**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

7.10.2009

I piu' dormiglioni

Visto che siamo nell'ora della siesta(o quasi) qui al Magazine oggi parliamo degli animali dormiglioni, ossia: ghiri, marmotte e pipistrelli che dormono anche per sei mesi di fila.
Il premio però per il sonno più originale spetta alle rondini che addirittura dormono in aria , mentre volano a diecimila metri di altezza. Mentre i capodogli sono capaci di fare dei sonnellini ristoratori a mille metri di profondità.
Il gatto di casa dorme per il 90% del tempo mentre il gatto randagio dorme ben poco visto che deve andare a caccia per mangiare.
Ma gli animali più dormiglioni in assoluto sono quelli che vanno in letargo, come pipistrelli, ghiri e marmotte che abbassano il consumo del motore per superare la brutta stagione. Si va dai 2-3 mesi nel Mediterraneo ai 6 mesi nel Nord Europa.
La luce poi conta moltissimo per gli uccelli che migrano a Nord per avere più ore di sole, più tempo per accudire i piccoli e quindi più possibilità di sopravvivenza

6.10.2009

Mai piu' cuccioli clandestini

Finalmente mai più cuccioli clandestini. La tratta di cani e gatti importati in Italia per vie illegali subisce un duro colpo dopo l'approvazione di una legge severa in Consiglio dei ministri. I trafficanti saranno puniti con pene severe, fino a quindici mesi di reclusione e anche più se gli animali hanno meno di otto mesi. Ma non è tutto: diventano penali altri reati ai danni dei più deboli come l' Abbandono, maltrattamento, taglio di coda e orecchie per fini estetici e in generale tutti gli interventi chirurgici che generano sofferenza, comprese l'asportazione di unghie e denti.
La legge dovrà essere esaminata da Camera e Senato ed essere votata entro Natale, La Convenzione riguarda milioni di famiglie italiane. Solo negli ultimi undici mesi circa 70 mila cuccioli sono arrivati nel nostro Paese illegalmente. Un fenomeno di dimensioni inaccettabili. Sanzioni anche per i negozianti che si prestano a vendere cuccioli senza certificato, rischi di vedersi ritirare la licenza per i trasportatori.
«Il traffico illegale non sembra avere inflessioni e abbiamo difficoltà a fronteggiarlo perché è causa di gravi problemi sanitari» ha commentato l'ANMVI. Carla Rocchi, presidente dell'Enpa invece descrive una realtà drammatica: «Le frontiere sono un colabrodo. I cuccioli importati con viaggi faticosi per ogni via muoiono o si ammalano. Sono accompagnati da falsa certificazione per essere venduti come provenienti da allevamenti italiani».
Quindi, come diciamo sempre qui al Magazine degli animali, se volete adottare un animale andate al canile più vicino. Su www.prontofido.net pubblichiamo l'elenco di tutti i canili e i gattili d'Italia.

5.10.2009

Cani uccisi e mangiati a milano

Dall'AIDAA ci è arrivata una notizia a dir poco sconvolgente, vi preghiamo di prestare la massima attenzione a quanto ha da dirci Lorenzo Croce presidente dell'AIDAA. Lorenzo Croce: “Giovedi 1 ottobre 2009 abbiamo formalizzato la denuncia penale nei confronti di un gruppo di famiglie di origine orientale residenti rispettivamente nelle zone di Via Padova e Piazza Baiamonti a Milano che nei giorni scorsi avrebbero acquistato dei cani di razza carlino e successivamente li avrebbero uccisi e macellati a scopo alimentare. Complessivamente sono state una trentina le segnalazioni giunte dal capoluogo lombardo che stiamo ancora verificando, mentre la denuncia presentata alla magistratura riguarda cinque casi le cui segnalazioni sono state verificate dai nostri volontari. Mi preme sottolineare che i casi sono assolutamente limitati e non coinvolgono assolutamente locali pubblici,ma solamente famiglie di origine orientale che si sarebbero cibati della carne di questi cuccioli di cane dopo averli uccisi in maniera raccapricciante, nella denuncia abbiamo fornito anche i particolari delle uccisioni di questi animali che a nostro avviso sono stati cucinati e mangiati da persone facoltose, in quanto un cucciolo di carlino di sei mesi costa mediamente dagli ottocento ai milleduecento euro e complessivamente non da oltre tre chili di carne. Abbiamo infine chiesto alla procura di Milano di verificare anche l'esistenza di un eventuale mercato clandestino di esportazione dall'Italia verso i paesi dell'Asia Orientale di cani San Bernardo da incrociare con cani locali al fine di creare allevamenti di cani da carne che purtroppo in quei paesi sono legali.
Per approfondire questo argomento e dire la vostra: prontofido@prontofido.net

2.10.2009

Aiuto: fido mangia schifezze da terra

Oggi rispondiamo a Simone che ci scrive perché vorrebbe insegnare al suo cane a non mangiare schifezze da terra quando si trova distante da lui. Risponde Daniela Lisi:
“Allora Simone, il furbetto del tuo cane ha ben chiaro che quando tu sei distante da lui non riesci ad impedirgli di fare quello che gli pare quindi tende a non ascoltarti..
Il primo consiglio è di cercare di non prestare molto interesse a quello che sta facendo in quel momento.. ti spiego.. se lo vedi da lontano che sta mangiando qualcosa ed inizi a correre verso di lui urlando: no, no, lascia giù etc... la prima cosa che gli verrà in mente è di acchiappare quello che sta mangiando e scappare, perché molto probabilmente sa che tu gli porterai via quella schifosa prelibatezza... e di conseguenza questa acquista ancora maggiore importanza...
Quindi fai questo: esci con dei bocconcini non buoni... buonissimi.. deve essere qualcosa di veramente delizioso che il tuo cane adora.. che ovviamente dovrai usare solo in quella determinata situazione. Quando lo vedi interessato a qualcosa in terra.. (in questo caso ci vuole veramente molta attenzione) cerca di evitare che inizi a mangiarla anticipandolo con un richiamo e non appena arriva gli dai il gustoso premio che ti sei portato dietro che molto probabilmente sarà più interessante di quello che ha lasciato a terra. Dopo ti avvicini con il cane verso quello che stava mangiando e lo raccogli per buttarlo.. senza dimenticarti, però, di dargli un altro premio nel momento in cui raccogli l'oggetto da terra.
Per intenderci: ti sto togliendo questa cosa buona per dartene una che lo è molto di più...
Per le domande a Daniela Lisi: prontofido@porntofido.net
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.