**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

27.8.2009

Si a cani e gatti insieme

Il Professor Joseph Terkel dell'Università di Tel Aviv ha pubblicato i risultati di una ricerca su un campione di duecento persone che convivono con un cane e un gatto. Sembra incredibile ma questi sono i risultati: solo nel dieci per cento erano presenti situazioni apertamente conflittuali. In un quarto del campione cane e gatto si ignoravano, ma in tutti gli altri casi avevano stabilito una relazione amichevole. Il 65 per cento delle volte insomma, cane e gatto conviventi, si salutavano affettuosamente incontrandosi, mangiavano, giocavano e dormivano insieme.
Terkel sottolinea che cani e gatti, hanno molti segni di amicizia o ostilità opposti, tipo: il cane agita la coda in segno di amicizia, il gatto quando è nervoso. Il gatto evita di guardare quando minaccia, per il cane quello è un segno di sottomissione, eppure nelle convivenze quando un cane agita la coda il gatto va strusciarsi affettuosamente come se avesse imparato la lingua del cane.
Ma la coabitazione ha più change di successo se il gatto arriva in casa prima del cane. E questo anche perché la coabitazione con il genitore “umano” ha reso più infantili entrambi.

26.8.2009

Aggiornamento di io l'ho visto

Sono confortanti i dati relativi alla quarta settimana dell'operazione io l'ho visto. Infatti le segnalazioni di abbandoni di cani sulle autostrade italiane sono sensibilmente diminuite rispetto al periodo precedente. Nell'ultima settimana sono state complessivamente una sessantina le segnalazioni ricevute via sms al 3401051030. Gli interventi di soccorso portati a termine e che hanno portato al salvataggio del cane segnalato sono stati 32, di questi 11 in Emilia Romagna, 12 in Lombardia. 8 in Piemonte e 1 nelle Marche. Ad una settimana dal termine dell'operazione Io l'ho visto 2009 prevista per il prossimo 31 agosto, possiamo dare qualche numero: Sono stati 332 i cani salvati in autostrada grazie agli sms degli ascoltatori di 105, radio Montecarlo e radio Virgin, molti dei cani salvati inoltre sono stati restituiti ai legittimi proprietari, in quanto si tratta di cani fuggiti e quindi non abbandonati. 37 sono state invece le persone denunciate per il reato di abbandono di animale, la cui identità è stata scoperta grazie alla lettura del microchip del cane abbandonato. Ricordo infine che gli sms di segnalazione devono riguardare solamente i cani vaganti presenti sulle autostrade italiane.

25.8.2009

Niente infarto se c'e' micio

Un nuovo recentissimo studio scientifico americano basato su dati governativi degli anni 80, rivela che la presenza di un gatto in casa riduce il rischio di infarto di quasi il 35%. La ricerca è durata una decina di anni e si è basata su una grande indagine condotta dal governo statunitense su 4.235 soggetti fra i 30 e i 75 anni.
L'analisi delle cause di morte nel decennio successivo all'indagine avrebbe evidenziato una probabilità di attacco di cuore nei soggetti proprietari un gatto, inferiore alla media di almeno il 30%.
Il significato di questi numeri è legato ad alcuni fattori scatenanti le malattie cardiovascolari: lo stress e l'ansia infatti favoriscono l'insorgere di patologie cardiache e la presenza di un gatto domestico tende a rilassare il padrone.
Comunque, non essendoci una ricerca già realizzata, anche la presenza dei cani favorirebbe la stessa identica riduzione dei rischi di infarto.

24.8.2009

Lasciare il cane al sole: e' reato

Chi lascia il proprio cane esposto al sole senza la possibilità di muoversi rischia una condanna per maltrattamenti. Il monito animalista viene dalla Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione che ha imposto la condanna al pagamento di 1.500 euro a titolo di ammenda per il reato di maltrattamento di animali inflitta dal tribunale di Trapani ad un uomo colpevole di aver lasciato il proprio cane, un pastore tedesco, ad una catena di appena due metri sotto il sole cocente nel cortile del cantiere di sua proprietà.
Il proprietario dell'animale ha fatto inutilmente ricorso in cassazione sostenendo che tutti i giorni dava da mangiare al cane e non gli faceva mancare nulla, ma non è servito. La suprema corte ha rigettato la tesi difensiva sostenendo che l'animale era soggetto a gravi sofferenze determinate non solo dalla sporcizia del luogo e dall'incuria, ma soprattutto dall'essere praticamente privato dalla possibilità di movimento e dall'essere costretto a stare durante le ore più calde delle giornate di agosto in un cantiere assolato o in una cuccia soffocante, priva a sua volta di una tettoia.
Ricordiamolo: se vediamo un cane al sole, legato ad una catena troppo corta chiamiamo subito i Carabinieri.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.