**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

8.9.2009

Quando troviamo fido o micio

Daniela ci ha inviato questa mail:
"Ho trovato 2 cani davanti casa mia,ma quello che vorrei sapere è COSA DEVO FARE dato che almeno il meticcio-dogo argentino è microcippato?ho imteressato la mia asl di competenza tramite i vigili urbani ma ad una settimana dal ritrovamento non ho ancora avuto risposta.mi è stato detto che l'anagrafe canina non è collegata. forse c'è un padrone disperato...e non possiamo arrivare a lui
spero possiate aiutarmi"
Risponde Emanuele Minetti medico veterinario a Milano e vice presidente dell'ANMVI lombardia
"Quando si ritrova un cane o un gatto bisogna immediatamente rivolgersi o ai servizi veterinari ASL oppure ad un veterinario privato affinhè si possa subito verificare se l'animale sia tatuato oppure identificato con un microchip. Tutti i veterinari sul territorio che hanno l'autorizzazione ad identificare tramite microchip posseggono un lettore apposito ed accedono alla banca dati della regione di appartenenza ed all'anagrafe nazionale via internet. Nel momento in cui si ritrova il microchip si può risalire al proprietario, anche se per ora questa funzione è a disposizione in modo completo (e quindi con possibilità di contatto diretto telefonico) solo ai veterinari pubblici delle ASL.
Nel frattempo il cane può essere dato in affidamento temporaneo alla persona che lo ha rinvenuto oppure essere preso in cura dai servizi veterinari pubblici.
L'importante quindi non è saltare mai il primo passaggio: bisogna immediatamente denunciare il ritrovamento alle autorità competenti in materia affinchè nel più breve tempo possibile si attivino le ricerche. L'anagrafe infatti non è un sistema a fondo cieco ma un reale ed importante passo per aiutare il ricongiungimento fra l'animale vagante ed il suo legittimo proprietario."

7.9.2009

Anche i gatti sono mancini

Anche tra i gatti ci sono dei mancini. I felini domestici, quando devono compiere mosse complicate con le zampe, mostrano la preferenza per l'una o per l'altra zampa. Le femmine sono quasi sempre destrorse, i maschi invece usano la sinistra.
Lo dimostra uno studio pubblicato della Queen's University di Belfast e riportato da New Scientist.
Se è vero che gli esseri umani sono i soli che mostrano una spiccata preferenza per una mano o per l'altra, c'é però da dire che prove dell'asimmetria cerebrale sono presenti anche nel mondo animale; per esempio, gli scimpanzé compiono parecchie azioni preferibilmente con la zampa destra.
I gatti non sono da meno. Infatti, quando gli psicologi irlandesi hanno dato ad un gruppo di 42 gatti scatolette di tonno molto piccole e quindi difficili da mangiare, gli animali si sono aiutati sempre con una sola delle due zampe: tutte le femmine meno una, con la zampina destra, tutti i maschi con la sinistra.
Ma questa preferenza per l'una o l'altra zampa non si riscontra quando i gatti giocano normalmente. In passato alcuni studi hanno collegato il mancinismo ai livelli di testosterone in utero. E' possibile, dunque, che per questo motivo i gatti maschi siano spesso mancini.

4.9.2009

Si' all'adozione ma dai canili

E' settembre, tutti siamo rientrati dalle vacanze estive e forse qualcuno sta pensando di adottare un cane... e la domanda è: vado al canile o in un allevamento?
Ovviamente noi di prontofido, siamo promotori dell'adozione di cani da canile ma a darci qualche consiglio utile abbiamo Daniela Lisi. Ciao Daniela:
“Noi certamente non cerchiamo di boicottare gli allevamenti, però il nostro pensiero, per il quale stiamo combattendo da anni, ci porta a farvi riflettere sul fatto che in canile ci sono tantissimi cani in cerca d'affetto e di una vita serena.
In tanti purtroppo pensano che adottare un cane da un canile significhi avere dei problemi:
Da educatore devo subito smentire queste voci... la maggior parte delle volte i cani che hanno avuto esperienze in canile appena trovano un punto di riferimento, quindi qualcuno che decide di adottarli, in qualche modo, quasi come una sorta di ringraziamento, sono dei cani buonissimi ed ubbidienti.
Certo c'è sempre l'eccezione alla regola.. attenzione, alla quale si può rimediare rivolgendosi ad un buon educatore cinofilo.
In ogni caso, vi assicuro che superato il primo periodo di conoscenza e acquisizione di fiducia da entrambe le parti, il vostro cane già adulto e preso in un canile, si rivelerà il miglior amico che abbiate mai avuto."
Vi ricordo che se volete scrivere a Daniela Lisi, educatrice cinofila l'indirizzo è
prontofido@prontofido.net

3.9.2009

Ha liberato le aragoste al ristorante

Ha chiesto al ristoratore aragoste per 1.300 euro. Ma la sua intenzione non era mangiarle, bensì permettere loro di tornare in mare aperto. I crostacei erano infatti ancora vivi e il cliente, un cittadino sloveno, convinto animalista, ha pensato bene di comprare con i propri soldi la loro libertà. Un gesto altamente altruistico che è valso all'uomo la citazione in diversi giornali sloveni e croati. La notizia ha poi fatto presto il giro del mondo.L'episodio è avvenuto a Zara in Croazia, dove l'animalista era in vacanza. Teatro della vicenda il ristorante Niko.
A far scattare la molla dell'acquisto dei crostacei sarebbe stata in realtà una bambina, sua figlia, che ad un certo punto si sarebbe alzata dal tavolo offrendo al ristoratore i suoi risparmi per acquistare un'aragosta da liberare in mare. Il ristoratore aveva detto di non potere esaudire il desiderio perché i crostacei stavano dormendo. A quel punto sarebbe intervenuto il padre rilanciando l'offerta della figlia e comprando tutte le aragoste non prenotate.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.