanitaria'. Ed e' sempre bene lasciare un contatto reperibile.Per le VACCINAZIONI:: nel gatto meglio fare il richiamo della trivalente, se va all'aperto ed in pensione per lunghi periodi anche con la leucemia felina. Per il cane è bene optare per vaccinazioni complete anche di parainfluenza e leptospirosi. Se si porta l'animale con se attenzione al passaporto sanitario per espatriare (cane, gatto, furetto), da richiedere alla Asl veterinaria di appartenenza, che sostituisce i certificati di buona salute, rilasciato dopo l'applicazione del microchip e l'iscrizione all'anagrafe regionale, ed alla vaccinazione per la rabbia. Non in tutti i paesi le norme per introdurre gli animali sono uguali, quindi è indispensabile informarsi con alcuni mesi di anticipo.E' opportunopoi prepararsi una lista, anche tramite l'aiuto del proprio veterinario, su strutture sanitarie nel luogo di villeggiatura in caso di emergenza.

2.8.2013

Al mare con fido

Oggi rispondiamo a Stefano che ci scrive perché tra poco andrà al mare con il suo Jack, meticcio di 1 anno che non ha mail fatto il bagno. Vuole saper e come si deve comportare per far si che la sua prima esperienza con l'acqua non sia traumatica.
È molto importante prestare attenzione alle prime esperienze dei nostri cani perché saranno proprio quelle che rimarranno indelebili nella loro mente. È l'approccio con l'acqua non per tutti i cani è così semplice come si pensa. Stefano ha di sicuro posto una domanda molto intelligente.
La prima cosa da fare e cercare di far capire a jack che l'acqua non è pericolosa e che anche con essa ci si può divertire. Quindi prendi una pallina o comunque il suo gioco preferito ed iniziate a giocare sul bagno asciuga. Ogni tanto butti il giochino un po' più vicino all'acqua e fai in modo che jack inizi a bagnarsi un po'. E così via sempre di più finché non ti rendi conto del fatto che non è spaventato dal contatto con l'acqua.
Quando pensi che sia il momento giusto entri in acqua e chiami jack. Se vedi che di sua spontanea volontà entra in acqua sei a cavallo! La paura è passata! Se invece vedi che è ancora un po' titubante cerchi di convincerlo con la voce e magari portando il gioco in acqua e chiedendogli di venire a prenderlo.
Cerca sempre di far si che sia jack a decidere di entrare in acqua non forzarlo mai. Vedrai che con un po' di pazienza e tanta buona volontà riuscirete a divertirvi!
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.