**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

21.3.2011

www.aboliamolebotticelle.it

Il Magazine degli animali si è occupato più volte del dramma dei cavalli delle carrozzelle romane, dette anche botticelle. Oggi torniamo a parlarne perché è nato un sito dedicato proprio a questi poveri animali spesso maltrattati.
Abbiamo in collegamento Giovanna di Stefano responsabile settore campagne dell'OIPA Italia.
“E' ora on line il sito della CAMPAGNA CONTRO LE BOTTICELLE ROMANE, per dare voce ai 90 cavalli obbligati a faticare, ogni giorno, fino alla morte, attaccati ad una carrozza, in una città trafficatissima come Roma.
Il sito vuole essere un riferimento sempre aggiornato sull'andamento della questione 'botticelle'.
Un contenitore dove caricare video, fotografie, interviste, testimonianze scritte e quant'altro costituisca materiale utile a descrivere, con i fatti, gli abusi e le crudeltà commesse nei confronti dei cavalli da parte di botticellari senza scrupoli, decisamente più interessati al proprio portafoglio che non al benessere di questi poveri animali, sfruttati ogni giorno senza pietà.
I contenuti del sito quindi verranno incrementati anche e soprattutto con gli apporti di chiunque voglia partecipare mandando video, foto, documenti utili, traduzioni, informazioni dall'estero sullo stesso argomento, pareri veterinari, ecc..
www.aboliamolebotticelle.it

18.3.2011

Il significato dello sbadiglio

Daniela Lisi, la nostra educatrice cinofila risponde alla mail di un ascoltatore:
"Sì, oggi rispondiamo a Claudio che ci chiede perché il suo cane sbadiglia agli altri cani e a volte anche a lui:
Un cane può sbadigliare per diversi motivi:
- a volte semplicemente perché a sonno, quindi questo è probabile quando si trova a casa tranquillo nella sua cuccia;
- spesso lo fa per comunicare qualcosa: disagio o stress. Se si trova in una situazione per lui non gradevole, in un posto per lui stressante, o anche solo quando noi compiamo nei suoi confronti un'azione non molto gradevole. Ad esempio: quando lo abbracciamo;
- o ancora può essere un segnale di pacificazione, che può emettere sia nei confronti delle persone. Ad esempio: quando sono un po' troppo irruente, un po' agitate. Sia nei confronti di un altro cane (cosa che accade molto spesso) per comunicare qualcosa, ad esempio, che non ha intenzione di confrontarsi con lui e che prova disagio perché molto probabilmente si sente minacciato.
Lo sbadiglio fa parte di una serie di segnali di calma che i nostri cani usano per comunicare. Ricordiamoci che avendo solo il corpo come mezzo di comunicazione è molto importante imparare ad osservarli".

16.3.2011

No Micio e Fido sotto le coperte

Da uno studio americano emerge che dormire con l'amico a quattro zampe aumenterebbe la probabilità di contrarre infezioni trasmissibili per via diretta dall'animale all'uomo. La lista è lunga: si va dagli stafilococchi alla peste, dalla malattia di Chagas alla rabbia.
Il monito a evitare contatti troppo ravvicinati non è casuale: negli Usa, il 56% dei proprietari dorme con il cane accanto, il 50% lo accoglie tra le lenzuola. I veterinari Usa, consapevoli che il cambiamento sociale è irreversibile, raccomandano cautela per bambini e immunodepressi: niente animali a letto, baci o affettuose leccate.
L'argomento è rimbalzato in Italia e Luigi Bonizzi, docente presso la facoltà di medicina veterinaria all'Università degli Studi di Milano, ridimensiona l'allarme: «Il contatto, come tra umani del resto, raddoppia la possibilità di contagio. L'importante – afferma il medico, esperto in malattie infettive degli animali domestici – è aver cura di cani e gatti, facendoli visitare almeno due volte l'anno e seguendo la profilassi».Rischio limitato, insomma, a fronte di altri benefici: «La convivenza con l'animale ormai è abbastanza diffusa. Dal punto di vista psicologico, averlo accanto può infondere tranquillità e conciliare il sonno».

15.3.2011

www.aboliamolebotticelle.it

Il Magazine degli animali si è occupato più volte del dramma dei cavalli delle carrozzelle romane, dette anche botticelle. Oggi torniamo a parlarne perché è nato un sito dedicato proprio a questi poveri animali spesso maltrattati.
Abbiamo in collegamento Giovanna di Stefano responsabile settore campagne dell'OIPA Italia.
“E' ora on line il sito della CAMPAGNA CONTRO LE BOTTICELLE ROMANE, per dare voce ai 90 cavalli obbligati a faticare, ogni giorno, fino alla morte, attaccati ad una carrozza, in una città trafficatissima come Roma.
Il sito vuole essere un riferimento sempre aggiornato sull'andamento della questione 'botticelle'.
Un contenitore dove caricare video, fotografie, interviste, testimonianze scritte e quant'altro costituisca materiale utile a descrivere, con i fatti, gli abusi e le crudeltà commesse nei confronti dei cavalli da parte di botticellari senza scrupoli, decisamente più interessati al proprio portafoglio che non al benessere di questi poveri animali, sfruttati ogni giorno senza pietà.
I contenuti del sito quindi verranno incrementati anche e soprattutto con gli apporti di chiunque voglia partecipare mandando video, foto, documenti utili, traduzioni, informazioni dall'estero sullo stesso argomento, pareri veterinari, ecc..
www.aboliamolebotticelle.it
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.