**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

20.4.2011

Tempo di vaccinazioni

E' tempo di vaccinazione: abbiamo in collegamento il Medico Veterinario Dott. Emanuele Minetti
Vice presidente dell'ANMVI:
“In questo periodo dell'anno i nostri cani e gatti devono essere accuditi con più attenzione del solito. Infatti in corrispondenza della bella stagione nascono esigenze diverse, ed anche se esse sono sempre le medesime di anno in anno, è bene ricordarle. Il primo problema è la gestione e profilassi delle cosidette malattie trasmesse da vettori.
Fra esse ricordiamo la Filariosi cardiopolmonare, trasmessa dalle zanzare, e presente soprattutto nelle regioni pianeggianti del nord Italia che, pur essendo da anni sotto controllo medico-veterinario, bisogna sempre prevenire con le consuete terapie da modulare soggetto per soggetto, sotto prescrizione veterinaria.
Un'altra delle malattie da vettore emergente è la Leishmaniosi, trasmessa dai papatacci, diffusa in particolare in tutte le zone del sud Italia ma ormai che si sta presentando in molte zone del Nord.
Usare adeguati prodotti repellenti ed antiparassitari aiuta molto nella gestione di tale patologia, così come per altre importanti malattie veicolate dalle zecche. Trovare sulla base del rischio epidemiologico i prodotti più adatti sarà compito del medico veterinario curante in accordo con il proprietario dell'animale.
Non esiste una unica ricetta adatta a tutti i cani e gatti: esiste sempre e comunque una assoluta personalizzazione dei protocolli.
Questo ovviamente vale anche per le vaccinazioni che devono essere gestite come un vero e proprio "abito su misura" ed il veterinario in questi casi si comporta come un "sarto" nel confezionare ciò che realmente è utile all'animale in visita”.
La prossima settimana parleremo della vaccinazione del gatto.

19.4.2011

Viva la Pet Therapy

La Pet Therapy va sempre più forte. Dai risultati della prima esperienza italiana sui malati di Alzheimer illustrati al Congresso Nazionale della Società Italiana di Gerontologia a Firenze è confermata che la presenza di animali domestici si riflette positivamente su alcuni parametri comportamentali e cognitivi dei pazienti affetti da Alzheimer, che vengono invitati ad accarezzare e a spazzolare il cane, quindi a porgergli dei piccoli bocconi e a camminare tenendoli al guinzaglio.
Nel complesso è stato riscontrato un deciso miglioramento dell'attenzione e dell'interazione tra i ricoverati, una riduzione del disagio comportamentale ed un tono dell'umore decisamente migliore.
Da un recente studio pubblicato sul Journal of American Geriatric Society risulta che gli anziani che convivono con un animale domestico posseggono un maggior benessere psicologico ed una miglior capacità nello svolgere le attività quotidiane rispetto ai coetanei che non posseggono animali.
Viva la Pet Therapy

18.4.2011

Le scimmie sono altruiste

Sapevate che le scimmie sono più altruiste degli uomini? Lo dimostra uno studio condotto dall'Università della Georgia negli Stati Uniti che ha dimostrato la nobiltà d'animo di questi animali che sono in grado di riconoscere l'equità e la giustizie.
Uno dei risultati di questa ricerca è il riconoscimento dei primati dei propri doveri, sono in grado di ricordarsi di chi ha fatto loro un favore tanto da restituirlo alla prima occasione, ma non è tutto, sono in grado anche di offrire aiuto ai compagni in difficoltà.
Secondo gli scienziati la generosità e l'altruismo nelle scimmie si è sviluppata tra 500.000 e 800.000 anni fa durante i grandi cambiamenti climatici quando, per sopravvivere dovettero imparare a cacciare insieme e difendersi dai predatori.
Nelle scimmie è anche fortissimo l'impulso a consolare e rassicurare chi soffre, la ricercatrice russa Nadia Kohts che allevava una giovane scimpanzé raccontava che quando la scimmia scappava non riusciva a farla ritornare in casa neanche offrendole del cibo, la scimmia però ritornava immediatamente quando la ricercatrice faceva finta di piangere, dopo aver raggiunto la padrona l'abbracciava e assumeva un'espressione preoccupata.


15.4.2011

Ha paura dei piccioni

Oggi rispondiamo a Letizia che ci scrive x capire perché la sua meticcia di
circa un anno ha una gran paura dei piccioni e non dei temporali e
fuochi d'artificio che possono sembrare invece più spaventosi. Daniela Lisi:
"Cara letizia, se ben ci pensi non è un vero e proprio problema il vostro,
si tratta solo di socializzizione. Ovvero: può essere successo che
durante il periodo di socializzizione con l'ambiente la tua cucciola
non abbia mai avuto un incontro ravvicinato con un piccione, cosa che
invece può essere successa con i temporali. Oppure al contrario può
essere successo che durante quel periodo la piccola abbia avuto un
brutto incontro con un piccione e poichè il periodo di socializzizione
è uno dei più importanti, perché forma il carattere è la conoscenza
del cane, molto probabilmente questi strani esseri volanti saranno i
nemici più temuti fino a quando la cucciola non troverà il coraggio di
affrontarli. Cosa che potrà succedere presto visto che il cane sta
crescendo;Quindi porta un pò di pazienza ed ogni volta che incontrate
un piccione cerca di non consolarla quando cerca riparo in te."

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.