**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

23.10.2012

Un viaggio di 20 mila chilometri

Oggi parliamo di chi sa apprezzare la lentezza rispettando il proverbio: chi va piano va sano e va lontano. Ovviamente sto parlando di tartarughe ed in particolare di tartarughe australiane che rispettano in pieno questo detto, pensate che dal momento in cui escono dall'uovo sulla spiaggia intraprendono un'incredibile odissea marina, un viaggio di andata e ritorno attraverso l'Oceano Pacifico lungo più di 20 mila chilometri, dalle coste australiane fino a quelle del Sud America e ritorno.
Dagli studi dei biologi marini è emerso che quando le tartarughe escono dal guscio sulla spiaggia di Mon Repons, nel Queensland meridionale, puntano dritte verso l'acqua e nuotano fino al largo. A questo punto si fanno dare un passaggio dalla corrente dell'Est Australia che le dirige a sud, dopo aver cavalcato una serie di correnti spuntano sulle coste del Perù e del Cile. A questo punto ritornano indietro sfruttando la corrente equatoriale del sud.
Ma gli studiosi ammettono che non si sa ancora quanto tempo impiegano a completare il loro giro del Pacifico, ma una cosa è certa quando ritrovano la costa dell'Australia si fermano fino a quando sono pronte a riprodursi e a deporre le uova, all'età di circa 30 anni. Ma qui l'odissea ricomincia per i loro figli.

22.10.2012

Bimbi in linea grazie a Fido

Da uno studio di ricercatori della Deakin University di Melbourne è risultato che I bambini in sovrappeso potrebbero perdere qualche chilo di troppo semplicemente possedendo un cane. E tutto questo grazie ad una dieta più sana, attività fisica ma anche giocando con il proprio fedele amico a quattro zampe. I bambini infatti che passano del tempo con Fido hanno fino al 50 per cento in meno di probabilità di avere problemi di sovrappeso.
Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno condotto una ricerca, intervistando 1.100 famiglie che hanno bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni. Ebbene, dai risultati è emerso che i bambini con il cane sono il più delle volte in ottima forma.
Per i genitori che stanno cercando di far spegnere i computer e la tv ai loro bambini e farli uscire fuori a giocare, avere un animale domestico può essere una buona strategia. In effetti, nel campione di bambini analizzato solo il 20 per cento dei bambini con un cane è risultato in sovrappeso, contro il 25 per cento di chi non ha nessun animale domestico.
E allora, se state pensando di adottare un animale che diventi un amico di gioco del vostro bambino, visitate la sezione delle adozioni dai canili di www.prontofido.net

19.10.2012

L'educazione per i proprietari

Abbiamo parlato diverse volte di come insegnare al nostro cane a non sporcare in casa… ma una volta che il nostro amico sporca fuori chi raccoglie?
Oggi vogliamo sensibilizzare tutti i proprietari alla raccolta dei bisogni del proprio cane insieme con Daniela Lisi.
Molte persone purtroppo non hanno ancora questa abitudine e questo crea problemi a diverse persone, sia a chi non possiede un cane ma anche a chi invece ne ha uno.
Infatti questo atteggiamento non aiuta per niente i proprietari di cani che spesso e volentieri anche se raccolgono i bisogni del proprio animale vengono accusati di sporcare le città ed i parchi per bambini… perché questa è la brutta abitudine di chi non possiede un cane: generalizzare!
Ma ricordate, non tutti i proprietari di cani sono irrispettosi delle regole!
Spesso e volentieri ci sono persone che usano le aree cani come bagno per i propri animali..
Occorre ricordare che anche le aree destinate ad i nostri amici a 4 zampe prevedono l'obbligo della raccolta delle deiezioni del proprio animale, lo prevede la legge! Quindi fate attenzione perché in ogni paese le sanzioni sono diverse ma sempre previste!!!!
Allora non ci resta che dire: attrezzatevi e raccogliete le “popò” del vostro cane!!

18.10.2012

Anche i gatti sono mancini

Anche tra i gatti ci sono dei mancini. I felini domestici, quando devono compiere mosse complicate con le zampe, mostrano la preferenza per l'una o per l'altra zampa. Le femmine sono quasi sempre destrorse, i maschi invece usano la sinistra.
Lo dimostra uno studio pubblicato della Queen's University di Belfast e riportato da New Scientist.
Se è vero che gli esseri umani sono i soli che mostrano una spiccata preferenza per una mano o per l'altra, c'é però da dire che prove dell'asimmetria cerebrale sono presenti anche nel mondo animale; per esempio, gli scimpanzé compiono parecchie azioni preferibilmente con la zampa destra.
I gatti non sono da meno. Infatti, quando gli psicologi irlandesi hanno dato ad un gruppo di 42 gatti scatolette di tonno molto piccole e quindi difficili da mangiare, gli animali si sono aiutati sempre con una sola delle due zampe: tutte le femmine meno una, con la zampina destra, tutti i maschi con la sinistra.
Ma questa preferenza per l'una o l'altra zampa non si riscontra quando i gatti giocano normalmente. In passato alcuni studi hanno collegato il mancinismo ai livelli di testosterone in utero. E' possibile, dunque, che per questo motivo i gatti maschi siano spesso mancini.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.