**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

4.9.2012

Sindrome da rientro

Sapevate che la sindrome da rientro colpisce anche i nostri animali domestici? E a soffrirne sono sia il gatto che il cane nella stessa misura, l'unica differenza sta nella scelta fatta del padrone se li ha portati con sé o se li ha lasciati in pensione.
Parlando di viaggio con i gatti bisogna parlare con loro in continuazione e mettere il trasportino in modo che possano guardare il padrone.
Ma sembra proprio che le contromisure allo stress da rientro non esistono, dobbiamo cercare di non costringerli ad essere affettuosi, meglio aspettare un po' di tempo e intanto dedicarsi un po' di più a loro.
Ma ricordiamoci che come negli umani, non dobbiamo cercare di sopperire ad un disagio psichico con il cibo, magari scegliamo scatolette più appetitose ma non aumentiamo le dosi. Meglio essere più presenti e più vicini a loro, e, insieme superare la nostalgia delle vacanze ormai lontane.
Se volete raccontarci le vostre vacanze con i vostri animali prontofido@prontofido.net

3.9.2012

Emilia-Romagna: regione con più spiagge per loro

Dagli ultimi dati ufficiali è l'Emilia-Romagna, seguita da Toscana e Liguria, la Regione con il maggior numero di stabilimenti balneari attrezzati per accogliere gli animali. L'Emilia-Romagna con 40 spiagge precede la Toscana con dodici stabilimenti e la Liguria con dieci. Buona, ma migliorabile, la performance di altre regioni tra cui il Lazio, le Marche, il Veneto e la Sardegna.
Ma non è tutto: oggi circa il 60 per cento degli alberghi italiani accetta animali domestici». Il Mezzogiorno però è in ritardo se si considera il numero complessivo delle strutture "pet friendly" per ogni Regione
«E' importante colmare questo divario – sottolinea l'ex ministro Michela Vittoria Brambilla – visto che ormai sono quasi 30 milioni gli animali domestici nelle nostre case». l'ex ministro del Turismo è stata anche l'anima dell'accordo stipulato tra l'Associazione nazionale dei Comuni italiani e la Federazione italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. L'accordo mira promuovere provvedimenti atti a individuare tratti di litorale dedicati ai turisti con cane al seguito e per migliorare la "vita" degli animali da compagnia in città, favorendo il loro accesso in tutti i luoghi pubblici, sui mezzi di trasporto e nei pubblici esercizi.
In quest'ondata animalista s'inquadra anche l'accordo tra Trenitalia e la stessa Federazione, che ha portato alla apertura delle carrozze di tutti i treni, compresi le Frecce e gli Eurostar, ai cani di qualsiasi taglia.


31.8.2012

La pipi' nella lettiera?

Oggi rispondiamo a Maurizio che ci scrive perché vorrebbe insegnare alla sua Luna, una meticcia di 12 anni, a non fare più la pipì in giardino ma in una lettiera, risponde Daniela Lisi
Caro Maurizio, devo dire che quello che vuoi insegnare a Luna non è molto semplice, considerando tre cose molto importanti..:
- la prima, che il cane ha 12 anni. E ai cani anziani è difficile cambiare le abitudini... esattamente come accade agli anziani umani;
- la seconda, è che Luna per tutta la sua esistenza ha fatto pipì sull'erba, ed ora tutto d'un tratto, deve capire che non deve farla più la... è come se a te chiedessero di non farla più nel water ma nel lavandino... scusate l'esempio poco fine...
- la terza, ma non meno importante, è che la lettiera è fatta per i gatti o al massimo (cosa che comunque non condivido) per i cani di piccola taglia.
Quindi prima di tutto rifletti su queste tre cose.
Poi che dire... se proprio non hai altra soluzione quello che posso consigliarti di fare è di portare il cane fuori a sporcare, come fa la maggior parte delle persone che vive in appartamento oppure di provare a fare questo:
aspetta che sia il momento della pipì per luna, poi mettile il guinzaglio e portala in giardino dove avrai messo la lettiera, dopo esserti armato di molta pazienza, aspetti che Luna annusi, studi e molto probabilmente entri all'interno della lettiera. Aspetta che lei faccia pipì e subito un sacco di feste e perché no anche un bel bocconcino.
Un'altra soluzione è quella di dedicare una zona del giardino a Luna. Magari con della sabbia al posto della lettiera.

30.8.2012

Sparare ai gabbiani per salvare le balene

Le autorità della Patagonia, in Argentina, stanno valutando l'ipotesi di autorizzare la polizia a sparare sui gabbiani che beccano sul dorso le balene. Proprio così: gli uccelli sono diventati un vero pericolo per le balene, che nel golfo della città di Puerto Madryn, in Patagonia, hanno uno dei loro principali centri di riproduzione.
Il biologo Marcelo Bertellotti sostiene che il numero dei gabbiani sia aumentato esponenzialmente e che gli uccelli abbiano iniziato ad attaccare le balene in superficie, strappando le carni per mangiarne pelle e grasso. Il vero motivo di tutto ciò non è spirito animalista ma interesse economico, visto che le balene portano turisti e i turisti portano soldi, quindi le autorità provinciali stanno pensando di autorizzare la polizia a sparare ai gabbiani.
Gli ambientalisti però sono contrari, affermando che le autorità dovrebbero invece chiudere la vicina discarica e impedire ai pescatori di scaricare i rifiuti in acqua, in modo da ridurre il numero dei gabbiani in modo naturale.
Come andrà? Vi terremo informati. Ed è tutto

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.