**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

29.7.2013

La dieta di fido

Oggi qui al Magazine degli animali parliamo ancora una volta di alimentazione viste le tante richieste di informazioni su questo argomento qui alla posta del veterinario di pronto fido@prontofido.net
Ecco allora i consigli del dottor Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano, buongiorno dottor Minetti:
"Alimentare il proprio cane sta diventando sempre più complesso vista la grande offerta di cibo industriale e le mille opinioni che circolano ovunque.
Personalmente continuo a ripetere sempre la stessa cosa: la dieta deve essere un "vestito su misura", confezionato con criteri seri di equilibrio e completezza.
Essa deve essere impostata insieme al proprio veterinario, egli deve aiutare nella valutazione critica delle esigenze di ogni soggetto.
Non esiste una ricetta magica, non c'è uno schema che si possa applicare completamente ad ogni cane senza una revisione critica.
Bisogna conoscere il cane, le sue abitudini, la razza, lo stato di salute, dove vive e come, eventuali intolleranze od allergie.
Sono tanti i parametri che entrano in gioco: per esempio il riso in linea di massima va benissimo ma di certo esso non può essere usato su tutti i cani.
Così per le carni, la soia, le varie fonti di carboidrati disponibili.
Sottolineo che riuscire a preparare una corretta dieta casalinga fresca al 100% non è cosa nè semplice nè forse giusta. Infatti nel concetto di dieta c'è l'assunto di razione alimentare completa e, per quanto ci si possa sforzare a fare ciò in ambito domestico, anche con l'uso di integrazioni con vitamine e sali minerali ed oligoelementi vari, non si raggiungerà mai la migliore espressione teorica.
Per questo motivo si può usare una dieta mista, parte industriale e parte fresca casalinga. Attraverso questo sistema empirico in qualche modo si limtano gli svantaggi di ambedue. Ovviamente riferendosi a cani che non necessitano di prescrizoni dietetiche veterinarie terapeutiche.
Dottor Emanuele Minetti Medico Veterinario e Collaboratore di Pronto Fido"

26.7.2013

Vacanze!

Siamo alle porte delle vacanze estive. Voi andrete in vacanza? E i vostri amici a 4 zampe? Verranno con voi? Se la risposta è si, ecco alcuni consigli da seguire.
Il primo come abbiamo ripetuto più volte è quello di NON LASCIARE IL VOSTRO CANE CHIUSO IN MACCHINA!! QUESTO CALDO LO UCCIDEREBBE… nel vero senso della parola;
E poi la raccomandazione annuale è di NON ABBANDONARLO!!! Piuttosto portatelo al canile.
chiusa questa parentesi, torniamo ai consigli di Daniela Lisi.
Buongiorno Loredana, mi associo pienamente alla tua introduzione…Tornando all'argomento, se decidete di portare in vacanza con voi il vostro amico a 4 zampe, ci sono delle piccole, chiamiamole regole da seguire, per rendergli la trasferta meno traumatica.
I cani sono degli animali molto abitudinari, per questo il cambio di casa potrebbe provocargli un po' di ansia. Risolvibile con un po' di pazienza.
Le regole sono valide sia se andrete a stare in hotel, sia se andrete a stare in un appartamento.
Per il cane, in ogni caso, si tratterà di un nuovo ambiente nel quale potrebbe non sentirsi a suo agio / e mostrare segnali di stress quando lo lascerete solo, come abbai, ululati etc…
Ovvio è che non sarà così per tutti ma ci sono cani particolarmente sensibili ai cambiamenti che hanno bisogno di essere un po' aiutati nell'adattarsi.
Quindi:
-   Portate con voi la sua cuccia, se non potete la sua coperta o il suo cuscino. Qualcosa con il quale è solito dormire;
-   Creategli comunque una zona cuccia, anche se sarete in una stanza di hotel. Il cane ha bisogno di avere un posto tutto suo;
-   Portate alcuni dei suoi giochi;
-   Non lasciatelo subito solo appena arrivati nella nuova casa. Passate un po' di tempo con lui per fargli capire che per qualche giorno starete tutti li;
-   Fatelo passeggiare nei dintorni;
-   Le prime volte che lo lasciate solo se vedete che va molto in ansia… cercate di accorciare i tempi.. per poi allungarli lentamente.
-   Dategli qualcosa di gustoso da mangiare prima di uscire, ad esempio un bel Kong.
Poi sta ad ognuno di voi e alla vostra sensibilità capire quali siano le cose giuste da fare.
BUONE VACANZE!

25.7.2013

Caldo, caldo, caldo!

Caldo, caldo, caldo. Come possiamo evitare inutili sofferenze da caldo ai nostri amici?
Per prima cosa non lasciamo mai un animale incustodito in auto: la temperatura interna dell'abitacolo sale rapidamente, anche con i finestrini aperti, e l'auto si trasforma in un vero e proprio forno. Un animale lasciato in queste condizioni può morire in poco tempo; bastano anche solo 10 minuti per condannarlo a una morte orribile.
…E se vediamo un animale chiuso in un auto sotto il sole? occorre rintracciare quanto prima il proprietario dell'auto. Se costui non fosse reperibile bisogna chiamare immediatamente le forze dell'ordine - compresa la Polizia Locale del comune interessato - che interverranno in caso di comprovata emergenza. I numeri di telefono 112 (Carabinieri), 113 (Polizia di Stato), 115 (Vigili del Fuoco) e 1515 (Corpo Forestale) sono tutti utilizzabili anche per questi casi. Nel frattempo si deve cercare comunque di creare ombra con i mezzi disponibili (es. giornali sul parabrezzaIn caso di colpo di calore (ipertermia) è necessario abbassargli la temperatura mettendogli abbondante acqua fresca su tutto il corpo e contattare immediatamente il veterinario.
Poi non costringiamo i cani a sforzi eccessivi soprattutto se si tratta di un animale anziano e/o con difficoltà respiratorie. Durante le passeggiate avere sempre a disposizione una bottiglietta di acqua e una ciotola.


24.7.2013

Scimpanzè e oranghi ricordano come noi

Gli esseri umani non sono gli unici a ricordare le esperienze passate, infatti un nuovo studio pubblicato sulla rivista “Current Biology” ha scoperto che scimpanzè e oranghi posseggono capacità simili. Dai test effettuati entrambe le specie di primati si sono rivelate in grado di ricordare attività svolte appena quattro volte tre anni prima e singoli eventi vissuti a due settimane di distanza. I risultati rivelano che abbiamo davvero molte cose in comune con i nostri cugini primati, in particolare quando si tratta di ricordi autobiografici.
Dopo tre anni dagli esperimenti, gli animali non hanno manifestato difficoltà nel ricordare in fretta dove fossero stati posti gli utensili, sulla base del ricordo delle 'avventure' passate. Memoria che sembra funzionare anche sul breve termine: a distanza di due settimane da un'attività, i primati non hanno avuto problemi a eseguire gli stessi compiti.
Bhe, molto meglio di molta gente di mia conoscenza. È tutto…….
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.