**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

29.7.2010

Se incontro un cane abbandonato

Eccoci arrivati al grande esodo estivo, ecco perchè abbiamo scelto la mail di Cinzia che tocca un argomento delicato e inerente a questo periodo: la parola a Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila, buongiorno Daniela "Cinzia ci scrive chiedendoci cosa deve fare se quest'estate durante le vacanze incontra un cane abbandonato e vuole aiutarlo?
Come prima cosa accertatevi del fatto che sia un cane smarrito o abbandonato e non un cane di proprietà di qualcuno. Certo è che se vediamo un cane vagante in autostrada… al 90% si tratterà di un cane abbandonato.
Per avvicinare il cane è bene non rincorrerlo perché otterrete l'effetto opposto: inizierà a correre anche lui. Non sbarrategli la strada, perché potrebbe deviare all'improvviso e finire sotto una macchina.
Se vediamo che il cane si avvicina dobbiamo fare dei movimenti molto lenti mai avventati e veloci. Quando vediamo che la vicinanza aumenta proviamo ad abbassarci dandogli le spalle e allungando le mani verso di lui con del cibo. Bisogna avere pazienza ed aspettare che sia lui ad avvicinarsi.
Una volta recuperato il cane potrete recarvi nel canile più vicino e chiedere aiuto! Magari grazie al microchip o al tatuaggio si scoprirà che aveva un padrone che ne aveva denunciato la scomparsa oppure riuscirete a far si che chi l'ha abbandonato venga punito come previsto dalla legge!
E comunque eviterete che finisca sotto una macchina!"
Grazie Daniela, sono consigli molto preziosi. ed è tutto per oggi

28.7.2010

Brasile: strage di pinguini misteriosa

Una misteriosa strage di pinguini si è verificata nelle ultime ore sulle coste brasiliane. Circa 500 esemplari sono stati trovati morti sulle spiagge dello Stato di San Paolo ma nessun ornitologo è stato in grado di spiegare cosa abbia ucciso gli animali. Le prime autopsie mostrano però che alcuni pinguini potrebbero essere morti di fame prima ancora di arrivare sui litorali brasiliani.
Gli esperti, riferisce la Bbc, puntano il dito contro i mutamenti nelle correnti marine dovute al cambio della temperatura degli oceani. Acque più fredde potrebbero aver spinto più a largo i calamari di cui i pinguini si cibano, portando così i predatori molto lontano dai comuni territori di caccia. Quella di questi giorni è una strage mai vista in Brasile, dove ogni anno vengono rinvenuti tra i 100 e i 150 cadaveri di pinguino.
Non è raro che questi animali si spostino di migliaia di chilometri rispetto ai loro territori, vicino alla Terra del fuoco, arrivando fino in Brasile. Quest'anno però il fenomeno è stato senza precedenti. Molti esemplari sono arrivati fino a Rio De Janeiro costringendo gli zoo ed acquari locali ad ampliare le proprie gabbie.
E con i simpaticissimi pinguini è tutto per oggi.

27.7.2010

Ecco il nostro progenitore

Atmosfera da grandi eventi all'American Museum of Natural History di New York. E' stato presentato il fossile di un animale che, pensate, potrebbe essere il progenitore comune delle scimmie e dell'uomo, un reperto giudicato molto importante nella ricerca delle nostre origini.
Il «completo e spettacolare fossile del possibile antenato” mostra una giovane femmina vissuta 47 milioni di anni fa ed è stato scoperto un paio d'anni fa in una cava abbandonata vicino a Francoforte. Il luogo tedesco è noto per i suoi ritrovamenti di fossili ben conservati, ma questo ha destato subito sorpresa e interesse tanto da essere conservato e studiato segretamente per un così lungo periodo senza far trapelare notizia.
Gli antropologi si chiedono da tempo da quale dei due gruppi di proscimmie esistenti circa 50 milioni di anni fa presenti nell'America settentrionale e in Europa allora unite, l'evoluzione abbia poi portato verso l'uomo. Ora le caratteristiche del reperto tedesco farebbero pensare che siano gli «antenati giusti» o almeno più probabili
Uno degli aspetti a favore delle conclusioni è la mancanza dei denti a pettine. Bisogna comunque tener conto che passeranno milioni di anni per vedere tra le scimmie i progenitori degli. Infatti la separazione fra le antropomorfe e quella degli ominidi è avvenuta soltanto 6 milioni di anni fa».

26.7.2010

Aggiornamento del primo week end di Io l'ho visto 2010

Eccoci al bilancio del primo week end di Io l'ho visto 2010.la parola a Lorenzo Croce presidente di Aidaa e coordinatore dei team antiabbandono. Buongiorno Lorenzo:
"Primo settimana di lavoro per i volontari dei trentasei gruppi del team antiabbandono di Io l'ho visto, Molte le segnalazioni arrivate nel fine settimana, circa un centinaio, delle quali 36 riguardavano cani vaganti in autostrada, i volontari di io l'ho visto hanno portato a termine 21 interventi la maggior parte dei quali nelle regioni del centro e sud Italia, per quanto riguarda il nord italia solamente due sono state le segnalazioni provenienti dalle Autostrade della Lombardia e dell'Emilia Romagna,, In quattro casi i volontari hanno ritrovato e restituito cani che erano fuggiti dai padroni in viaggio per le vacanze estive, e che avevano loro stessi segnalato la fuga dei propri amici a quattro zampe. I cani complessivamente ritrovati in questo primo fine settimana sono stati 23 di questi 5 restituiti ai legittimi proprietari. Una curiosità riguarda le taglie dei cani, in maggioranza si tratta di cani meticci di taglia media o di pastori tedeschi, invece i cani fuggitivi rintracciati sono tutti meticci di piccola taglia. Archiviato il primo fine settimana ora i gruppi impegnati aumenteranno numericamente fino ad arrivare nel prossimo fine settimana e in quello successivo a ottantasette gruppi operativi che copriranno di fatto tutta la rete autostradale italiana nei fine settimana del grande esodo estivo 2010"
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.