**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

24.11.2008

Sos traffico di cuccioli dall'est

Sabato 29 e domenica 30 novembre la LAV torna nelle piazze delle principali città italiane con la campagna di sensibilizzazione contro il traffico dei cuccioli. Ce ne parla Gian Luca Felicetti presidente della LAV:
"Sono migliaia i cuccioli importati annualmente da paesi dell'Est europeo e venduti in Italia a prezzi elevati: cani e gatti di età spesso inferiore a quella dichiarata, dallo stato di salute precario e ulteriormente compromesso dalle condizioni di viaggio, sono spediti su mezzi di trasporto a volte locali a volte italiani, talvolta accompagnati da passaporti falsi. Ma viaggiano anche ammassati in bagagliai di auto e furgoni, nascosti all´interno di borsoni e possono arrivare anche in treno. Cani e gatti provengono in particolare da Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, impiegando quindi anche 10-11 ore per arrivare in Italia. Una volta giunti nel nostro Paese sono acquistati in negozi, allevamenti o fiere itineranti, come le “Fiere del cucciolo”, ma sono venduti direttamente anche ai caselli autostradali o con consegne a domicilio. E chi non ha tempo a disposizione può comprarli anche su internet. Un vero e proprio business che movimenta circa 300 milioni di euro all'anno, dietro al quale si nascondono gruppi organizzati che si occupano di ogni fase legata alla vendita: dall'acquisto fuori Italia, all'introduzione nel nostro Paese, alla contraffazione dei documenti, alla commercializzazione.
Nati da madri costrette a ininterrotte gravidanze, questi cuccioli spesso sono maltrattati fin dalla nascita, privati precocemente delle cure materne, talvolta imbottiti di farmaci per neutralizzare temporaneamente i sintomi di gravi malattie e per farli sembrare vispi all'acquirente sprovveduto.
Giunti in Italia e trafficati da persone senza scrupoli, molti si ammalano per l'assenza di vaccinazioni e per la promiscuità cui sono costretti."
Per saperne di più www.lav.it

21.11.2008

Arriva un cucciolo ma c'e' un altro cane

Oggi rispondiamo a Stefano che ci ha scritto per avere un consiglio. Vorrebbe adottare un cucciolo ma ha paura che la sua Frida, meticcia di 3 anni molto territoriale, non lo accetti in casa.
Risponde l'educatrice cinofila Daniela Lisi: "Caro Stefano, quando si decide di inserire un nuovo elemento all'interno della nostra casa, e quindi del nostro branco, occorre fare molta attenzione.
In primis bisogna conoscere molto bene il proprio cane ed ipotizzare quale potrebbe essere il suo comportamento nel momento in cui un nuovo elemento prende possesso dei suoi spazi, poiché è proprio quello che succederà, il nuovo cucciolo prenderà possesso di tutti gli spazi che ora sono solo di Frida: la sua cuccia, molto probabilmente anche le sue ciotole non per ultime anche le tue attenzioni.
Non è detto che Frida, nonostante sia un cane molto territoriale, non accetti l'entrata del nuovo arrivato, trattandosi di un cucciolo le cose saranno di sicuro più semplici, questo perché Frida non si sentirà minacciata del suo ruolo all'interno del branco… non si può essere spodestati da un cucciolo….
Comunque, quello che ti consiglio di fare è di far incontrare Frida ed il nuovo arrivato prima in un luogo neutrale che non sia la casa, ad esempio il parco. Falli socializzare per un'oretta e poi vai a casa.
Da li cerca di seguire Frida nei suoi atteggiamenti, poni molta attenzione alla sua bocca ogni volta che il piccolo si avvicina alle sue cose. Guarda se Frida mostra i denti o meno… e nel caso dovesse farlo, almeno per le prime volte, intervieni cercando di distrarre Frida.
Vedrai che comunque, anche se Frida dovesse accettare immediatamente il cucciolo senza problemi, prima o poi inizierà a sgridarlo. Se pensi che lei non possa farle del male lasciali fare! Frida gli starà di sicuro insegnando qualcosa di nuovo!"
Se volete consigli sul comportamento del vostro cane scrivete a prontofido@prontofido.net

20.11.2008

Sentenza esemplare: il giudice condanna due coniugi per l'abbandono di un cagnolino

Il giudice monocratico del Tribunale di Modica, Giovanna Scibilia, ha condannato due coniugi ispicesi, difesi dall'avvocato Rovetto, alla pena di € 700,00 di ammenda ciascuno oltre al pagamento delle spese processuali per l'abbandono di un cagnolino. La denuncia è partita dalla delegata provinciale dell'Oipa, Valentina Raffa, che, ricevuta da un cittadino la segnalazione dell'abbandono di una cuccioletta nella zona di Marza, vicino ad un cassonetto della spazzatura, non ci ha pensato due volte a sporgere querela presso il Comando dei Carabinieri di Modica, essendo in possesso del numero di targa dell'autovettura dei signori che hanno commesso il reato.
La cucciola, che al momento del ritrovamento era ricoperta da una sorta di vernice rossa che, coprendo pure le narici, non le permetteva di respirare bene, è stata soccorsa, ripulita ed affidata ad una bella famiglia dove vive felicemente tuttora.

19.11.2008

I cani possono viaggiare in treno!

Via libera ai cani in treno ma stop alle razze ritenute pericolose. Inoltre, scompartimento ad hoc per le razze di qualunque taglia. Questa la nuova disciplina di Trenitalia, che partirà dal prossimo 1 dicembre. Le norme sono state presentate ieri mattina alle Ferrovie dello Stato, alla presenza del sottosegretario al Welfare, Francesca Martini, e del sottosegretario al Turismo, Michela Brambilla, insieme ai dirigenti di Trenitalia e Ferrovie dello Stato. In particolare, dal 1 dicembre prossimo i cani di piccola taglia, i gatti e gli altri piccoli animali da compagnia sono ammessi gratuitamente su tutti i treni nell'apposito trasportino. I cani di qualunque taglia, muniti di museruola e guinzaglio, sono ammessi sui treni Ic Plus, Ic ed Espressi a pagamento, nell'ultimo scompartimento (negli ultimi sei posti delle carrozze a salone) dell'ultima carrozza di seconda classe. Il posto di fronte al viaggiatore con il cane non è prenotabile da un altro cliente. Per quanto riguarda i cani reattivi, quelli appartenenti a razze ritenute pericolose non sono ammessi. E' obbligatorio per tutti i cani ammessi al trasporto il certificato di iscrizione all'anagrafe canina.
Per quanto riguarda i treni regionali, i cani di qualunque taglia muniti di museruola e guinzaglio, sono ammessi, a pagamento, sulla piattaforma o vestibolo dell'ultima carrozza con la sola esclusione delle ore di punta del mattino, (tra le 7 e le 9) dei giorni feriali, salva diversa indicazione da parte della regione competente. I cani di qualunque taglia (a pagamento) e gli altri piccoli animali da compagnia (negli appositi contenitori e gratuitamente), sono ammessi nelle carrozze cuccette e letto solo nel caso di disponibilità dell'intero compartimento. Le norme non riguardano i cani guida per ciechi, ammessi gratuitamente su tutti i treni, senza vincoli. Infine i cani di qualunque taglia ammessi a pagamento nello scompartimento ad hoc dovranno essere sempre muniti di museruola e guinzaglio. L'eventuale presenza contemporanea di cani "incompatibili" sarà, volta per volta, gestita dal personale di bordo, appositamente istruito.
(ANSA)
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.