**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

25.6.2010

Arriva Fido dal Canile: ma c'è già un gatto

La scorsa settimana abbiamo affrontato l'inserimento del cane dal canile alla nuova casa nella quale vive già un cane. Oggi parliamo dell'inserimento nella nuova casa all'interno della quale vive già un gatto. Sentiamo come far andare bene le cose da Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila
La canzone che dice “Cane e gatto chi l'ha detto che non si può” non diceva proprio una stupidaggine.
Molti di voi sapranno già che la convivenza tra cane e gatto e tranquillamente possibile. Quando uno dei due è un cucciolo la situazione è molto più semplice, se invece il cane ed il gatto sono entrambi già adulti occorre porre più attenzione.
In primis chiedete ai volontari del canile se sanno già quale potrebbe essere la reazione del cane davanti ad un gatto... In ogni caso il mio consiglio è di fare in modo che i due si vedano per la prima volta attraverso un vetro. Se avete un balcone l'ideale sarebbe che qualcuno stesse fuori con il cane e qualcun altro dentro casa con il gatto, dopodiché cercate di capire la reazione di entrambi:
- se il cane inizia ad abbaiare contro il gatto è probabile che una volta a contatto con lui cercherà di rincorrerlo e prenderlo, magari senza fargli nulla, ma solo per il gusto di spaventarlo;
- se invece vedete che il cane non ha nessuna reazione che possa sembrarvi pericolosa i due possono incontrarsi, sempre, mi raccomando, sotto la vostra supervisione;
- ovvio è che occorre fare attenzione anche alla reazione del gatto.. perché vi ricordo che quelle piccole unghiettine possono provocare grossi danni al cane.. un graffio messo bene su un occhio può risultare veramente pericoloso.
Comunque se non siete convinti della possibile convivenza tra i due animali, consultate un educatore cinofilo che vi darà i migliori consigli per la gestione della situazione.
Grazie Daniela, se volete chiedere consigli alla nostra educatrice cinofila D.Lisi prontofido@prontofido.net

24.6.2010

Agadir: nuove regole per la caccia alle balene

Sono 17 su 88 i Paesi che non potranno votare le nuove regole per la caccia alle balene, discusse in questi giorni in Marocco dalla Commissione baleniera internazionale, contro cui anche in Italia le associazioni ambientaliste stanno manifestando in piazza. La partita che si gioca ad Agadir nei prossimi 3 giorni è davvero importante: al voto ci sono le nuove regole internazionali per la caccia alle balene e un compromesso storico osteggiato da molti che vorrebbe rendere più efficace la moratoria del 1986 violata costantemente dai Paesi più spregiudicati nella caccia ai cetacei come Giappone, Norvegia e Islanda.
Tra i diciassette Paesi che non riusciranno a dire la loro ci sono molti piccoli stati del Pacifico su cui peraltro il Giappone fa molta pressione per avere i loro voti. Ad aggiungersi agli stati più inclini a mantenere la moratoria e colpire con maggior durezza chi caccia le balene, come per esempio l'Australia, ci sono molti personaggi pubblici che hanno sposato la causa ambientalista. L'ultimo in ordine di cronaca è Paul Mc Cartney, che si è schierato in un appello contro il governo norvegese. Più propensa a negoziare un accordo è sottoscrivere la proposta degli Stati Uniti è invece la Nuova Zelanda, mentre l'Unione Europea dichiara di voler mantenere la moratoria degli anni Ottanta, pur considerando un compromesso che vada verso migliorìe nel lungo periodo per la vita dei cetacei e la loro conservazione.

23.6.2010

I consigli per i vecchietti

Ieri abbiamo parlato di come oggi i cani vivano allegramente oltre i 15 anni ed i gatti i 20.
E' anche vero però che i nostri amici dipendono esclusivamente da noi per quanto riguarda la durata e la qualità della loro vita e allora, come promesso, ecco alcuni consigli per migliorare la loro esistenza e garantire loro una maggiore longevità.
Prendete nota:
IL CIBO - Non nutrire troppo il cane: bisogna poter sentire le costole, senza vederle
I COMANDI - Insegna al tuo cane finché è cucciolo a obbedire ai comandi gestuali: quando comincerà a diventare sordo con l'età potrà capire quello che gli chiedi
I DENTI - Proteggi denti e gengive spazzolandoli regolarmente, per prevenire infezioni che possono danneggiare organi interni come cuore e reni
I LIVIDI - Non trascurare grumi o lividi negli animali più anziani. Il cancro si può curare molto bene, ma solo se riconosciuto in tempo
L'ARREDAMENTO - Se la vista del tuo animale è compromessa, lui può ancora orientarsi con l'olfatto. Però è sempre meglio non cambiare la disposizione dei mobili
Per riascoltare questi consigli: www.prontofido.net

22.6.2010

Cani e gatti sempre più longevi

Secondo vari studi condotti negli ultimi anni, non è raro trovare cani che campano fino a quindici anni e gatti che toccano i venti. I veterinari parlano di una vera e propria rivoluzione che ha completamente stravolto i tradizionali parametri di longevità canina e felina.
Per calcolare l'età di un cane in rapporto alla nostra, una volta si usava moltiplicare un anno canino per sette. Ma la formula si è rivelata inadeguata anche perché le specie di taglia media e piccola e gli incroci vivono più a lungo dei cani di taglia gigante. Eppure secondo gli addetti ai lavori la longevità degli animali domestici dipende soprattutto da noi perché Le scelte che operiamo per loro determinano la qualità e la durata della loro esistenza», il dott. Richard T. Goldston, esperto di gerontologia veterinaria. Dice che «Invece di imbottire i nostri cuccioli di cibi ad alto contenuto di proteine, calcio e fosforo sarebbe meglio somministrare loro alimenti per cani adulti, che contengono dosi minori di vitamine e minerali». Le parole d'ordine: dieta ed esercizio.
I veterinari concordano che cani e gatti snelli vivono in media due-tre anni in più di quelli sovrappeso. «È importante evitare accumuli adiposi, soprattutto nei cuccioli — ci spiega ancora l'esperto —, bisogna dar loro almeno tre anni per raggiungere le dimensioni di adulti, senza metterne sotto stress lo scheletro e gli organi interni come il cuore» .
L'argomento dei nostri amici vecchietti non finisce qui, Domani qui al Magazine vi leggerò alcuni consigli utili per chi come me convive con un animale non più giovanissimo.
A domani.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.