**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

5.4.2013

Labrador che visita i vicini

Oggi rispondiamo a Claudia che ci scrive perché i suoi genitori hanno un problema con il loro Labrador di 6 anni, ogni volta che lasciano il cancello aperto esce e va a trovare i vicini di casa. Ci chiede come fare per far si che il cane non scappi. Ascoltiamo cosa suggerisce Daniela Lisi, la nostra educatrice cinofila.
Cara Claudia, scrivi nella mail che i tuoi genitori vivono in una casa con un grande giardino e con molto spazio al di fuori del cancello ma che lui preferisce comunque andare dai vicini.
Allora, l'unica cosa che mi viene in mente è che il vostro cane si annoi. Spesso dico che possiamo avere il giardino più grande del mondo ma se il nostro cane passa tutti i suoi giorni all'interno di questo, ne sarà sempre annoiato. E com'è possibile vi domanderete?
I nostri amici a 4 zampe hanno bisogno di annusare, annusare e annusare ma se quello che annusano è sempre lo stesso, dopo un po' non hanno più niente di interessante da fare e quindi trovano delle soluzioni alternative.
Vi faccio un esempio un po' banale: immaginate voi stessi chiusi in una casa, per quanto enorme possa essere, come vi sentireste dopo 6 anni? Avete presente il film Shining? Ecco forse un po' dareste fuori di matto.
Lo stesso vale per i nostri amici a 4 zampe che però, anziché dare fuori di matto, cercano delle soluzioni alternative, la fuga è una di queste. Andare a trovare i vicini e relazionarsi con altri cani per lui è un toccasana.
Sarà difficile togliere questa abitudine al vostro cane, tenendo conto del fatto che sono degli animali super abitudinari.
Il consiglio che posso darvi è di diventare amici dei vicini. Lo portate li una volta ogni tanto e lo fate giocare con i loro cani. Forse facendolo sfogare in maniera abitudinaria tenderà a non scappare per svagarsi da solo.
Come dici tu Claudia tenerlo legato è impensabile… quindi andiamo alla fonte.

4.4.2013

I delfini parlano

La ricercatrice Liz Hawkins del Centro di Ricerca delle balene in Australia ne è certa: I delfini sono in grado di parlare e di avere un proprio linguaggio, ma non solo, ha anche catalogato e decifrato 200 suoni diversi emessi da questi stupendi mammiferi.
La ricercatrice ha studiato per tre anni gli animali d'acqua, registrando 1.647 suoni emessi da 51 coppie di delfini: “E' una comunicazione alquanto complessa, ecco perché la si può definire Lingua” ha dichiarato la Hawkins.
Pensate che per ogni tipo di suono corrisponde un atteggiamento: quando le coppie viaggiano usano un suono matematico che invece non usano quando si riposano o mangiano.
E poi ci sono i fischi che i delfini usano quando cavalcano le onde, esprimendo così un incontenibile euforia simile a quella dei bambini.
La ricercatrice ha così concluso”la loro comunicazione è molto più complessa e difficile di quelle che credessimo.

3.4.2013

Il bulldog destinato a scomparire

Il bulldog è uno dei simboli del Regno Unito, è la dimostrazione di forza e coraggio oltre al rifiuto di arrendersi. Per tutti questi motivi era il cane di Winston Churchill al quale secondo molti somigliava anche fisicamente.
Eppure questo cene sembra destinato a scomparire. Pensate che il Kennel Club, l'associazione che riunisce gli allevatori e ne regolamenta l'attività ha approvato nuove norme: via la mascella cadente perché il bulldog del futuro dovrà avere il muso più asciutto, il naso meno pronunciato, gambe più lunghe e corpo più magro.
Tutto nasce dall'esigenza di proteggere la salute del buldog e per escludere qualunque caratteristica fisica che possa impedire all'animale di respirare, camminare e vedere liberamente.
La nuova normativa afferma anche che il Labrador deve mantenere anche in età adulta una corporatura più leggera, il naso del pechinese deve essere meno schiacciato e le gambe del bassotto devono essere un po' più lunghe.
La notizia per gli inglesi è talmente grossa che il Times di Londra l'ha messa in prima pagina con una foto enorme di un bulldog dall'aria triste e la scritta “Riposa in pace-il bulldog britannico, vittima delle leggi sull'allevamento”.

2.4.2013

Fido a tavola

E' il giorno della Lezione di Educazione Cinofila: Daniela Lisi di cosa parliamo oggi?
"Oggi vi dirò come poter fare per evitare che il vostro cane disturbi a tavola. Premetto che prima di tutto occorre che abbiate un minimo di controllo sul vostro cane quindi almeno il seduto.
Poi quello che potete fare è:
- non dargli mai, mai nulla da mangiare mentre siete seduti a tavola;
- se inizia a disturbare provate a chiedergli un seduto, ma non ricompensate mai con cibo ma solo con la voce;
- se il cane dovesse chiamarvi con la zampina o con l'abbaio dovete assolutamente ignorarlo;
- se la situazione dovesse diventare insostenibile, nel senso che il cane continua ad insistere in modo esagerato, allora insegnategli a concentrarsi su altro mentre mangiate. Ad es. prima di sedervi a tavola potete dargli un osso di pelle di bufalo che impegna il cane per diverso tempo. Così lui potrebbe associare il momento del vostro pasto con un premio anche per lui se sta buono e lontano dalla tavola.
Certo è che se il vostro cane è sempre stato abituato a prendere cibo da voi mentre mangiate sarà dura cercare di togliergli questa cattiva abitudine".

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.