**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

6.2.2009

Uno york shire a casa mia?

Oggi rispondiamo a patrizia che ha scritto sul nostro blog chiedendo dei consigli in merito alla decisione di prendere un cucciolo di york shire. e ci pone alcune domande sulla gestione del cane.
cara patrizia in primis occorre dire che un cane ti cambia di sicuro la vita. Non te la rovina come pensa tuo marito….. ma forse al contrario la migliora.
Certo le perplessità ed i dubbi ci sono sempre devi pensare a quante modifiche sei disposta a portare alla tua quotidianità ed alle tue abitudini, perché di sicuro queste cambieranno.
Poiché ogni fine settimane viaggiate ci chiedi se i cani possono entrare in autogrill: la risposta purtroppo è no. So solo che in un periodo particolare dell'anno Autogrill istituisce dei FidoPark ovvero dei box dove poter lasciare momentaneamente il tuo amico a 4 zampe.
Ci chiedi anche se il cane può fare i bisogni nella cassettina: la risposta è si, però spero che questa domanda non sia collegata al fatto che tu non avrai il tempo per portarlo a spasso…. Perché se così fosse il consiglio che ti do è di non prenderlo!
Le esigenze di un cane sono svariate e tra queste: uscire almeno 2/3 volte al giorno per un totale di almeno 1 e ½ per stimolare mente e corpo, inoltre il cucciolo avrà di sicuro bisogno di socializzare con i suoi simili al parco; quindi non pensare che prendere un cane di taglia piccola sia come prendere un gatto…. È tutta un'altra cosa.
Pensaci bene e fammi sapere.

5.2.2009

Denunciati collari di tortura

Sette persone denunciate, quindici perquisizioni e 1.500 collari d'addestramento per cani sequestrati: questo è il risultato di un'operazione della polizia posta di Venezia che ha individuato, grazie alle segnalazioni dei cittadini, diversi negozi virtuali che vendevano particolari strumenti per l'addestramento di cani.
Secondo gli investigatori sono in realtà “piccoli strumenti per sevizie”: collari denominati “a strangolo con punte”, ovvero predisposti all'irradiazione di scosse elettriche tramite telecomando. Pensate che questi prodotti sono stati valutati come possibili strumenti di tortura che possono provocare la morte dell'animale.
Ma non è tutto. Un'altra inchiesta di Bolzano ha portato all'iscrizione nel registro degli indagati un altoatesino per sfruttamento, favoreggiamento e istigazione alla prostituzione e maltrattamento degli animali.
Quindi tutti noi possiamo aiutare il benessere dei nostri amici e, magari, salvare loro la vita denunciando quando vediamo qualcuno che progetta violenza nei loro confronti.

4.2.2009

Il serpente di quartiere

Non sempre i serpenti sono malvisti dagli abitanti delle citta: in Australia, per esempio, molti sono ben felici di ospitare nel loro giardino un Pitone Diamante, innocuo rettile che può raggiungere i due metri di lunghezza e che si nutre di piccoli mammiferim altri rettili e uccelli, mantenendo lontani i prassiti delle case.
A volte però, uno di loro si mette nei guai: è capitato a Sidney, dove un bell'esemplare si è letteralmente "annodato" su un cavo dell'alta tenzione. Per liberarlo i pompieri hanno dovuto tranciare uno dei tralicci ma nessuno degli abitanti del quartiere ha protestato, ben felici di vedere l'animale sano e salvo.

3.2.2009

Cina: il gatto con le ali

Udite udite! La notizia arriva dalla Cina ma è stata subito ripresa dal giornale inglese The Telegraph, che le ha dato ampio risalto. Ecco la notizia: sembra che nella provincia dello Sichuan vivano dei gatti…. Con le ali!
Proprio così e ci sono delle foto che sembrerebbero confermarlo, anche se naturalmente i dubbi sono tanti, destinati poi ad aumentare quando quando si legge la teoria “scientifica” proposta per spiegare il fenomeno che riguarderebbe solo i gatti maschi.
Secondo alcuni sedicenti scienziati queste ali sarebbero spuntate ai mici per sfuggire alle tantissime gatte in calore che li tormentavano pretendendo di accoppiarsi.
Una sorte di evoluzionismo a effetto davvero rapidissimo.
E' evidente che sii tratta di uno scherzo. Ma noi del Magazine degli Animali speriamo solo che finalmente i cinesi lascino vivere tranquilli gli animali. E' tutto.


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.