**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

29.11.2012

Gli elefanti 4x4

Oggi qui al Magazine degli Animali parliamo di elefanti. Sapevate che sono animali 4X4? Questo significa che tutte e quattro le loro zampe sono importanti per la propulsione oltre che come freni, esattamente come una macchina con quattro ruote motrici. Lo rivela uno studio diretto da John Hutchinson del Royal Veterinary College dell'Università di Londra pubblicato sulla rivista dell' Accademia Americana delle Scienze.
Ma non è tutto, di recente lo stesso ricercatore aveva ultimato uno studio simile, concludendo che i pachidermi corrono e camminano contemporaneamente, nel senso che la loro non è una vera e propria corsa. Le zampe anteriori del pachiderma infatti si muovono come al passo, mentre le posteriori come nella corsa.
Ma torniamo al nuovo studio, e vediamo che riprendendo la camminata e la corsa degli elefanti con telecamere precisissime, gli scienziati hanno documentato che tutte le zampe dell'elefante sono motrici, e che tutte possono agire come freno, per di più in modo indipendente l'una dall'altra.
Secondo lo scienziato questa particolarità rende l'elefante unico tra i quadrupedi ed è una conseguenza della sua stazza, per cui il pachiderma ha dovuto inventarsi strategie alternative di stabilità nei movimenti.
Per saperne di più www.prontofido.net.

28.11.2012

Involuzione intelletuale di Fido

Lo studio è stato pubblicato dal quotidiano Telegraph e non è passato inosservato visto che quello che emerge dalla ricerca presentata da Kenth Svartberg, Studioso dell'Università di Stoccolma non è incoraggiante per chi ama i cani. Secondo questa analisi il cane sarebbe una specie animale che, negli ultimi anni, ha visto ridurre le proprie capacità intellettuali con grande velocità.
L'involuzione intellettuale, registrata dagli scienziati svedesi, sarebbe dovuta al moderno sistema di allevamento e selezione che privilegia le caratteristiche fisiche del cane.
Il cambiamento è avvenuto nel corso di poche generazioni e riguarda in maniera prevalente i cani da compagnia, quindi soprattutto le razze nane o quelle di taglia piccola.
Comunque questa drammatica involuzione è la conseguenza, soprattutto delle richieste dei padroni: l'agilità mentale, infatti, è stata, diciamo così, erosa proprio dalla domanda di mercato di chi, oggi, preferisce cani che sappiano adattarsi alla vita pigra e consumistica dei padroni, semplicemente eseguendo comandi semplici e ripetitivi, invece che svolgere, proprio come avveniva una volta, lavori o mansioni anche complessi e di responsabilità.
E allora fate come me: un bel bastardino preso dal canile. Intelligenza 10 e lode

27.11.2012

Ulcera perforata

Oggi rispondiamo ad una nostra ascoltatrice che ci ha scritto: "SALVE..IL MIO CANE E VENUTO A MANCARE. HA AVUTO UNA PARZIALE TORZIONE DELLO STOMACO..DOPO QUALCHE GG STAVA MALE E LO HANNO OPERATO D URGENZA PER PERITONITE DA ULCERA PERFORATA..PURTROPPO QUALCHE GG DOPO E MORTO...IO STO COSI MALE E MI SENTIO IN COLPA...MA DA COSA POTREBBERO ESSERGLI VENUTE VISTO CHE STAVA BENE" Risponde il Dottor Emanuele Minetti, Medico Veterinario a Milano:
Buongiorno, la torsione dello stomaco è una gravissima patologia che ha molto spesso un esito infausto. Purtroppo senza conoscere bene il caso clinico mi è praticamente impossibile darle conforto - oppure spiegazioni dettagliate - riguardo al suo caso.
Di sicuro nelle razze di grande mole essa si può prevenire, sia con accorgimenti legati alle abitudini alimentari e comportamentali, sia con una particolare chirurgia.
La stretta collaborazione da parte dei proprietari di tali cani con i medici veterinari parte proprio dalla consapevolezza che bisogna essere attori principali nella gestione di alcune particolari razze.
Infatti essi non sono sempre facili da gestire, come magari si pensa sull'onda dell'entusiasmo, e bisogna essere ben informati e consapevoli prima di sceglierli come compagni di vita.
L'iniziativa del “Mese del Cucciolo”, che partirà ad inizio 2013 nelle strutture veterinarie italiane aderenti con il patrocinio di FNOVI ed ANMVI, per esempio sarà utile anche per questi motivi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Prontofido
Medico Veterinario - Milano

26.11.2012

Amazzonia: solo formiche femmine

Come è noto da molto tempo la società delle formiche si contraddistingue per una ferrea organizzazione «eusociale» in cui alcuni individui sterili (operaie) eseguono particolari funzioni a vantaggio di altri individui fertili, cui spetta il compito di riprodursi in modo sessuato. In Amazzonia però è stata scoperta una specie di formiche che ha eliminato completamente gli individui maschili dalle sue colonie, riproducendosi esclusivamente attraverso la clonazione.
Analizzando il Dna di alcune colonie di questa specie, infatti, tutti i membri di uno stesso formicaio sono risultati essere femmine, cloni della propria regina.
La scoperta sulle attitudini sessuali della formica è avvenuta per caso, studiando la sua abilità nel coltivare funghi che poi usa per nutrirsi. Questa specie in particolare è più produttiva di tutte le altre specie coltivatrici note. Secondo Laurent Keller, esperto in insetti sociali dell'Università di Losanna, potrebbe essere la stretta simbiosi con i funghi, anch'essi a riproduzione asessuata, ad aver in qualche modo avvantaggiato le formiche ad allontanarsi dalla usuale riproduzione sessuata. La riproduzione per partenogenesi ha molti vantaggi, «consente di risparmiare sul costo energetico necessario per generare maschi, mentre porta alla duplicazione del numero di femmine in grado di riprodursi, producendo dal 50 al 100 per cento in più della prole per ogni generazione». Ma lo svantaggio principale di una colonia di cloni è la sua vulnerabilità; l'assenza di variabilità genetica infatti rende tutti gli individui ugualmente vulnerabili alle malattie: un solo parassita può sterminare l'intero formicaio in breve tempo.
E secondo Keller le formiche, così come altri insetti sociali, potrebbero essersi adattate a questo tipo di procreazione perchè permette alla regina di avere il pieno controllo, sia sulle caste sociali sia sulla riproduzione, di tutta la sua colonia. Ma per capire da quanto tempo e in che modo è avvenuto il cambiamento evolutivo saranno necessari ulteriori esperimenti genetici.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.