**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

16.7.2009

Barriere coralline in pericolo

Entro la fine del secolo le barriere coralline potrebbero sparire da quell'angolo della Terra dove sono presenti in maggiore densità, il cosiddetto «Triangolo dei coralli» che si estende tra le coste e i mari di sei Paesi indonesiani: Filippine, Malesia, Papua Nuova Guinea, Isole Salomone e Timor Est. Pensate, qui si trovano il 76% delle specie di coralli censite in tutto il mondo e oltre il 35% delle specie di pesci presenti nelle barriere coralline, compreso il tonno. A lanciare l'allarme sulla sopravvivenza di questo ecosistema è il Wwf, che in occasione della Conferenza mondiale degli oceani, ha presentato uno studio realizzato da un team di esperti - biologi, economisti, studiosi di ecosistemi - che si sono avvalsi di oltre 300 analisi scientifiche. La ricetta individuata non è nuova: ridurre le emissioni di gas serra con investimenti internazionali che rafforzino l'ambiente naturale della regione. Una gestione efficace delle risorse costiere, che includa reti regionali di aree marine protete, la protezione delle mangrovie e dei letti dei fiumi e una buona gestione del pescato si tradurranno in un declino più lento di queste risorse».
La scadenza individuata per elaborare le strategie di difesa è quella del prossimo dicembre, quando a Copenhagen avrà luogo la Conferenza delle parti della Convenzione quadro sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite. Sarà lì che bisognerà trovare un intesa sulla riduzione delle emissioni di gas serra. Noi restiamo in attesa e intanto …..

15.7.2009

Estate: abbandono di pesci esotici e tartarughe

Non solo cani e gatti. Questo è il titolo del Magazine di oggi. Sto parlando ovviamente e ancora di abbandoni estivi, ma questa volta allarghiamo la cerchia delle vittime, e parliamo di pesci esotici e tartarughe d'acqua che vanno a popolare fiumi, laghi e torrenti. Sapete che il numero di questi animali lasciati al loro destino è in proporzione enorme rispetto ai cani e gatti che ogni anno vengono “mollati” al loro destino dai loro padroni?
L'Associazione Italiana Animali e Ambiente ha calcolato che nel 2008, complessivamente sono stati oltre 16.000 le tartarughe d'acqua lasciate nei torrenti e nei laghetti dei parchi pubblici italiani e quest'anno secondo le prime stime il numero delle testuggini che lasceranno i terrari domestici per finire nei parchi pubblici sarà sensibilmente alto.
Non è tutto: stesso problema per quanto riguarda i pesci tropicali, ogni anno sono almeno 15.000 gli acquari che vengono versati nei mesi estivi nei corsi d'acqua e nei laghi italiani. Si calcola complessivamente che siano oramai oltre 240 le specie di pesci alloctoni presenti nel bacino del Po, sono almeno 140 le specie alloctone di pesci presenti invece nel sistema dei Navigli Milanesi.
Per sbarazzarsi delle tartarughe, i proprietari incivili invece preferiscono i laghetti dei parchi come la villa Reale di Monza, diversi parchi cittadini di Milano e Roma, ma quest'anno si registra un forte incremento della presenza di questi piccoli rettili anche nella darsena a Como.
L'orrore estivo come vedete è infinito.

14.7.2009

Sterilizzare micio: si o no?

Emanuele Minetti Medico Veterinario in Milano e Vice Presidente ANMVI Lombardia
"Nel gatto la sterilizzazione chirurgica è una pratica medica generalmente ben consolidata. Viene di solito eseguita ad una età compresa fra i 4 e gli 8 mesi di età, ed il momento adatto deve essere deciso insieme al proprio veterinario curante. I vantaggi della sterilizzazione devono essere visti su due piani fra loro connessi: il controllo delle nascite e del randagismo, dovere di ciascun proprietario di animali da compagnia, ed il controllo/prevenzione di possibili gravi patologie.
Il controllo delle nascite può essere eseguito solo con pratiche chirurgiche poiché non vi sono tuttora farmaci disponibili che non abbiano controindicazioni per la salute (insorgenza di tumori, infezioni gravi secondarie e così via). La sterilizzazione previene nelle femmine l'insorgenza dei tumori mammari spontanei, che nella gatta hanno una totalità di prevalenza di forme estremamente maligne e quindi in tempi brevi mortali. Sempre nelle femmine le patologie uterine ed ovariche diventano quasi zero in seguito alla sterilizzazione, così come altre patologie correlate agli ormoni sessuali. Nel gatto maschio la castrazione viene vissuta per lo più come un sistema per evitare fastidiose eliminazione nell'ambiente domestiche e a quei "disturbi" legati agli atteggiamenti sessualmente correlati in genere (vocalizzi, fughe, aggressività ridiretta eccecc). In realtà la sterilizzazione serve anche per limitare moltissimo la trasmissione di gravi malattie infettive, quali la leucemia felina, l'immunodeficienza felina, le coronavirosi/FIP, eccetera, sia all'interno di colonie sia perché i gatti sterilizzati tendono a restare molto più confinati nel loro ambiente domestico, e pertanto a non avere contatti con altri gatti, di cui nulla si conosce (randagi o di proprietà, ma raminghi).
In definitiva un gatto domestico vive in una gabbia che è l'appartamento, che per quanto possa essere una "gabbia dorata" gabbia sempre resta.
Abbiamo il dovere tassativo di mettere i nostri animali nelle migliori condizioni possibili per vivere nell'ambiente dove noi viviamo: la sterilizzazione è quindi un atto medico che aiuta nella gestione del benessere psicofisico dei gatti e che ha permesso, insieme ad altri fattori, di ottenere un sensibile allungamento della loro vita media."

13.7.2009

Fido e micio in vacanza: sono due milioni

Oggi vogliamo parlare dei proprietari di animali che amano il proprio amico e che lo portano in vacanza con loro, come dovrebbero far tutti del resto. Questi amici degli animali non sono pochi,
l'AIDAA ci comunica che tra luglio e agosto gli animali in viaggio con i loro padroni sono circa due milioni.
Come sappiamo però non è sempre facile trovare gli alberghi che li accettano, a questo proposito vi ricordo che su www.prontofido.net, c'è un'intera sezione dedicata agli alberghi di tutto il mondo che li accolgono dove potrete prenotare direttamente,
Se invece preferite l'agriturismo ecco il sito della federazione Col diretti www.terranostra.it lì potrete avere tutte le informazioni necessarie.
Quasi la metà dei 18 mila agriturismi italiani offre ospitalità anche a cani, gatti and co.
La Col diretti però raccomanda che prima di partire è importante concordare le modalità dell'accoglienza visto che spesso anche in queste aziende agricole vivono già i loro animali.
Ma non è tutto: esistono dei pacchetti di soggiorni specifici che prevedono attività per i cani in vacanza come corsi di addestramento, lezioni per la ricerca di tartufi o per imparare a fare la guardia.
Ricapitolando: per gli alberghi amici degli animali www.prontofido.net e per gli agriturismi pet-friendly www.terranostra.it
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.