**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

21.2.2012

Le capre parlano in dialetto

Sapevate che anche le capre parlano in dialetto? E non è tutto, tendono anche ad emettere una tipologia di suoni molto simile ai membri del gruppo con i quali crescono e vivono. Questa curiosa scoperta non fa che confermare che anche negli animali, l'ambiente ha un fortissimo impatto e spesso non ha nulla da invidiare ai geni in fatto di importanza.
Genovese o napoletano, milanese o torinese: l'essere umano a seconda della provenienza geografica parla diversamente. Ma è anche vero che certe volte da bambini è sufficiente una vacanza per acquisire, per condizionamento e imitazione inconscia, l'accento di un altro posto. E anche per le capre funziona così. Proprio come gli esseri umani questi animali sono infatti in grado di sviluppare un accento nel proprio verso che differisce profondamente dall'intonazione di altri gruppi, come fa notare la Bbc nel dare la notizia, proponendo una registrazione di tre differenti versi caprini a seconda del gruppo sociale registrato.
In parole povere il Dna non è tutto e l'ambiente è l'altra variabile assolutamente fondamentale. Un po' come quando da piccoli si va in vacanza e si torna con un altro accento.
Insomma capre ed esseri umani sono molto vicini, ricordiamocelo quando ci propongono un capretto al forno. Ed è tutto

20.2.2012

Cani e gatti metereopatici

Stando ai risultati di una recente ricerca, un italiano su quattro soffrirebbe di meteroropatia: risentirebbe, cioè dei cambi climatici e delle perturbazioni atmosferiche, manifestando segni di malattia, come ansia, depressione, stanchezza e asma.
Anche molti cani e gatti, sempre più simili a noi anche sotto l'aspetto patologico, risultano essere meteoropatici.
Basta osservare attentamente il loro comportamento all'arrivo di un temporale, quando il clima è particolarmente umido o se tira vento: spessissimo appaiono agitati e nervosi oppure – al contrario – più apatici e sonnacchiosi del solito.
Senza contare poi, il riacutizzarsi di determinate affezioni in coincidenza dei cambi di stagione. Molti studiosi ritengono, pur mancando ancora valide basi scientifiche, che cani e gatti siano molto sensibili alle variazioni di luce, temperatura, umidità, pressione atmosferica oltre alle cariche elettriche, elettrostatiche ed elettromagnetiche, le quali tutte influenzano la regolazione endocrina e metabolica dell'0rganismo animale.
Se volete comunicare con il magazine degli animali prontofido@pronto….

17.2.2012

Voglio diventare volontaria

Oggi rispondiamo a Mara che ci scrive perché desidera rendersi disponibile come volontaria presso le strutture che accudiscono cani. Ci chiede dove poter andare nei pressi di Milano. Risponde l'educatrice cinofila Daniela Lisi.
"Cara Mara, come prima cosa mi congratulo con te per il tuo grande gesto d'amore nei confronti di quei poveri cagnolini che non aspettano altro che qualcuno li porti fuori da quella gabbia, per poter annusare qualcosa di nuovo e sgranchirsi un po' le gambe.
Sono soprattutto i rifugi privati e alcuni canili comunali che aprono le porte ai volontari. Visitando il nostro sito www.prontofido.net nella sezione “elenco canili” potrai trovare i contatti che ti servono.
I canili comunali spesso non permettono che i cani escano dal canile.. il perché è ormai risaputo a molti ma purtroppo a questo ancora non è possibile porre rimedio... Comunque… non voglio dilungarmi troppo in questi discorsi perché il solo pensiero mi fa arrabbiare moltissimo.
Tornando a noi Mara, approfitto della tua richiesta per informare i nostri ascoltatori che ci sono molti metodi per aiutare i nostri amici a 4 zampe. Ad esempio donando del cibo, delle coperte, delle cucce o qualsiasi cosa vi venga in mente visto il devastante inverno, i canili hanno sempre bisogno di qualcosa.
Un altro modo per aiutare i nostri amici cani o gatti è anche l'adozione a distanza. Prontofido.net ha una sezione dedicata a questo, visitandola potrete notare che ci sono diversi siti sui quali viene spiegato esattamente come fare… la scelta sarà veramente difficile….
Infine, un altro gesto d'amore utile a tanti quadrupedi, sarebbe ospitare per brevi periodi a casa vostra quei cani recuperati da canili lager o da situazioni di maltrattamento che aspettano di trovare un rifugio nel quale essere ospitati, oppure quei cani anziani che aspettano di vivere gli ultimi giorni al di fuori di un freddo canile.
Insomma, i nostri amici a 4 zampe hanno e avranno sempre bisogno di aiuto. Speriamo che ci sia sempre qualcuno come te, Mara, pronto a fare del bene."

16.2.2012

I corvi sono intelligenti

I ricercatori delle Università di Cambridge e Queen Mary di Londra, hanno fatto una scoperta curiosa: i corvi sono furbi tanto quanto gli scimpanzé soprattutto davanti al cibo. Pur di catturare una mollica di pane l'uccello le escogita tutte, compreso creare un uncino con il becco e lanciare sassolini nel punto giusto, in modo da liberare l'oggetto del suo desiderio. Tutte queste abilità finora erano attribuite solo ai nostri cugini primati. L'esperimento è stato condotto su quattro rappresentanti della specie dei corvi comuni, allevati in cattività.
In una serie di esperimenti i corvi hanno appreso velocemente a lanciare un sassolino dentro un piccolo tubo, per far crollare una piattaforma e liberare il cibo dal tunnel. Gli uccellini hanno dimostrato di saper scegliere a primo colpo, la giusta dimensione della pietra da lanciare. In un secondo esperimento hanno piegato un bastoncino di ferro per creare un uncino e ottenere lo stesso risultato: raggiungere un appetitoso verme. Ma quando non funzionava più, in una terza fase, erano pronti a cambiare strumento. «Lo studio è importante perché non era mai stato dimostrato che questa specie fosse capace di usare particolari strumenti a parte il becco per procacciarsi cibo. Queste abilità erano proprie degli scimpanzé e solo in un corvo della Nuova Caledonia chiamato Betty». Questa è la prima evidenza scientifica della capacità intuitiva dell'animale ma non si tratterebbe quindi di adattamento come si pensava per i loro parenti della Nuova Caledonia, che usano naturalmente bastoncini per estrarre le larve dai buchi. I risultati dello studio etologico sono stati pubblicati nel prestigioso Proceedings of the National Academy of Science .

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.