**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

4.2.2010

Caccia no limits?

Le associazioni ambientaliste parlano di « caccia no limits » ovvero possibilità di sparare tutto l'anno. Mi riferisco ad un emendamento presentato pochi giorni fa al Senato secondo cui le regioni possono derogare, oltre che sulla caccia alle specie anche sui tempi dell'attività venatoria. Non era mai successo. Oggi in Italia si va a caccia da settembre a fine gennaio, ovvero per cinque lunghi mesi, anche in periodi di migrazione, quando nei paesi più avanzati è d'obbligo il silenzio venatorio.
Si tratterebbe di un danno all'avifauna migratoria insopportabile. Per non parlare dell'enorme problema della sicurezza sociale: decine le vittime centinaia i feriti gravi ogni anno, per colpa della caccia.
Il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, parla di scelta «inaccettabile» perché «metterebbe a rischio, oltre alla sicurezza, il patrimonio ambientale che attrae così tanti turisti. Le associazioni ambientaliste Legambiente, Wwf e Greenpeace invitano alla «mobilitazione per una battaglia epocale alla Camera». E si torna a parlare anche di abolizione via referendum
In un'intervista al Corriere della Sera Umberto Veronesi ha dichiarato” Personalmente sono a favore dell'abolizione totale della caccia per questione di principio: sono un non violento e un pacifista e non posso concepire che uccidere esseri viventi ignari e indifesi possa essere definito un divertimento o addirittura uno sport. Credo quindi che l'attività venatoria non dovrebbe esistere in un mondo civile e penso comunque che cinque mesi di crudeltà verso gli animali siano più che sufficienti per dare sfogo agli istinti violenti, che io giudico primordiali, di chi non la pensa come me".

3.2.2010

Decalogo per la sua educazione alimentare

Come promesso la scorsa settimana oggi qui al Magazine degli Animali parliamo di come nutrire il nostro cane.
Prendete nota perché stiamo per darvi le regole per la sua educazione alimentare e per farlo abbiamo in collegamento il Dottor Emanuele Minetti vice presidente dell'ANMVI Lombardia e medico veterinario a Milano.
"Dolciumi o avanzi della tavola rompono l'equilibrio nutrizionale dell'alimento completo che dai al tuo cucciolo. Inoltre, se ne fai una cattiva abitudine può nuocere alla sua salute, favorire il sovrappeso e portare il cucciolo a mendicare quando sei a tavola.
I pasti fanno parte di un codice di buona condotta, il cui rispetto eviterà molti comportamenti sbagliati e indesiderabili.
- Prendi un buon ritmo: fino all'età 6 mesi se il cane accetta dividi l'alimentazione in 3 pasti al giorno, poi passa a 2
-Presenta i pasti a orari fissi, sempre nella stessa ciotola, nello stesso punto; questo se possibile dovrà essere lontano dal luogo dove dorme. Non dimenticare mai di mettere a sua disposizione una ciotola piena di acqua fresca.
-Fallo mangiare sempre dopo di te: ti riconoscerà come capobranco, come succede in una muta di cani.
-Non cambiare l'alimentazione del cucciolo in modo repentino
-Non controllare il cucciolo mentre mangia
-Non forzare il cane a mangiare e non dare cibo con le mani
-Non mescolare i cibi secchi con altro o per insaporirli
-Non spostare la ciotola mentre il cane mangia
-Non dare bocconcini prelibati quando si saluta il cane o perchè è stato solo a casa per alleviare i propri sensi di colpa
-Non dare al cane un “pasto speciale domenicale”
-Non usare il cibo come sistema per rendere felice il cane
-Non preoccuparsi se il cane non mangia le esatte quantità riportate sulle guide dei prodotti ma valutare se mangia troppo ed ingrassa o poco se dimagrisce, le tabelle sono indicative e basta.
Grazie, vi ricordo l'indirizzo per comunicare con il dottor Minetti: pagina del veterinario di www.prontofido.net

2.2.2010

I cani della romania hanno bisogno di cucce!

Oggi qui al Magazine degli Animali lanciamo un appello di Save the dogs l'organizzazione ONLUS che si occupa da anni dei randagi della Romania.
Abbiamo in collegamento Sara Turetta presidente di Save The Dogs. Buongiorno Sara vogliamo lanciare l'appello?
"Oggi Save the Dogs vuole fare un appello a tutti gli amanti degli animali affinchè ci aiutino ad acquistare 160 nuove cucce per il rifugio di Cernavoda, in Romania.
Da diverse settimane la colonnina del mercurio segna temperature rigidissime, che di notte toccano i -20 gradi e abbiamo bisogno di sostituire con urgenza le vecchie cucce di legno con altre nuove, resistenti e calde, capaci di resistere anche alle tempeste di neve. Ogni cuccia
(acquistata direttamente in Romania) costa all'associazione 50 euro.
Grazie a tutti coloro che vorranno dare il loro contributo sul conto postale 62998497".
Vi ricordo che per sapere di più sulla situazione dei cani della Romania potete visitare il sito www.savethedogs.eu e per riascoltare l'appello vi aspettiamo su www.prontofido.net




1.2.2010

E' successo nel mar baltico

Piccolo dramma nel mar Baltico: un cane è rimasto intrappolato per quattro giorni su un lastrone di ghiaccio in mare aperto. Senza cibo e al freddo. Un gruppo di ricercatori, che per caso si trovava nella zona, lo ha notato così impotente e spaventato e l'ha portato in salvo.
Ma vediamo come erano andate le cose: l'animale era finito su una banchisa di ghiaccio che in quattro giorni lo aveva trascinato lungo un fiume e poi in mare a più di 100 chilometri dalla costa polacca, nel mar Baltico. «All'inizio pensavamo fosse una foca», ha detto uno dei soccorritori. «Poi, a ben guardare, abbiamo scoperto che era un cagnolino, bloccato su un lastrone e attento a non scivolare nell'acqua gelida». La nave polacca da ricognizione meteorologica «Baltica» lo ha tratto in salvo nella Baia di Danzica.
Sabato scorso il cane giocava felice sulle coste del fiume Vistola nei pressi della città polacca di Turonia; saltellando avanti e indietro è finito poi sui lastroni di ghiaccio, riporta il quotidiano «Super Express». Improvvisamente, la forte corrente ha trascinato il lastrone su cui si trovava in mezzo al fiume.
Pensate che la Polonia si trova da diverse settimane nella morsa del freddo, Le temperature polari hanno raggiunto i meno 34 in varie zone del Paese.
Se volete vedere la foto del pastore tedesco salvato www.prontofido.net
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.