**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

6.5.2008

35 mila dollari per il gatto che non c'e'

In America succede anche questo: pensate si puossono anticipare 35 mila dollari per prenotare un gatto che non c'è, o per lo meno che non c'è ancora.
E così il gatto “ipoallergico” che ancora non c'è e non c'è alcuna certezza che esisterà in futuro, ha già fatto entusiasmare gli amanti gattofili a stelle e strisce, che hanno già versato all'azienda biotecnologica di San Diego importanti somme per prenotarne uno della propria razza preferita.
Gli scienziati e genetisti dell'azienda che sono al lavoro hanno analizzato il più alto numero di esemplari possibili alla ricerca degli agenti della glicoproteina Feld che è il fattore scatenante dell'allergia, presente nella saliva, nel pelo e nella pelle del gatto.
Nonostante l'azienda affermi che i metodi utilizzati siano del tutto naturali, le proteste degli animalisti sono arrivate “Se tutti preferiranno un gatto prefabbricato, che ne sarà di tutti gli altri?”
Sembra però che accarezzare il proprio gatto senza essere colpito da attacchi d'asma, almeno per gli americani, non abbia prezzo.

5.5.2008

Addio orso jj3

Qualche giorno fa abbiamo dato la notizia che in Italia è arrivato l'avvocato degli orsi, purtroppo questo avvenimento è successo in Svizzera.
E' infatti stato abbattuto JJ3 l'orso con il destino segnato perché diventato pericoloso per la popolazione.
L'abbattimento è avvenuto in una zona dei Grigioni centrale, nel quadro della Strategia Orso Svizzera. Ecco la storia: l'animale era giunto nei Grigioni con il fratellastro M14 nell'estate 2007, che ha dimostrato da subito un comportamento discreto e si aggira discretamente nella zona dell'Engadina. Purtroppo JJ3 non ha avuto lo stesso comportamento e si è fatto sempre più pericoloso spingendosi fino ai centri abitati per niente intimorito dall'uomo.
“Altri orsi arriveranno presto in Svizzera, l'abbatimento di JJ3 non è quindi una soluzione e deploriamo la decisione delle autorità cantonali grigionesi di uccidere l'animale” ha scritto il WWF “JJ3 si avvicinava molto agli uomini, ma non ha mai dato segni di aggressività e non si poteva quindi considerare “pericoloso”.
Ciao JJ3

2.5.2008

Lezione di comportamento

Oggi Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila risponde ad una mail scritta a Prontofido da Roberta:
Mail: - Io posseggo due labrador e, soprattutto il maschio, quando esco a passeggio, tira molto. Inoltre uso per entrambi il guinzaglio a strozzo ma mi è capitato che tirando il cane alcune volte si accascia per terra e sembra non riuscire più ad alzarsi. Dura solo pochi secondi ma ogni volta mi sembra di impazzire. Sembra quasi che schiaccio una vena o per un momento non arrivi ossigeno. Non so e non me ne intendo però gradirei sapere dove posso acquistare una pettorina che forse possa evitare ciò -
Daniela Lisi: "Il collare a strozzo è una cosa sbagliatissima... purtroppo molte persone pensano, ancora, che il collare a strozzo non faccia tirare il cane, invece come tu ben sai non è così! il cane forse tira meno per i primi giorni ma poi ricomincia a tirare ed inoltre si rovina la trachea in un modo orribile! per cui ti consiglio di eliminare lo strozzo e di comprare una pettorina per entrambe i tuoi cani. Ti allego 2 siti dove puoi ordinarle on line. Puoi visionare la pettorina, il modo in cui è fatta ed avere informazioni sul perché della pettorina”:

30.4.2008

Orazio: il gatto sosia di garfield

In Inghilterra c'è un gatto italiano che è diventato una vera e propria star: si chiama Orazio e pesa ben 16 chili, circa come un bambino di due anni.
Ma a rendere Orazio tanto speciale non è la sua stazza ma la sua somiglianza straordinaria al mitico Garfield famosa star dei fumetti che è un gattone grosso e rosso proprio come lui.
Orazio è obeso e italiano e per questo è preso di mira dagli inglesi, e la foto del suo pancione in primo piano è uno spunto per ironizzare sulla dieta mediterranea che “dovrebbe mantenere in forma e in salute ma che sembra avere l'effetto opposto sull'enorme gattone”.
In conclusione, se volessimo fare dei paragoni con le proporzioni umane e se si pensa che un gatto normale pesa circa tre chili. Si può ritenere che la sua mole equivale a quella di un uomo che pesa 350 chili.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.