**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

27.12.2012

Niente fuochi d'artificio: siamo animali

La tradizione dei fuochi per festeggiare la fine dell'anno, provoca gravi danni agli animali che sono soggetti a crisi di panico e a tentativi di fuga per il terrore generato dai botti. Chi ha un animale particolarmente sensibile ai "botti" non deve alimentare la sua paura, ma dobbiamo noi per primi, mantenere un atteggiamento sereno e tranquillo per non rafforzare il suo terrore. E' bene alzare il volume dello stereo o della tv, sono suoni più familiari per l'animale e soffocano altri rumori esterni.
Alcuni semplici consigli: non lasciate animali in giardino, ma ospitateli in un luogo chiuso dove non ci siano oggetti con cui, muovendosi, possano ferirsi.Non legate il vostro cane alla catena: in caso di panico generato da un petardo fatto esplodere nelle vicinanze, potrebbe tentare la fuga rischiando di ferirsi gravemente o addirittura strozzarsi.Non lasciate l'animale su terrazzi o balconi, perché potrebbero cercare di saltar giù, a rischio della vita. Non lasciate porte o finestre aperte che possano permettere la fuga del vostro animale in un momento di panico o di terrore. FIRMATO LIDA
E poi aggiungo io, tenete i vostri cani sempre al guinzaglio durante le passeggiate, a Prontofido riceviamo moltissime segnalazioni di smarrimenti per colpa dei botti, cani che scappano anche negli appositi spazi dei parchi. Ricordiamoci allora: guinzaglio sempre.
Da tutti noi di PRONTOFIDO auguri di un anno migliore per noi e per i nostri amici animali (BAU E MIAO)

21.12.2012

Problemini con Jack Russel

E' il momento delle vostre mail qui a prontofido@prontofido.net
Oggi rispondiamo ad un'ascoltatrice che ci scrive da Aosta di cui però non sappiamo il nome… ha due problemini con il suo piccolo incrocio di Jack Russel di 5 mesi. Risponde Daniela Lisi, educatrice cinofila:
“Allora, il primo problema è la fobia ad entrare nel portone di casa.
Tieni conto che i cuccioli a quell'età sono molto sensibili e le fobie sono all'ordine del giorno. Ogni momento è buono per vivere nuove esperienze e qualsiasi di queste per loro è un segno indelebile per il futuro. Molto probabilmente una delle ultime volte in cui il cucciolo ha attraversato la porta è successo qualcosa che tu non hai notato… scrivi di essere certa che nessun evento negativo sia stato associato al portone di casa… ma spesso ci sono rumori o piccolezze di cui non ci accorgiamo e che il nostro cane, in quanto tale, invece percepisce…. Ad esempio il portone potrebbe essersi chiuso in concomitanza con un rumore esterno che tu non hai notato e che invece lo ha spaventato.. oppure potrebbe essere successo che il portone lo abbia sfiorato.. e tenendo conto delle proporzioni del piccolo rispetto alla porta l'essere turbato è assolutamente giustificabile.. ma i motivi non individuabili da parte nostra possono essere svariati.
Comunque, la soluzione è quella di non obbligarlo con la forza ad attraversare il punto critico ma di cercare con tanta pazienza di fargli passare questa paura. Provate ogni volta che potete a bloccare il portone, attraversatelo e con fare molto giocoso e qualche premietto gustoso, richiamate il piccolo facendolo passare senza che se ne accorga. In pratica, occorre associare al portone qualcosa che gli piace. Visto l'incrocio con un Jack Russel potreste provare con una pallina…
Il secondo problema è che ad Aosta c'è neve e lui, povero piccolo, soffre il freddo alle zampe..come tanti cani d'altronde.
Tu non vuoi mettergli le scarpette perché contraria a questo tipo di accessori… ma visto che la crema idratante non ha ottenuto gli effetti che volevi… l'unica cosa che posso dirti è: mettigli le scarpette.
Io ho sempre pensato che i cappottini per cani fossero delle vere idiozie.. ma quando mi sono ritrovata con due levrieri in mezzo alla neve, ho ringraziato chi li ha inventati!”

20.12.2012

No cuccioli per Natale!

Ci siamo: il conto alla rovescia per Natale è iniziato e in questi giorni gli appelli delle associazioni animaliste a non regalare cuccioli si sprecano. Naturalmente noi ci associamo.
Come ogni anno vogliamo ricordare che se un oggetto si può cambiare se non ci piace, o addirittura buttare quando ci ha stufato un cane o un gatto restano per tutta la loro vita.
Secondo Ilaria Ferri direttore scientifico dell'ENPA ente nazionale protezione animali “negli ultimi anni non solo non si è smesso di regalare animali, ma non ci si limita ai soli cani e gatti, e a finire tra i vari pacchetti sotto l'albero sono anche molte specie esotiche come furetti, cani della prateria e anche iguane. La loro gestione però è alquanto difficile e questi cosiddetti “doni” vengono abbandonati con leggerezza.
Può succedere così che in un laghetto del parco vediamo improvvisamente nuotare delle tartarughe di acqua dolce. Ma ricordiamoci sempre che anche cani e gatti hanno le loro esigenze che però non sono sempre compatibili con gli impegni di chi li riceve in regalo.
Non finiremo mai di ripeterlo anche a costo di diventare noiosi: se desiderate assolutamente fare un bel regalo d'amore per i nostri amici, offrite per Natale un'adozione a distanza. E' tutto


19.12.2012

Cani e gatti vivono 2 anni di piu'

I nostri amici a 4 zampe, sia cani che gatti vivono in media due anni in più rispetto a 20 anni fa e tutto il merito va ai progressi della medicina e delle cure che i proprietari rivolgono ai loro piccoli amici.
Questi risultati sono particolarmente eclatanti se pensiamo che rapportato all'uomo possiamo dire che un paio di anni di vita di questi animali equivalgono a 10 di quelli umani.
E' importante sottolineare che questi dati si riferiscono ai meticci, visto che esistono razze più delicate dalla mancanza di controlli sulle importazioni che possono indebolire gli animali con accoppiamenti forzati.
Inoltre negli ultimi anni la medicina veterinaria ha fatto grandi passi ed oggi è possibile rivolgersi ad oculisti, ortopedici, dermatologi e cardiologi a seconda del problema del nostro amico a 4 zampe.
Insomma il nostro fedele compagno è sempre più spesso assistito ed alimentato come un vero componente della famiglia.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.