**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

29.9.2018

Il pappagallo blu è estinto

Vi ricordate l'ara di Spix, il bellissimo pappagallo blu protagonista del film Rio? Ebbene sappiate che purtroppo da oggi non vola più nella foresta brasiliana e ad annunciarlo è un'indagine statistica condotta da BirdLife international, una ong specializzata nella conservazione delle specie aviarie esistenti al mondo.
L'ultimo avvistamento in natura di ara di Spinx risale al 2000: alcuni esemplari vivono in cattività ma adesso l'obiettivo è quello di reintrodurre alcuni esemplari nella foresta, proprio come ha fatto Blu, il protagonista del cartone animato «volato» in Brasile dagli Stati Uniti per ripopolare la sua specie.
Ma questo purtroppo potrebbe essere inutile, dato che l'estinzione in questi anni è andata di pari passo con la riduzione dell'habitat naturale e secondo gli scienziati la maggior parte di queste estinzioni è imputabile proprio alla deforestazione che sta spogliando il Sudamerica. «Quando si parla di estinzioni la gente pensa ai dodo, ma le nostre analisi dimostra che le estinzioni non solo continuano ma stanno anche subendo un'accelerazione», afferma Stuart Butchart di BirdLife international. «Storicamente, il 90 per cento delle estinzioni riguardava piccole popolazioni di uccelli che vivevano isolate su isole remote. Ma ora è in corso un'ondata crescente di estinzioni continentali a causa della perdita di habitat innescata da agricoltura e disboscamento non sostenibili».
E questa non è una bella notizia.

23.9.2018

Al via la stagione della caccia

E' cominciata ufficialmente la stagione della caccia e gli animalisti hanno già cominciato a sparare ricorsi al Tar contro gli anticipi della stagione e le autorizzazioni ad abbattere specie a rischio. La Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente, scrive in un comunicato che «anche questa stagione di caccia, dopo le pre-aperture in quasi tutte le Regioni, prende avvio come al solito tra abusi e forzature filo-venatorie praticamente sull'intero territorio nazionale, calpestando morale, scienza e giurisprudenza, con deroghe adottate all'ultimo momento o ancora in assenza di piani faunistici venatori».
«Le Regioni continuano ad emanare calendari palesemente illegittimi - rincara la dose Andrea Brutti dell'Enpa -, che violano consapevolmente sentenze di Tar e di Consiglio di Stato, che ignorano i pareri dell'ISPRA e che concedono sempre più possibilità di sparo. Persino alle specie il cui stato di conservazione è negativo».
Per la Federazione delle ong animaliste, «se vuole davvero il cambiamento, questo Governo fermi la deriva delle Regioni «sparatutto» dove le doppiette, nonostante il nettissimo calo numerico, la fanno ancora e sempre da padrone. Noi come sempre vi terremo informati Per il momento questo è tutto

22.9.2018

La storia di Silla

Oggi qui al Magazine degli animali vi racconto una storia che sembra tratta da un romanzo. Preparate i fazzoletti ed andiamo in Turchia dove Silla, una cagnolona di nove mesi, viene rapita mentre il suo proprietario era al lavoro. Nel disperato tentativo di riavere il suo amato animale, il suo proprietario ha offerto una ricompensa di 2.000 lire turche. Una ricompensa che ha reso nota la storia di Silla rendendo complicato ai ladri di vendere il cane che hanno così deciso di abbandonarlo.
E qui iniziano i problemi per Silla che viene attaccata da un branco di cani randagi e viene ferita alla gamba sinistra. Ma Silla dimostra una grande intelligenza e si presenta, zoppicante e visibilmente affaticata in un ospedale nella provincia settentrionale di Amasya. Un video, filmato dalle telecamere di sicurezza, mostra il momento del suo arrivo con alcuni infermieri che la guardano stupefatti.
I medici l'hanno subito medicata e hanno contattato il suo proprietario che ringraziati i medici per le cure è tornato a casa con Silla felice di averla ritrovata sana e salva.

16.9.2018

Oklahoma: sorpresa al supermercato

In un negozio dell'Oklahoma avevano esposto il biglietto “gli animali al guinzaglio sono ben accetti all'interno delle corsie” e così Robin Morris ha preso il regolamento alla lettera.
Probabilmente il direttore della catena del supermercato intendeva esclusivamente l'accesso ai cani, e invece il cow boy Robin Morris, è entrato nel negozio insieme al suo amato cavallo.
Le cose sono andate così: l'uomo è entrato nel negozio chiedendo se poteva far entrare il suo cavallo anziano, che in un primo momento aspettava fuori. Quando gli è stato dato il via libera, Robin ha cominciato a passeggiare tranquillamente tra le corsie e il cavallo non ha mostrato nessun segno di agitazione o insofferenza.
I due hanno una bellissima amicizia e le foto dell'avvenimento più unico che raro sono state postate su Facebook diventando subito virali, è possibile che dopo questa curiosa esperienza la coppia torni nel locale a fare altri acquisti.
E noi vi terremo informati
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655656657658659660661662663664665666667668669670671672673674675676677678679680

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.