**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

16.4.2012

Speranza per i cani d'Albania

Un speranza lunga dieci giorni per cercare di salvare 50 cani randagi dai fucili di due cacciatori assoldati dal Comune di Perrenjas in Albania in cambio di 200 lek ad esemplare (circa un euro e 50).
10 giorni di speranza è infatti quanto sono riusciti ad ottenere gli animalisti dal Consiglio municipale della città albanese «dopo una lunga e alquanto tesa seduta». Così ha raccontato all'Ansa Pezana Rexha, direttrice esecutiva dell'Associazione per la tutela dei diritti degli animali in Albania (Ara).
La direttrice dell'associazione animalista albanese ha confermato di essere riuscita ad ottenere questa promessa presentando per iscritto la seria intenzione di sterilizzare e vaccinare tutti gli animali.
Ricordiamo che contro la decisione del comune di Perrenjas si sono schierate anche associazioni animaliste non albanesi, tra cui quelle italiane. L'ex ministro Michela Vittoria Brambilla, rappresentante della Federazione Italiana diritti animali e ambiente,ha scritto una lettera-appello al premier albanese Sali Berisha «perchè adoperi la sua autorità» per impedire la strage annunciata, ricordando che «questo metodo scelto per lottare contro il randagismo non può essere proprio di un Paese come l'Albania, candidato all' ingresso nell'Unione europea».
Prometto che vi terremo informati. È tutto



12.4.2012

Fido "l'invidioso"

Che Fido sia intelligente non è una novità, lo sappiamo da millenni. La novità è un'altra: secondo quanto emerge da una ricerca condotta da una squadra di studiosi viennesi, i cani proverebbero anche invidia.
I dettagli dello studio sono stati pubblicati dalla rivista dell'Accademia nazionale americana delle Scienze e ha suscitato grande interesse,
Il lavoro si è basato su un'idea decisamente molto semplice: osservare la reazione di una coppia di cani ai quali viene chiesto di dare la zampa in cambio di un bocconcino. Inizialmente i due vengono premiati normalmente, poi dopo alcune volte ad uno dei due cani non viene più offerto il premio.
A questo punto il cane non premiato smette di dare la zampa e si infastidisce.
Per dimostrare che questo comportamento fosse dettato dall'invidia, i ricercatori hanno ripetuto l'esperimento con il cane che per il suo comportamento è stato identificato come “invidioso”.
Effettivamente il cane continuava a dare la zampa anche senza ricevere il premio a dimostrazione del fatto che, quando si trovava in coppia, non ubbidiva proprio perché irritato dalla presenza del cane premiato e per il quale provava invidia.
E' tutto,

12.4.2012

Ansia da separazione

Oggi rispondiamo a Teresa che ci scrive perché teme che la sua cockerina di 3 mesi e mezzo soffre di ansia da separazione.
DANIELA LISI: "Il problema dell'ansia da separazione nei cuccioli è uno dei più comuni… Quello che vi consiglio di fare è di iniziare gradualmente a lasciarla sola. Quando siete in casa tranquilli, uscite tutti per una decina di minuti e poi rientrate, al vostro dovete cercare di ignorarla almeno per i primi 10 minuti. So che sarà molto difficile perché lei vi farà moltissime feste.. ma vi assicuro che è necessario.
La volta dopo uscite per 15 minuti, poi rientrate e tenete sempre lo stesso atteggiamento di indifferenza … e così via per le volte successive: 30 minuti, poi 40 etc..etc..
L'idea che avete avuto di chiuderla in un'altra stanza mentre siete in casa non mi sembra delle migliori perché il cane comunque sa che voi siete in casa e ne soffre ancora di più.. vi ricordo che il cane è un animale sociale quindi ha bisogno di compagnia. Certo è che se iniziate sin da ora a delimitare alcune stanze sarete agevolati nel momento in cui vorrete evitarle l'ingresso in alcune zone della casa.
Un ultimo consiglio: compra un diffusore D.A.P. di cui avevamo già parlato tempo fa… si tratta di un diffusore di feromoni materni che dovrebbe tranquillizzare il cane in vostra assenza. Lo trovi anche sotto forma di collare e lo puoi acquistare sia in farmacia che nei grandi negozi di accessori per animali. Oltre a questo ti consiglio anche il solito KONG che ormai credo tutti conoscano... e vedrai che sarà impegnata a fare altro quando voi uscirete di casa.."
Inviateci le vostre mail a prontofido@prontofido.net

11.4.2012

Maria: agnellina salvata

Proprio nei giorni in cui ancora una volta molti agnelli sono stati vittime di una odiosa mattanza, da Arezzo arriva una storia che speriamo faccia riflettere.
Nelle pagine aretine de "La Nazione" è stata raccontata l'avventura di Matilda una pecora portata al mattatoio per essere uccisa.
Ma proprio in quel luogo di morte e di sofferenza, lei ha avuto una seconda possibilità. Ecco com'è andata: la pecora matilda era gravida ma il destino ha voluto che la nuova creatura nascesse proprio in quel momento. La prima ad accorgersi dell'evento è stata Maria, un'addetta della struttura che ha avvisato il veterinario impegnato nei controlli previsti nelle operazioni di macellazione. Il medico decide di sospendere le attività, ma non tutti sembrano avere la stessa sensibilità: il proprietario all'inizio non sente ragioni.

La soluzione viene raggiunta grazie all'intervento dell'Enpa perché è chiaro che non si può lasciare senza mamma il piccolo appena nato. Da allora l'agnellina, chiamata Maria come l'addetta che la salvò insieme alla madre, è ospite di Paola, una volontaria dell'Enpa che ha messo a disposizione il suo grande prato.
Una bella storia! Ed è tutto per oggi


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.