**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

7.11.2016

Vomita da 2 mesi

"Salve, il mio gatto siamese di 8 anni da circa 2 mesi ha iniziato un escalation preoccupante di vomito e nonostante tre diverse visite veterinarie continua a vomitare ed anche a rifiutare spesso il cibo nonostante sia affamato. Cosa posso fare?" Risponde il dottor Emanuele Minetti Medico Veterinario a Milano:
"Buongiorno, a questo punto se il problema del vomito cronico persiste è logico pensare ad una patologia meno banale di quelle prospettate nelle visite fatte. Quale essa sia al momento non ci è dato sapere nè ipotizzare perchè le malattie che presentano il vomito fra i sintomi principali sono davvero troppe.
Come per noi umani quindi dopo essere stati dal medico veterinario di famiglia bisogna andare dal gastroenterologo specialista che imposterà il protocollo diagnostico più corretto, anche sulla base di ciò che ha già fatto; forse servirà eseguire anche una indagine approfondita tramite endoscopia gastrica e/o intestinale a completamento della ecografia già eseguita.
Troppo spesso non si conosce nemmeno l'esistenza dei gastroenterologi veterinari e, non passando da loro, e dai loro strumenti più avanzati, si perde la possibilità di curare davvero l'animale continuando a somministrare terapie a caso, magari più dannose del problema iniziale, per una mancanza di vera diagnosi.
Cari saluti:
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com


4.11.2016

Fido intrattabile?

Spesso i cani vengono abbandonati perché impossibili da educare e non si sa a chi rivolgersi. Come fare?
Risponde Sabrina Giussani Medico Veterinario che si occupa di Medicina del Comportamento.
Secondo uno studio realizzato in Francia qualche anno fa la maggior parte degli abbandoni è legata a problemi comportamentali. Spesso il proprietario si trova solo di fronte ad un cane che morde, distrugge, non riesce a rimanere da solo, abbaia scappa … e non sa che cosa fare! La maggior parte delle malattie del comportamento sono legate ad una non corretta educazione madre – cucicolo. Per questo è bene condurre il piccolo fin subito dopo l'adozione presso un Medico Veterinario che si occupa di Medicina del Comportamento in modo da affrontare subito la situazione. Nel caso in cui i sintomi si presentassero in un cane adulto, una visita comportamentale effettuata da un Medico Veterinario consentirà di giungere ad una diagnosi ed impostare una terapia volta al miglioramento dei sintomi.

3.11.2016

Involuzione intelletuale di Fido

Lo studio è stato pubblicato dal quotidiano Telegraph e non è passato inosservato visto che quello che emerge dalla ricerca presentata da Kenth Svartberg, Studioso dell'Università di Stoccolma non è incoraggiante per chi ama i cani. Secondo questa analisi il cane sarebbe una specie animale che, negli ultimi anni, ha visto ridurre le proprie capacità intellettuali con grande velocità.
L'involuzione intellettuale, registrata dagli scienziati svedesi, sarebbe dovuta al moderno sistema di allevamento e selezione che privilegia le caratteristiche fisiche del cane.
Il cambiamento è avvenuto nel corso di poche generazioni e riguarda in maniera prevalente i cani da compagnia, quindi soprattutto le razze nane o quelle di taglia piccola.
Comunque questa drammatica involuzione è la conseguenza, soprattutto delle richieste dei padroni: l'agilità mentale, infatti, è stata, diciamo così, erosa proprio dalla domanda di mercato di chi, oggi, preferisce cani che sappiano adattarsi alla vita pigra e consumistica dei padroni, semplicemente eseguendo comandi semplici e ripetitivi, invece che svolgere, proprio come avveniva una volta, lavori o mansioni anche complessi e di responsabilità.
E allora fate come me: un bel bastardino preso dal canile. Intelligenza 10 e lode

2.11.2016

La fortuna di leggere con il cane

Si chiama «La fortuna di leggere con il cane» il nuovo progetto di pet therapy pensato per i bambini disabili, down, autistici e in generale per tutti i bimbi torinesi. Ad idearlo è stato il gruppo «LuckyLeo», composto da un'equipe di educatrici, veterinari, comportamentalisti e pediatri di Torino e provincia. In cosa consiste? In alcune biblioteche le educatrici leggono per un'ora ad alta voce favole e racconti ai piccoli. Accanto a loro c'è un cane - che per il momento è Lucky, un incrocio tra un labrador e un golden retriver che si lascia accarezzare dai bambini, interagisce dolcemente e gioca insieme a loro. I
Una volta, per esempio, è riuscito a far superare un po' la paura dei quattro zampe ad un bimbo, semplicemente invitandolo a giocare. Un'altra volta Lucky, mettendo la zampa sul braccio di Marco, 7 anni, è riuscito a calmare la sua agitazione per un po', lasciando la mamma a bocca aperta. Il progetto è dedicato ai bambini dai 2 mesi ai 10 anni, e anche i genitori sono invitati a partecipare, «Perché la pet therapy migliora il rapporto tra i figli e i genitori», dice Teresa Albergo, educatrice ed ideatrice dell'iniziativa.
Questo gruppo, unendo i benefici della lettura ad alta voce a quelli della pet therapy, ha già ottenuto grandi risultati: i piccoli sono più concentrati, attenti e rilassati. Stimolano l'immaginazione ed il pensiero, e per quelli più piccoli è un'occasione importantissima per la loro alfabetizzazione». Da alcune settimane nel team è entrato Nerino, un gatto nero: «Perché la pet therapy funziona moltissimo anche con i felini». Ed è probabile che in futuro a loro si aggiungerà pure un coniglio.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.