**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

23.12.2010

Quante volte al giorno la pappa?

“C'è una spiegazione medico-scientifica alla consuetudine che i cani adulti debbano mangiare una volta al giorno? Veterinari e comportamentalisti addestratori sostengono opinioni differenti”.
Questa interessante domanda è stata posta da un nostro ascoltatore alla pagina del veterinario di www.prontofido.net e allora ascoltiamo cos'ha da dirci il dottor Emanuele Minetti medico veterinario di Milano e vice presidente dell'ANMVI Lombardia.
"Buongiorno, il pasto una volta al di è più un retaggio dei cani di campagna e/o da caccia e dei contadini che abituavano così i cani, quando si ricordavano di scaricare loro un poco di avanzi, come l'idea assolutamente stupida che sia necessario un giorno di digiuno settimanale .
Non ho mai letto una pubblicazione scientifica che per tutti i cani ed a priori mi dimostrasse che un pasto solo nelle 24 ore sia meglio di due ogni 12 ore, anzi magari ho letto il contrario.
Fa bene lei a dare il cibo 2 volte al dì, meglio 1/3 della dose al mattino e 2/3 al tardo pomeriggio/sera, questo per seguire meglio i ritmi circadiani
dell'organismo del cane e la secrezione ormonale delle ghiandole deputate, in particolare la produzione di insulina.
Inoltre nelle razze medie e grandi è assolutamente sconsigliato dare un solo pasto al dì per il problema della dilazione/torsione gastrica.
In realtà oltre al buon senso bisogna ricordarsi che esistono centinaia di razze diverse con attitudini ed abitudini diverse che vivono in situazioni diverse. La dieta va personalizzata quindi in accordo con lo stato di salute e le indicazioni del veterinario curante. Magari la prossima volta vi darò 10 regoline per gestire bene l'alimentazione di un cucciolo".
Grazie dottor Minetti, vi ricordo l'indirizzo: www.prontofido.net pagina del veterinario

22.12.2010

No al profumo per cani

Le aziende specializzate in prodotti per animali sembrano indirizzate più ad accontentare i capricci dei padroni piuttosto che i veri bisogni dei cani. E così dopo tante bizzarie è arrivato anche il profumo.
A lanciarlo è il negozio londinese Mungo Maud che lo vende per circa 60 euro, l'essenza chiamata Petite Amande è reclamizzata come una “delicata fragranza che rinfresca il cane ed è allettante per l'olfatto umano”.
Errore! Il proprio odore per i cani è molto importante perché svolge una funzione identificativa sia per loro che per i propri simili. Quando gli animali sentono addosso un profumo non loro cercano di toglierselo rotolandosi per terra.
E poi il cane non suda, ma regola la sua temperatura con la lingua. Oltretutto lavare il cane spesso è controproducente, basta lavarlo con un sapone specifico per animali un paio di volte in tutto l'inverno e poi asciugarlo molto bene e non farlo uscire per almeno un paio d'ore.

21.12.2010

Anche Fido è invidioso

Anche i cani provano invidia. Un'equipe di ricercatori viennesi è riuscita a dimostrare che i cani sono in grado di provare questo sentimento, finora riscontrato soltanto negli esseri umani e nei primati, con un semplice esperimento. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista dell'Accademia americana delle Scienze, Pnas, ed ha avuto ampio spazio sulla stampa inglese.
Ecco come si è svolto il test: Gli studiosi hanno preso diverse coppie di cani alle quali hanno chiesto di «dare la zampa». Dapprima ambedue i cani venivano premiati con un pezzo di cibo dopo aver «stretto la mano» al ricercatore, poi soltanto uno riceveva il cibo e l'altro no. Quello che non veniva premiato, presto smetteva di dare la zampa ed era infastidito tutte le volte che invece al compagno veniva dato del cibo. In assenza del cane che continuava ad essere premiato però, il cane «invidioso» continuava a dare la zampa al ricercatore.

20.12.2010

E' nata la Amicopets card

Sapevate che è nata la tessera sanitaria informatizzata per i nostri amici animali? Si tratta della Amicopets card, per farci capire meglio di cosa si tratta e come funziona abbiamo in collegamento il dottor Emanuele Minetti,medico veterinario a Milano.e vice presidente dell'ANMVI Lombardia
AmicoPets è la banca dati sanitaria degli animali da compagnia, la prima che permette a proprietari e medici veterinari di informatizzare dati anagrafici, epidemiologici e clinici consultabile - sempre e dovunque, on line.
Ai proprietari che vi aderiscono, attraverso la creazione di un account e il versamento di un canone annuale di 28 euro, viene rilasciata una tessera la AmicoPets Card.
La tessera riporta un codice univoco e individuale dell'animale, nel caso del cane il codice corrisponde al microchip che è obbligatorio per legge. Tessera alla mano, il proprietario si reca dal veterinario aderente al progetto per creare il profilo sanitario telematico del proprio animale (vaccinazioni, eventuale sterilizzazione, identificazione elettronica, profilassi ed eventuali zoonosi). La “cartella clinica digitale” è consultabile anche in situazioni di emergenza dal medico veterinario di pronto soccorso.
Un numero verde è a disposizione dei proprietari in caso di smarrimento dell'animale
Ad oggi sono più di 3.000 i proprietari che hanno la tessera AmicoPets e oltre 500 le strutture veterinarie aderenti.
Il Ministero della Salute patrocina l'iniziativa e ANMVI ha prestato la propria collaborazione perché la considerano uno stimolo alla responsabilizzazione del rapporto proprietario-animale da compagnia e alla prevenzione veterinaria. I nostri animali non fanno solo compagnia ma concorrono con l'uomo alla sanità pubblica del Paese.
Per ulteriori informazioni potete collegarvi a:
http://www.anmvi.it/ http://www.amicopets.it/ http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/tessera_sanitaria_animali/




Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.