**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

9.7.2012

Ciotola d'acqua fuori dai negozi!

Siete gestori di un bar, di un ristorante oppure di un negozio in generale? E allora attenzione perché questo magazine è per voi.
Sì perché se durante l'estate le raccomandazioni e le campagne animaliste antiabbandono fortunatamente si moltiplicano, non si pensa mai ad un'azione molto semplice e a costo zero per aiutare gli animali di passaggio: una ciotola piena d'acqua all'esterno del vostro locale per i nostri amici a quattrozampe.
E' un'azione amorevole molto semplice, non costa niente e può aiutare moltissimo durante un'estate molto calda come questa. In fondo la lotta la randagismo comincia da qui: togliendo i cartelli “vietato ai cani” e abbeverando gli animali di passaggio.
E allora subito una ciotola dissetante per Fido, vi sentirete più freschi anche voi ed E' tutto.

6.7.2012

Al mare con fido

Oggi rispondiamo a Stefano che ci scrive perché tra poco andrà al mare con il suo Jack, meticcio di 1 anno che non ha mail fatto il bagno. Vuole saper e come si deve comportare per far si che la sua prima esperienza con l'acqua non sia traumatica.
È molto importante prestare attenzione alle prime esperienze dei nostri cani perché saranno proprio quelle che rimarranno indelebili nella loro mente. È l'approccio con l'acqua non per tutti i cani è così semplice come si pensa. Stefano ha di sicuro posto una domanda molto intelligente.
La prima cosa da fare e cercare di far capire a jack che l'acqua non è pericolosa e che anche con essa ci si può divertire. Quindi prendi una pallina o comunque il suo gioco preferito ed iniziate a giocare sul bagno asciuga. Ogni tanto butti il giochino un po' più vicino all'acqua e fai in modo che jack inizi a bagnarsi un po'. E così via sempre di più finché non ti rendi conto del fatto che non è spaventato dal contatto con l'acqua.
Quando pensi che sia il momento giusto entri in acqua e chiami jack. Se vedi che di sua spontanea volontà entra in acqua sei a cavallo! La paura è passata! Se invece vedi che è ancora un po' titubante cerchi di convincerlo con la voce e magari portando il gioco in acqua e chiedendogli di venire a prenderlo.
Cerca sempre di far si che sia jack a decidere di entrare in acqua non forzarlo mai. Vedrai che con un po' di pazienza e tanta buona volontà riuscirete a divertirvi!

5.7.2012

I "cani da borsetta"

C'erano una volta i «cani da borsetta», ovvero chihuahua, Yorkshire, e carlini talmente piccoli da poter essere infilati in borsa. Una moda iniziata proprio dalle celebrità e che aveva trasformato il miglior amico dell'uomo in un accessorio irrinunciabile Una moda però già tramontata, perlomeno in Inghilterra, dove è ormai allarme accertato per il numero crescente di cagnolini versione mignon abbandonati al loro destino. I più fortunati vengono trovati da qualche anima buona e portati al più vicino canile, mentre gli altri muoiono per strada, spesso di fame e stenti.
«La gente è convinta che solo perché si tratta di cani in miniatura, questi richiedano meno esercizio e stimolazione mentale ma non è affatto vero. Ogni cane ha bisogno di sviluppare il proprio comportamento per non sentirsi annoiato, frustrato o stressato. La gente che li prende e li infila in borsa per portarli con sè, baciandoli e coccolandoli tutto il tempo, dimentica che così facendo nega a questi cagnolini la possibilità di essere tali, ovvero di sviluppare un normale comportamento canino.
Sappiamo bene che prima di prendere un qualsiasi cane bisognerebbe fare una ricerca approfondita per essere sicuri di scegliere l'animale più adatto al proprio modo di vivere». Insomma, basta farsi contagiare da uno slancio momentaneo, magari per imitare questa o quella celebrità: un cane non è né un giocattolo né, tantomeno, un accessorio che si può mettere in fondo all'armadio quando passa di moda. Un cane è un impegno per la vita e non un accessorio modaiolo». E pensare che fino a poco tempo fa l'Inghilterra era considerata una delle nazioni più dog lovers di tutte.
Da qui comunque la richiesta di una nuova legge più punitiva nei confronti di chi abbandona gli animali, che dovrebbe essere presentata nelle prossime settimane.
Ecco perché se avete deciso, dopo aver ben ponderato di adottare un animale, visitate la sezione dei canili in prontofido@prontofido.net

4.7.2012

Si a cani e gatti insieme

Il Professor Joseph Terkel dell'Università di Tel Aviv ha pubblicato i risultati di una ricerca su un campione di duecento persone che convivono con un cane e un gatto. Sembra incredibile ma questi sono i risultati: solo nel dieci per cento erano presenti situazioni apertamente conflittuali. In un quarto del campione cane e gatto si ignoravano, ma in tutti gli altri casi avevano stabilito una relazione amichevole. Il 65 per cento delle volte insomma, cane e gatto conviventi, si salutavano affettuosamente incontrandosi, mangiavano, giocavano e dormivano insieme.
Terkel sottolinea che cani e gatti, hanno molti segni di amicizia o ostilità opposti, tipo: il cane agita la coda in segno di amicizia, il gatto quando è nervoso. Il gatto evita di guardare quando minaccia, per il cane quello è un segno di sottomissione, eppure nelle convivenze quando un cane agita la coda il gatto va strusciarsi affettuosamente come se avesse imparato la lingua del cane.
Ma la coabitazione ha più change di successo se il gatto arriva in casa prima del cane. E questo anche perché la coabitazione con il genitore “umano” ha reso più infantili entrambi.


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.