**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

30.7.2009

Www.turistia4zampe.it

Siamo felici di presentare www.turistia4zampe.it il nuovo sito del Ministro della Turismo con la collaborazione del Ministero della Salute. Il sito si propone di aiutare tutti coloro che intendono spostarsi in compagnia del proprio animale offrendo tanti consigli per organizzare al meglio la vacanza. Due gli scopi del progetto: migliorare la competitività turistica dell'Italia e, al tempo stesso, combattere il deplorevole fenomeno dell'abbandono.
Abbiamo in collegamento il Sottosegretario alla Salute on.le Francesca Martini promotrice dell'intero progetto:
Ci parli di questa iniziativa, nata da poco ma già molto attiva.
"www.turistia4zampe.it è una guida che raccoglie gli indirizzi delle strutture turistiche italiane dove i nostri amici a quattro zampe sono i benvenuti.
Un utile strumento per le persone che intendono spostarsi in compagnia del proprio animale e tanti consigli per organizzare al meglio la vacanza. Due gli scopi del progetto: migliorare la competitività turistica dell'Italia e, al tempo stesso, combattere il deplorevole fenomeno dell'abbandono.......
ASCOLTA IL RESTO DELL'INTERVISTA



29.7.2009

Io l'ho visto: bilancio del primo week end

Dopo i primi giorni di attività dei gruppi di volontari di AIDAA e Prontofido nell'ambito dell'attività di prevenzione e raccolta dei cani abbandonati sulle autostrade italiane, dobbiamo registrare non senza soddisfazione una forte diminuzione di abbandoni degli amici a quattro zampe sulle autostrade italiane. Al momento da sabato ad oggi abbiamo complessivamente ricevuto una quindicina di richieste di intervento sulle autostrade in seguito ad avvistamenti di cani abbandonati, in cinque casi siamo riusciti a recuperare gli animali che vagavano impauriti sulle autostrade il primo recupero è avvenuto poco dopo la barriera di Milano certosa nella giornata di sabato, ma essendo il cane munito di collare con numero di telefono è stato facilmente possibile risalire al proprietario e restituirgli il cane dopo esserci accertati che il medesimo era scappato da una villetta adiacente l'autostrada nella zona di Rho, invece il recupero più emozionante è stato quello di un piccolo pincher che si trovava in autostrada nelle vicinanze di lucca, recuperato in tempo di record ieri mattina sette minuti dopo la segnalazione. Ci aspettiamo comunque un picco degli abbandoni nel periodo compreso tra il primo ed il quindici agosto, quando saremo operativi sulle autostrade italiane con tutti e sessanta i gruppi di volontari, ai quali ne affiancheremo alcuni in fase di formazione. Per terminare l'invito a tutti è quello di inviarci segnalazioni che riguardano i cani avvistati in autostrada in quanto non siamo in grado di intervenire nelle segnalazioni relative ai cani vaganti nei centri abitati o sulle strade statali.


28.7.2009

I gatti non hanno padroni ma schiavi

C'è un detto che recita: «I cani hanno padroni, i gatti hanno degli schiavi». Che si sia d'accordo o meno, a confermare la teoria che vuole i felini come abili e sottili manipolatori degli umani che di loro si prendono cura vi è ora una ricerca britannica. Realizzata dalla University of Sussex e pubblicata sul giornale scientifico Current Biology, l'analisi ha svelato come gli amici gatti riescono effettivamente a sfruttarci e a farsi accontentare grazie a un “miao” tutto particolare.
E' infatti un modo speciale di fare le fusa, mescolato a un miagolio basso che in qualche modo ricorda il pianto di un neonato, l'arma segreta utilizzata dai gatti quando hanno bisogno di attirare la nostra attenzione per ottenere ciò che desiderano, e cioè cibo o una lettiera pulita. Infatti, a differenza del solito miagolare insistente, che spesso porta il padrone di casa infastidito ad allontanare il gatto dalla stanza, questo verso particolare è irritante ma al tempo stesso irresistibile, e non può essere ignorato.
Analizzando la reazione a diversi tipi di miagolio da parte dei partecipanti allo studio, la ricerca ha potuto stabilire che le fusa miste a tale tipo di pianto suscitano attenzione anche in quanti non hanno mai avuto un micio. E, sempre secondo lo studio inglese, infatti, sono emesse a una frequenza che agisce sul cervello dell'uomo e attiva l'istinto di protezione che normalmente entra in gioco quando dobbiamo prenderci cura dei bambini. In pratica, quando il micio emette questo verso, sentiamo la necessità impellente di accontentarlo purché smetta. Ed ecco spiegato perché al mattino, appena svegli, non c'è verso di riuscire ad andare in bagno o di farsi un caffè se prima non si è dato da mangiare al micio, che con il suo miagolio irresistibile e misterioso ci guida sapientemente verso la ciotola e la busta dei croccantini.

27.7.2009

Il "first dog" bo declama

«Siamo tutti un'unica specie, dal più piccolo chihuahua al più forte dei mastini». E' l'inno all'uguaglianza dell'ultimo arrivato di casa Obama, il cane Bo, attraverso le colonne del New York Times che celebra i primi cento giorni del cucciolo del presidente americano con un vero e proprio editoriale semi-ironico.E prosegue: «Ho provato a sperimentare quest'apertura anche vicino casa passando un po' più di tempo con il pastore tedesco del vicepresidente Joe Biden», scrive Ben Greenman immedesimandosi nel cane Bo che da aprile abita alla Casa Bianca. Uno scherzo con cui il Times ironizza sui grandi obiettivi fissati da Barack Obama per ridare speranza al popolo americano. Il «first pet» azzarda anche paragoni con i suoi predecessori e fa un parallelo tra lui e il cane di Franklin Delano Roosvelt, Fala, che catturò il cuore degli americani in tempo di guerra e che rimase famoso per le sue abitudini poco educate come inseguire le cagnette e mangiare dalla spazzatura presidenziale. «Non dovremmo mai smettere di aspirare alla perfezione», scrive il finto Bo parlando dei suoi miti del passato come Dash, il collie del presidente Benjamin Harrison, e imitando così le doti di leadership del suo più famoso padrone. «Entrando nei secondi 100 giorni della mia amministrazione sento l'orgoglio e il piacere di servire il popolo americano - conclude Bo - e per trovare il modo per fare di questa nazione e di questo pianeta un posto migliore per i nostri figli e i nostri nipoti».
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.