**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

24.7.2008

Pronto fido e aidaa insieme per le ronde anti abbandono

Ritorna dal prossimo 27 luglio il numero di "IO L'HO VISTO" di Pronto Fido.
Da quella data sarà possibile inviare un sms al numero di cellulare 3341051030 segnalando avvistamenti di cani abbandonati sulle strade ed autostrade italiane. L'SMS sarà inoltrato direttamente al servizio delle RONDE ANTIABBANDONO di AIDAA che a partire dal prossimo fine settimana e per tutto il mese di agosto presidieranno oltre 300 punti sensibili delle strade ed autostrade italiane in particolare, caselli, aree di sosta e servizio e svincoli delle tangenziali con oltre 450 volontari allo scopo di prevenire gli abbandoni e accudire i cani abbandonati sulle strade italiane.
I volontari dell'AIDAA agiranno in gruppi di cinque persone e avranno tra i loro compiti anche quello di raccogliere segnalazioni su coloro che abbandonano gli animali e procedere poi alla denuncia penale di coloro che si rendono responsabili di questo reato penale.
La collaborazione tra Io l'ho visto e le RONDE ANTIABBANDONO DI AIDAA ha come obiettivo primario quello di sveltire gli interventi di soccorso degli animali abbandonati, quindi chiunque veda un'animale abbandonato sulle strade o autostrade potrà inviare un semplice SMS al numero
334 1051030 e lo stesso sarà inviato automaticamente alle ronde antiabbandono che provvederanno direttamente a soccorre l'animale se questo si trova in una zona dove stanno operando i volontari, oppure saranno attivate le altre associazioni animaliste presenti sul territorio e la polizia stradale per quanto riguarda gli abbandoni sulle autostrade.
A questo proposito si cercano ancora almeno 200 volontari per garantire un presidio continuo e il maggiormente capillare possibile per eventuali adesioni basta scrivere una mail a ronda.aidaa@libero.it oppure telefonare
al 3478883546.


23.7.2008

Mamma gatta allatta cucciolo di panda

Questa è una favola vera, successa nello zoo di Amsterdam: una mamma d'adozione molto particolare ha salvato la vita di un piccolo panda rosso che era stato rifiutato dalla sua vera mamma.
Ma il fatto eccezionale è questo: la balia è una gatta domestica di proprietà del guardiano dello stesso zoo, lei ha allattato amorevolmente il panda insieme ai suoi quattro piccoli.
La direzione dello zoo ha affermato che le condizioni del piccolo sono buone, ma per essere certi della sua sopravvivenza è importante che venga allattato almeno per qualche settimana.
E' la prima volta che in Europa una micina si prende cura di un panda rosso, è inusuale infatti che un animale domestico stabilisca relazioni così intime con uno selvatico.
Il piccolo panda rosso è figlio di una coppia ospite dello zoo olandese. All'inizio sembrava che la mamma avesse accettato bene i due piccoli appena partoriti, ma il giorno dopo sono stati trovati abbandonati e in ipotermia. Immediatamente sono stati attaccati alla gatta in allattamento ma purtroppo uno non è sopravvissuti.
Tanti auguri!

22.7.2008

Tre istruttori a quattro zampe

Sono tre istruttori di nuoto molto, ma molto speciali, hanno uno sguardo dolce e tanta voglia di lavorare, si chiamano Orion, Golia e Jari e sono tre Labrador di 10, 6 e 5 anni.
Generalmente i Labrador vengono utilizzati per la Pet Therapy, la terapia con gli animali che aiuta persone artistiche, disabili o malati di Alzheimer, ma questa razza, oltre alla grande docilità ha anche la caratteristica di essere pronta all'azione e, soprattutto amano nuotare.
In Ticino questa loro dote innata viene messa al servizio dei bambini ed usata per insegnare loro a nuotare, valorizzando le doti degli animali, in modo da imparare da loro.
I tre Labrador, insegnanti di nuoto, hanno un modo molto naturale di rapportarsi ai piccoli allievi: nuotano, s'immergono con loro, li trainano in lungo e in largo nel lago Maggiore.
Sono maestri che trasmettono un senso di calma e sicurezza ai bambini che in questo modo superano la paura e acquisisono una maggiore acquaticità

21.7.2008

Emozioni da scoprire

Di Sonia Sembenotti dal "Corriere del Trentino"
Raramente mi è capitato di leggere sulle emozioni degli animali. Se ne sa troppo poco? O forse ancora non si riconosce che ci troviamo di fronte ad un essere vivente in grado di provare certe emozioni.
Riconoscere che un animale ha paura o disagio in una certa situazione, è un passo molto importante sia per proteggere l'animale sia per prevenire incidenti dove l'animale è costretto a difendersi.
In realtà gli animali sono diversamente abili. Pensate: un cane riesce con il fiuto a trovare un oggetto in una superficie di 500 per 50 metri. Riuscireste a fare altrettanto usando il vostro naso?
Oltre alle capacità, la scienza ha studiato anche le emozioni degli animali. Ci si pone anche l'interrogativo se e come gli animali provino dolore. In genere le persone attribuiscono la percezione del dolore agli animali più vicini alla vita domestica, come gatti e cani. Gli altri animali, solo perché non reagiscono come noi ci aspettiamo non significa che non provino dolore. La percezione e la conseguente reazione sono semplicemente diverse. Come sottolinea Marc Bekoff “Non dovremmo mai porre noi stessi come criterio di misura per le altre specie”. Vi invito a vedere veramente, e non solo guardare, quello che già sta accadendo intorno a voi.
Nei 12 mantra del millennio M.Bekoff e J.Goodall recitano “La compassione e l'empatia per gli animali generano compassione ed empatia per gli esseri umani. La crudeltà verso gli animali genera crudeltà verso gli esseri umani”.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.