**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

20.1.2011

Stop pecore esportate per sacrifici

Sapevate che L'Australia è il primo paese al mondo per esportazione di animali vivi? In particolare sono milioni le pecore che sono costrette a lunghissimi viaggi via nave verso i lontani paesi di destinazione, principalmente quelli del Medio Oriente, dove saranno macellate. E' Animals Australia a denunciare gli abusi contro questi miti animali e a stimolare il governo a bandire questo tipo di esportazione. Migliaia di esemplari muoiono sulle navi, ma a quelli che si salvano tocca un destino peggiore.
Negli ultimi trent'anni l'Australia ha esportato 150 milioni di animali vivi nei paesi del Medio Oriente e gli ovini sono molto richiesti per la tre giorni della Festa del Sacrificio. In questi giorni nei macelli e nei mercati degli animali vivi si assiste a una vera e propria mattanza di pecore australiane. Dopo aver affrontato settimane di viaggio in mare, le pecore vengono trattate in modo crudele prima della messa a morte.
Pensate che per trasportarle dal porto ai luoghi del macello vengono loro legate le zampe con filo spinato, stipate nei bagagliai o sui tetti delle auto o trascinate direttamente sulla strada. Queste modalità brutali sono contrarie ai precetti del Corano che impone di usare gentilezza alla vittima sacrificale, ma in assenza di leggi specifiche accade di tutto.
Le pecore approdate in Medio Oriente per il rito di questo 2010 sono state 800mila. E con un giro d'affari così importante la lotta di Animals Australia sarà più difficile che mai.

19.1.2011

Bill Clinton: un nuovo vegano

Bill Clinton, ex presidente degli Stati Uniti ed ex grande amatore di “cibo spazzatura” tipico degli Usa è stato scelto come personaggio del 2010 dalla Peta, l'organizzazione che difende gli animali, e che si batte in particolare contro le pellicce.Bill è passato dagli hamburger alle insalate diventando vegano e la scelta è caduta per il 2010 sull'ex presidente degli Stati Uniti, in quanto Clinton «ha aiutato gli animali sfruttando la sua influenza per promuovere nel mondo uno stile di vita vegano sano», ricordiamo che i vegani non usano nessun prodotto animale neanche per l'abbigliamento e non mangiano neppure le uova).Adesso Bill Clinton si trova proiettato nel mondo vegetariano internazionale accanto a star come l'ex Beatle Paul McCartney (che non porta neppure scarpe di pelle, ma solo di stoffa).A convincere Bill è stata la figlia Chelsea, vegana da diverso tempo, che ha fatto pressione sul padre visti anche i ripetuti problemi cardiaci dell'ex inquilino della Casa Bianca.L'obiettivo finale del veganismo è la rinuncia a qualsiasi uso di prodotti animali, non solo nell'alimentazione, ma anche nel guardaroba. Il movimento è stato creato nel 1994 da un britannico, Donald Watson, per riunire i vegetariani più radicali, cioè che non consumano nessun prodotto animale, neppure le uova, o addirittura neppure il miele (anche se su questo ultimo punto non c'è accordo tra tutti i vegani).E con questa nota di dolcezza è tutto

18.1.2011

La volpe è più furba del cacciatore

Si dice che le volpi siano furbe e spesso le invenzioni mitologiche hanno un che di verità di fondo.
Ascoltate questo episodio a dir poco bizzarro avvenuto in Bielorussia: una volpe ferita ha "sparato" al cacciatore che aveva cercato di ucciderla, facendolo finire in ospedale con un proiettile in una gamba. È accaduto nella regione di Grodno, e la notizia viene pubblicata dai principali media russi che ricostruiscono con abbondanza di particolari la dinamica di un incidente che ha dell'incredibile.
Ma ecco i fatti: dopo aver centrato la volpe, il cacciatore si è avvicinato alla sua preda cercando di immobilizzarla e di finirla a mani nude. L'animale però ha reagito e nella colluttazione è riuscito a saltare contro l'uomo e con una zampa ad azionare accidentalmente il grilletto del fucile facendo partire il colpo ancora in canna. La volpe è riuscita quindi a fuggire e il cacciatore è stato costretto a rivolgersi al pronto soccorso per farsi estrarre il proiettile da una gamba.
A giudicare dai fatti, la furbissima volpe si è finta morta per poi partire all'attacco premendo casualmente il grilletto quando l'incauto cacciatore ha poggiato l'arma accanto alla volpe.
Che dite: esiste una giustizia divina? E tutto

17.1.2011

Animali troppo grassi

Uno studio recente ha permesso agli esperti di tracciare il profilo dell'animale domestico extra-large. Si tratta di un sedentario costretto, a causa dei troppi impegni dei padroni, della loro pigrizia o della loro indifferenza a una vita da appartamento con scarse uscite ai giardini.
I cani nutriti in maniera casalinga o mista, poi sono quelli più colpiti dal fenomeno rispetto a quelli che mangiano solo cibo industriale, mentre per i gatti è vero il contrario.
Molti proprietari ignorano il problema: in Italia meno del 50% degli animali viene pesato. Il dato è più o meno in linea con quello europeo dove il tasso di sovrappeso e obesità tra gli animali domestici varia tra il 25 e il 45%.
Questo trend non fa troppo sperare in un cambiamento di rotta.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.