**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

21.5.2010

Fido dal canile anche se adulto

Tullia una volontaria della Lega Nazionale per la difesa del cane di Milano ci ha inviato una mail. Ci dice che Prontofido è un sito molto visto e che diversi cani hanno trovato un padrone.
Aggiunge che guarda sempre le "richieste di adozione" , molto spesso chi decide di adottare un cane si orienta su un cucciolo o su un cane di razza... senza pensare che nei canili ci sono moltissimi cani adulti in cerca di una casa.
Vogliamo prendere spunto proprio dalla mail di Tullia per riparlare ancora una volta delle adozioni dai canili (soprattutto dei cani adulti) e di come comportarci quando arriva in casa un cane adottato. Come educarlo sia se è cucciolo ma anche adulto.
Da venerdì prossimo inizieremo insieme alla nostra educatrice cinofila Daniela Lisi, una serie di lezioni e consigli su questo tema. Primo fra tutti l'errata convinzione che il cucciolo è meglio. Buongiorno Daniela di cosa parleremo esattamente?
”Per prima cosa vorrei sottolineare anch'io che l'idea di adottare un cucciolo o un cane di razza sembra sempre essere la decisione migliore o forse più semplice.
Le giustificazioni che spesso sento sono: se prendo un cucciolo so che almeno crescerà come dico io; se prendo un cane di razza so già quale sarà il suo carattere etc.. etc...
Tutte risposte in un qualche modo sensate che hanno però diverse sfaccettature, di cui vi parlerò la prossima volta.
Nelle prossime puntate vi parlerò anche di come muoversi nel modo migliore se si decide di adottare un cane dal canile. Partiremo dalla scelta del cane giusto per noi, per proseguire con l'inserimento del cane in casa, vi parlerò della socializzazione con altri animali presenti, dell'adattamento graduale del cane all'interno della nuova famiglia e infine risponderò a chi di voi ha adottato un cane e vuole avere qualche consiglio.”
Grazie Daniela. Allora appuntamento a venerdì prossimo. Vi ricordo che per qualsiasi consiglio sull'educazione del vostro amico ……

20.5.2010

Spagna: massacro nei canili comunali

Sono almeno 2.000 gli italiani che hanno disdetto le vacanze in Spagna per la prossima estate, centinaia le email che stanno arrivando all'ambasciata spagnola a Roma per protestare contro il massacro dei cani spagnoli ospiti nelle canili comunali. Sono circa 30.000 i cani che ogni anno vengono uccisi in maniera barbara dopo soli dieci giorni di presenza nei canili comunali. Questa protesta promossa da AIDAA si sta allargando anche ad altre associazioni animaliste ed è stata accolta e fatta propria da decine di cittadini che scandalizzati per la fine riservata ai cani spagnoli hanno deciso di non andare più in vacanza in Spagna fino a quando non sarà posto fine a questo barbaro eccidio. L'AIDAA ha iniziato la campagna da pochissimi giorni e sono intenzionati a portarla avanti ad oltranza. E' stata scritta una lettera anche al ministro del turismo Michela Brambilla ed al sottosegretario alla sanità Francesca Martini perchè compiano passi ufficiali presso il governo spagnolo per chiedere la fine della mattanza in tutta la Spagna. perchè oggi non è più accettabile che in un paese europeo si compiano simili massacri. Noi- afferma Lorenzo Croce presidente dell'AIDAA - abbiamo un solo modo per protestare e far sentire la protesta: quello di far mancare nel portafogli degli spagnoli i quattrini dei turisti italiani, mancanza che sicuramente peserà in un momento di crisi”.
Facciamogli mancare anche i nostri. E' tutto


19.5.2010

Tradotte le abbaiate di Fido

Un gruppo di scienziati ungheresi ha elaborato un programma di computer in grado di “tradurre” l'abbaiare dei cani.
I diversi modi di abbaiare sono stati registrati sul computer e un software ne ha poi analizzato le differenze. Il computer ha identificato correttamente le diverse situazioni nel 43 per cento dei casi.
Il software ha analizzato più di 6.000 abbaiamenti in sei diverse situazioni: lotta, sconosciuto, cammino, solo, palla e gioco.
Lo studio ipotizza quindi che i cani abbaino in modo diverso a seconda del diverso stato emozionale. In un secondo test, al computer si chiedeva di riconoscere i singoli cani dal diverso tipo di abbaiare, anche qui il computer ha identificato il cane nel 52 per cento dei casi.
I ricercatori vogliono adesso mettere a confronto il diverso abbaiare delle differenti specie per capire cosa abbiano in comune.

18.5.2010

Peli di Fido per bloccare la marea nera

Sappiamo tutti della più grande tragedia ecologica avvenuta nel Golfo Del Messico dopo l'esplosione della piattaforma petrolifera della BP, ebbene fra i tanti tentativi per bloccare l'inesorabile avanzata della marea nera c'è un nuovo incredibile metodo che pari funzioni a meraviglia.
Non è un ritrovato scientifico ma una scoperta diciamo così “ecologica”. Si tratta dei peli dei can usati per assorbire il petrolio. Proprio così.
Da quando è stato approvato questo metodo di assorbimento straordinario squadre intere di tosatori radono cuccioli e adulti e quindi recuperato il loro pelo per imbottire collant da utilizzare come barriere assorbenti per il petrolio.
Chi l'avrebbe mai detto? Ma c'è una spiegazione. Secondo gli esperti i peli e i capelli sono la fibra più adatta ad assorbire sostanze oleose, e questo grazie ai follicoli, le ghiandole sebacee che producono una sostanza che mantiene il capello morbido.
Ecco perché se i capelli sono tagliati si asciugano e si seccano, ma se vengono messi a contatto con dei grassi li assorbono e filtrano l'acqua.
In ogni caso è una scoperta che ai nostri amici a 4 zampe non può che far piacere: un ben bagno con tosatura quando fa caldo è sempre gradito.
Ed è tutto per il Magazine
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.