**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

30.8.2010

Adesso i cani sono i benvenuti

Sarà per l'effetto della crisi economica che induce i proprietari di negozi a tenersi buoni i clienti. Fatto sta che il cartello «divieto di accesso ai cani» è pressochè scomparso. Pensate che rispetto a cinque anni fa i negozi che permettono l'accesso ai cani sono aumentati del 76%. E' quanto si desume da una ricerca realizzata dai volontari Associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa) su 3.500 negozi di varie tipologie e 500 supermercati in tutta Italia.
Nel 2005 su 3.500 negozi il divieto di accesso ai cani era esteso a 2.600 negozi di varie tipologie, tra cui tutti i negozi alimentari e quasi tutti i bar, ma non mancava il divieto di ingresso ai cani nei negozi di abbigliamento ma anche in negozi di mobili o ferramenta e addirittura in cartolerie. Ora la situazione è migliorata, infatti, da un controllo effettuato sullo stesso numero di negozi nelle maggiori località turistiche e città italiane i negozi che mantengono il divieto di accesso ai cani sono solamente 694 (si tratta in quasi tutti i casi di negozi di alimentari, bar e fruttivendoli, mentre solamente 103 negozi sono relative ad altre tipologie merceologiche).
Tra le città dove è ancora forte la presenza dei negozi con il divieto di accesso ai cani spiccano Roma, Venezia, Firenze e a sorpresa Rimini mentre và decisamente meglio nel resto d'Italia. Un dato sottolineato dall'Aidaa: i cani sono ammessi molto spesso nei centri commerciali appartenenti a gruppi esteri. Rispetto ai cartelli di divieto, in quasi tutti i casi si è passati dal vecchio «vietato l'accesso ai cani» al più morbido ma altrettanto intransigente «io non posso entrare».
Riguardo ai bar, dei 443 visitati dall'Aidaa, solo 124 non ammettono i cani. Ultimo dato, i ristoranti: 76 quelli visitati. Di questi 32 ammettono i cani rispetto ai 21 di cinque anni or sono. Bisogna comunque ricordare che il cane che entra negli esercizi commerciali dove è ammesso deve sempre essere tenuto al guinzaglio corto e con la museruola al seguito pronta ad essere indossata su richiesta del gestore dell'esercizio o su richiesta di un cliente.

27.8.2010

Parte l'ultimo week end di Io l'ho visto 2010

Sta per iniziare l'ultimo fine settimana di attività per i volontari dei team antiabbandono dell'operazione Io l'ho visto 2010. I volontari saranno presenti sulle autostrade italiane con l'unico scopo di soccorrere gli animali abbandonati oggetto delle vostre segnalazioni via sms al 3341051030. Lorenzo Croce, presidente dell'Aidaa e coordinatore delle ronde antiabbandono ci comunica che quella appena trascorsa è stata una settimana di moderato lavoro per i volontari, 96 le segnalazioni giunte da lunedì a giovedì attraverso gli sms al numero di Io l'ho visto, sms provenienti come al solito prevalentemente dalle autostrade del sud Italia, 74 gli interventi portati a buon fine che hanno permesso di recuperare 72 cani e 5 cuccioli di gatto e la loro mamma abbandonati in una piazzola di servizio dell'autostrada adriatica nelle Marche. Per quanto riguarda questa famigliola, è doveroso sottolineare che sono stati immediatamente adottati da una delle volontarie dei team di io l'ho visto che li sta svezzando, mentre per quanto riguarda i cani, dei 72 recuperati 14 sono stati restituiti ai legittimi proprietari che avevano presentato regolare denuncia di smarrimento dell'animale. Denunciate 3 persone individuate mentre abbandonavano i loro cani in autostrada. Il servizio di io l'ho visto prosegue fino al 31 agosto 2010, quindi chiunque vedesse un cane vagante in autostrada può segnalarlo inviando un sms al numero 3341051030 indicando il luogo esatto dove è stato avvistato il cane, la taglia dell'animale e la direzione di marcia.
L'appuntamento è per lunedì per l'aggiornamento del dopo ultimo week end di Io l'ho visto 2010.

26.8.2010

Perchè strofina il muso?

Oggi rispondiamo a Katia che ci chiede come mai la sua cagnolina di 13 mesi ultimamente ha iniziato a strofinare il muso su tappeti e letti. Inoltre vorrebbe sapere qual è il motivo che spinge un cane a tirare al guinzaglio. Risponde Daniela Lisi Educatrice Cinofila:
"Cara Katia, i motivi per cui un cane strofina il naso possono essere svariati, prurito, fastidio, gioco etc.. etc.. quello che ti consiglio di fare se va avanti con questo atteggiamento è di consultare un veterinario che potrà di sicuro individuare la causa corretta.
Ci chiedi qual è il motivo per cui un cane tira?
Prima di tutto occorre ricordare che il guinzaglio è un vero e proprio mezzo di comunicazione tra noi ed il nostro cane, ovvero attraverso il guinzaglio, senza saperlo, trasmettiamo anche segnali emozionali.
Ovviamente la nostra reazione istintiva quando il cane inizia a tirare in avanti è quella di tirare a nostra volta in direzione opposta, e la naturale risposta del cane a questo sentirsi strattonare è aumentare l'intensità della propulsione in avanti. Così alla fine quanto più energicamente tira la persona, tanto più energicamente tira il cane.
Oltre a questo i motivi sono anche : dare libero sfogo alla sua innata curiosità verso il mondo esterno, vedere altri cani e annusare odori.
Il collare DAP che tu stai usando a mio parere non servirà a farla tirare di meno. Il DAP solitamente viene usato per i cani che hanno problemi a stare in casa soli, stressati, spaventati etc.. in quanto il DAP è un collare che contiene feromoni appaganti materni del cane.
Quello che invece potrebbe aiutarti è una pettorina, ne abbiamo parlato spesso. In conclusione ti consiglio di consultare un educatore cinofilo che di sicuro ti aiuterà a risolvere il problema."


25.8.2010

Il nuovo Codice della Strada

In questi giorni di grandi rientri torniamo a parlare delle nuove norme del Codice della strada in vigore dal 13 agosto scorso. Vediamole nel dettaglio: colui che, responsabile di un incidente non si fermerà o non si adopererà per assicurare un tempestivo soccorso agli animali coinvolti, rischierà una sanzione amministrativa da 389 a 1559 euro. Se si è comunque coinvolti in un incidente e non si chiama aiuto per gli animali interessati, si rischia la sanzione amministrativa da 78 a 311 euro.
Per gli animali però non è l'unica novità. Il primo comma dell'articolo 32, oltre a consentire l'uso di dispositivi quali sirene e lampeggianti “ai conducenti delle autoambulanze, anche per il recupero degli animali o di vigilanza zoofila, consente a chiunque si trovi a violare le norme del Codice della Strada di invocare a sua discolpa lo stato di necessità. A patto possa provare il trasporto di animali in gravi condizioni di salute.
Ecco, in sintesi, a chi rivolgersi per prestare soccorso a un animale ferito:
Corpo Forestale dello Stato, tel. 1515 -
Carabinieri, tel. 112 -
Polizia di Stato, tel. 113 -
Guardia di Finanza, tel. 117 -
Vigili del Fuoco, tel. 115 -
E' importante ricordare che il medico veterinario, anche libero professionista, ha il dovere di assistenza previsto dall'articolo 18 del Codice Deontologico della categoria:
Ricordo anche Io l'ho visto operativo fino al 31 agosto. Ed invito ad inviare un sms di avvistamento di animali abbandonati in autostrada al 334 1051030
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.